Skjaldmær

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Hervor morente dopo la battaglia contro gli Unni. Dipinto di Peter Nicolai Arbo.

Una skjaldmær (sköldmö in svedese, skjoldmø in norvegese), nota in inglese come shieldmaiden, nella mitologia norrena, era una vergine che aveva scelto di combattere come guerriero.

Queste donne combattenti sono spesso menzionate nelle saghe, ad esempio nel Gesta Danorum.

Secondo il Nordisk familjebok, le skjaldmær appartengono anche ad altre popolazioni germaniche, come i Goti, i Cimbri e i Marcomanni.

Erano ispirate dalle valchirie e una loro trasposizione si trova nell'opera di J.R.R. Tolkien "Il Signore degli Anelli", nel personaggio di Éowyn.

Alcune skjaldmær menzionate nelle saghe nordiche sono Brunilde nella Saga dei Völsungar, Hed, Visna e Veborg nel Gesta Danorum.

Secondo il Saxo Grammaticus, 300 skjaldmær combattono dalla parte dei danesi nella Battaglia di Bråvalla.