Airbus A320neo family

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Airbus A320neo Family
Descrizione
Equipaggio 2 piloti + assistenti di volo
Progettista Europa Airbus
Data primo volo 2014/2015 (programmato)
Data entrata in servizio ottobre 2015 (programmato) con Virgin America
Costo unitario A319neo - 92,0 milioni di US $
A320neo - 100,2 milioni di US $
A321neo - 117,4 milioni di US $
Prezzi di listino 2013[1]
Sviluppato dal Airbus A320 family
Dimensioni e pesi
Diametro rotore 2,1 m
Passeggeri 180 (in una classe)
150 (in due classi)
Propulsione
Motore turbofan LEAP-1G o PW1000G Pure Power
Spinta 110-150 kN
Prestazioni
Velocità max 871 km/h (0,82 Mach)
Velocità di crociera 828 km/h (0,78 Mach)
Note i dati si riferiscono alla versione A320neo

Airbus.com

voci di aerei civili presenti su Wikipedia

L'Airbus A320neo family è una famiglia di aeromobili che comprende l'Airbus A319neo, l'Airbus A320neo e l'Airbus A321neo appartenente ad una serie di versioni potenziate dell'Airbus A320 family della società Airbus attualmente in fase di sviluppo. La sigla neo significa New Engine Option che in italiano significa letteralmente Opzione Nuovo Motore. Il cambiamento principale è l'uso di motori più grandi e più efficienti che significa il 15% in meno di consumo di carburante, costi operativi inferiori dell'8%, meno rumore e una riduzione di NOx almeno del 10% rispetto alla serie A320 secondo il costruttore.[2] I clienti avranno la scelta tra i motori CFM International LEAP-X e i Pratt & Whitney PW1000G. La fusoliera riceverà anche alcune modifiche, tra cui l'aggiunta delle alette d'estremità e modifiche agli interni per il comfort dei passeggeri, come spazi bagagli più grandi e un miglioramento del sistema di purificazione dell'aria.[3]

Sviluppo[modifica | modifica sorgente]

Airbus all'inizio era indecisa se per sviluppare la famiglia A320 avrebbe dovuto costruire un aereo completamente nuovo o se modificare la serie già esistente. Optò per la seconda ipotesi, anche per via dei tempi di realizzazione più ragionevoli[4][5][6].

Il 1º dicembre 2010, Airbus ha lanciato ufficialmente il suo successore della serie A320, l'A320neo, New Engine Option. La scelta per i nuovi motori comprendeva i CFM International LEAP-X ed i Pratt & Whitney PW1100G. Anche se i nuovi motori bruciano il 16% di carburante in meno, il guadagno effettivo su un impianto A320 sarà leggermente inferiore, in quanto l'1-2 % è generalmente alterato con l'installazione su un aereo esistente. L'A320neo comprenderà anche alcune modifiche all'ala, soprattutto per l'installazione delle alette d'estremità "miscelate", chiamate Sharklets[7], che sono state annunciate il 15 novembre 2009 da Airbus[8] per le serie A320 e A320neo. Il cliente di lancio dei classici A320 con le Sharklets sarà Air New Zealand nel 2012.[9] Queste alette Airbus, che misurano 2,4 metri di altezza e pesano 200 chilogrammi,[10] dovrebbero ridurre il consumo di carburante del 3,5%.[11] Ciò corrisponde a una riduzione annua di CO2 di circa 700 tonnellate per aereo, con un risparmio per gli operatori di circa US $ 220.000 per ciascun aeromobile ogni anno.[12] Le Sharklets devono essere prodotte e distribuite dalla Korean Air Aerospace Division.[13]

L'amministratore delegato di Airbus ha detto che secondo le previsioni, i costi di manutenzione saranno inferiori del 20% per i motori Pratt & Whitney PW1000G, rispetto ai motori attuali. Airbus prevede a ottobre 2015 la prima consegna e ha programmato di immettere sul mercato 4000 A320neo entro il 2030. Virgin America è diventato il cliente di lancio con un ordine fermo di 30 aeromobili A320neo come parte di un ordine di 60 aerei del 17 gennaio 2011.[14]

Design[modifica | modifica sorgente]

Airbus afferma che la Famiglia A320neo integra la più recente generazione di motori con le Sharklet, che insieme offrono un risparmio totale del 15% sui costi di carburante[15].

