Angrboða

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Angrboða è una gigantessa della mitologia norrena. Il suo nome significa "presagio di male".

Snorri Sturluson nella sua Edda in prosa (nel Gylfaginning) ci racconta che si unì con il dio Loki, dal quale ebbe tre figli: il gran lupo Fenrir, il Miðgarðsormr e Hel, la regina dei morti. Come indicato successivamente, potrebbe essere identica a Iárnvidia nominata nella lista delle mogli troll nel nafnaþulur di Snorri.

Il poema Völuspá (nelle stanze 40-41 nella maggior parte delle edizioni) narrà di una gigantessa che abitava a Járnviðr e che il commentatore di solito identifica con Angrboða (e con Iárnvidia):


(NON)

« Austr sat en aldna
í Iárnviði
ok fæddi þar
Fenris kindir;
verðr af þeim öllum
einna nökkurr
tungls tiúgari
í trolls hami. »

(IT)

« La vecchia siede ad oriente
in Iárnviðr
e laggiù nutre
la stirpe di Fenrir.
Di tutti quelli
uno solo si fa
distruttore del sole
in forma di troll. »

(Völuspá 40 - 41)