La famiglia A320neo possiede oltre il 95% della fusoliera in comune con l'attuale famiglia A320 ma essa è realizzata con nuovi materiali, come i materiali compositi e leghe di alluminio. Ciò consente di risparmiare peso e quindi consumo di carburante. Inoltre i nuovi materiali ridurranno il numero di parti della fusoliera che faranno diminuire i costi di manutenzione.[15][16]

Airbus sostiene che la nuova famiglia neo offrirà un migliore deposito bagagli e una cabina più silenziosa, insieme ad un look più moderno.

Varianti[modifica | modifica sorgente]

Airbus ha deciso di offrire tre varianti della famiglia A320, con l'"Opzione nuovo motore". Gli attuali A319, A320 e A321 saranno tutti sviluppati nella nuova versione neo, mentre l'A318 per ora non verrà sviluppato nella serie neo, ma ciò, dichiara Airbus, potrebbe avvenire in futuro.[17]

  • A319neo: Qatar Airways sarà la compagnia di lancio in quanto è stata la prima compagnia ad ordinare questa variante.
  • A320neo: Virgin America sarà la compagnia di lancio
  • A321neo: ILFC sarà la prima azienda ad averne uno.[18]

Ordini[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Lista degli ordini Airbus A320neo.

Dal suo lancio nel dicembre 2010 la famiglia A320neo ha ricevuto oltre 2.000 ordini, evento che lo rende il velivolo con la più veloce diffusione commerciale nella storia.[19] Gli ordini più importanti sono stati effettuati dall'indiana IndiGo con 150 aeromobili[20][21], dall'AirAsia con 200 aeromobili e dall'American Airlines con 130 aeromobili. È previsto che il primo aeromobile della famiglia A320neo entri in servizio nel mese di ottobre 2015 con Virgin America, 27 anni dopo la consegna del primo aeromobile della serie A320.

Al Paris Air Show 2011, tenutosi a metà giugno, Airbus ha annunciato di avere ordini da parte di GECAS, Scandinavian Airlines, TransAsia Airways, IndiGo, LAN Airlines, AirAsia e GoAir.[22] Airbus ha ricevuto impegni per 83 aeromobili A320neo da parte di Air Lease Corporation, Avianca e TACA Airlines. Il 20 luglio 2011 American Airlines ha ordinato 130 aerei della famiglia A320neo, ordine che per la compagnia aerea significa porre fine ad una flotta composta solo da aeromobili Boeing. L'ordine fatto il 23 giugno 2011 dalla compagnia aerea a basso costo malese AirAsia è stato annunciato come il più grande ordine dell'aviazione commerciale del momento.[23] Al Paris Air Show 2011, la famiglia A320neo ha ricevuto un totale di 667 ordini e 83 impegni d'acquisto. Al Dubai Airshow tenutosi a novembre 2011 la serie Airbus A320neo ha ricevuto un totale di ulteriori 130 ordini e 105 impegni d'acquisto da diversi clienti. Il 25 gennaio 2012 la low-cost norvegese Norwegian Air Shuttle e Airbus hanno confermato un ordine di 100 A320neo.[24] Cebu Pacific è il più grande cliente di A321neo con un ordine di 30 velivoli.

Al 31 dicembre 2011 Airbus aveva ricevuto 1.196 ordini per la famiglia A320neo, ufficialmente lanciata nel dicembre 2010, diventando così il modello di aereo più venduto, prima di essere immesso sul mercato, nella storia dell'aviazione civile. Il 9 gennaio 2013, con la conferma da parte di Middle East Airlines di 10 ordini, suddivisi in 5 A320neo e 5 A321neo, è avvenuto il primo ordine dell'anno 2013. La famiglia A320neo a tale data aveva in ordine 1.664 ordini, per la precisione 26 A319neo, 1.496 A320neo (+ modelli non comunicati) e 142 A321neo.

Ordini firmati degli A320neo Family
(18 marzo 2013)[25][26]
2010 2011 2012 2013 Totale
A319neo 26 26
A320neo
(+ sconosciuti)
30 1120 416 148 1714
A321neo 80 62 297 439
Totale 30 1226 478 445 2179

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Aircraft list prices 2013, gennaio 2013. URL consultato l'11 ottobre 2013.
  2. ^ A320neo family information, Maximum benefit and minimum change, Airbus.com, 1º luglio 2011. URL consultato il 30 dicembre 2011.
  3. ^ On board well-being, Airbus.com, 1º dicembre 2010. URL consultato il 3 gennaio 2012.
  4. ^ A320 NEO to have $7–8 million price premium Flightglobal
  5. ^ SINGAPORE 2010: Airbus targets early A320 re-engining decision, 2015 debut Flightglobal
  6. ^ Airbus to Deploy Superjumbo, Military Engineers for A320 NEO Bloomberg
  7. ^ Airbus A320 Aircraft family, Airbus.com, 25 giugno 2011. URL consultato il 26 giugno 2011.
  8. ^ Airbus launches new A320 'Sharklet' wingtips in The Australian, 16 novembre 2009. URL consultato il 22 febbraio 2011.
  9. ^ Airbus A320 to Get Sharklets Large Wingtip Devices by the End of 2012, Deagel.com, 15 novembre 2009. URL consultato il 22 febbraio 2011.
  10. ^ Kingsley-Jones, Max, Dubai 09: A320’s sharklets to deliver 3.5% lower fuel burn from 2012 in Flight International, 15 novembre 2009. URL consultato il 22 febbraio 2011.
  11. ^ Airbus to introduce "Sharklets" on the Air New Zealand A320s in end 2012, Bangalore Aviation, 17 novembre 2009. URL consultato il 22 febbraio 2011.
  12. ^ Airbus says wingtip change to save fuel, Reuters, 15 novembre 2009. URL consultato il 22 febbraio 2011.
  13. ^ Korean Air Aerospace to manufacture and distribute Sharklets in Airbus, 31 maggio 2010. URL consultato il 2 giugno 2010.
  14. ^ [1]. Virgin America Press Release
  15. ^ a b Transaero Airlines firms up order for eight A320neo aircraft, Airbus.com, 5 dicembre 2011. URL consultato il 29 dicembre 2011.
  16. ^ Airbus A320neo information technology, 1º agosto 2011. URL consultato il 30 dicembre 2011.
  17. ^ Airbus could eventually offer Neo version of A318: Leahy, Flight Global, 12 gennaio 2010. URL consultato il 1º aprile 2012.
  18. ^ ILFC selects 100 A320neo Family aircraft. URL consultato il 30 dicembre 2011.
  19. ^ Airbus wins 211 orders and commitments worth US$20.5 billion, Airbus, 16 novembre 2011. URL consultato il 31 dicembre 2011.
  20. ^ Wall, Robert, IndiGo Becomes First A320NEO Customer With Huge Order, Aviation Week, 12 gennaio 2011. URL consultato il 9 giugno 2011.
  21. ^ Ranson, Lori, IndiGo’s potential A320neo order heats up engine competition, Air Transport Intelligence news via Flightglobal.com, 11 gennaio 2011. URL consultato il 9 giugno 2011.
  22. ^ Airbus secures 80 orders for A320NEO |publisher=Airbus.com
  23. ^ "Airbus gets biggest plane order ever to handily outpace Boeing in race to industry’s top spot". Washington Post, 23 June 2011.
  24. ^ Norwegian commits to 100 A320neo aircraft | Airbus News & Events
  25. ^ Airbus A320neo Technology, Airbus.com, 1º agosto 2011. URL consultato il 29 dicembre 2011.
  26. ^ Pratt & Whitney: Commercial Engines - PurePower PW1000G, Pw.utc.com. URL consultato il 14 gennaio 2012.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]