Pegasus Airlines

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Pegasus Airlines
2000px-Pegasus Airlines logo.svg.png
Pegasus B737-800 TC-ARP ZRH 2011-08-12 01.jpg
Compagnia aerea a basso costo
Codice IATA PC
Codice ICAO PGT
Identificativo di chiamata SUNTURK
Descrizione
Hub Istanbul-Sabiha Gökçen
Basi Adalia
Flotta 39 (+3 ordini)
Destinazioni 85
Azienda
Tipo azienda Società per azioni
Fondazione 1989 a Istanbul
Stato Turchia Turchia
Sede Istanbul
Persone chiave
  • Ali Sabancı (Presidente)
  • Sertaç Haybat (Direttore Generale)
Sito web www.flypgs.com
Voci di compagnie aeree presenti su Wikipedia

Pegasus Airlines (tur., Pegasus Hava Taşımacılığı A.Ş.) è una compagnia aerea a basso costo turca con base a Istanbul, la cui più importante base operativa è l'Aeroporto Internazionale Sabiha Gökçen.

È una compagnia aerea low cost che opera tra Europa e Medio Oriente, collegando tra loro 63 aeroporti situati in 61 città di 16 Paesi.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La Pegasus Airlines fu fondata il 1º dicembre 1989 come compagnia di voli charter del gruppo di Aer Lingus. Il servizio iniziò il 15 aprile 1990, con una flotta composta da due Boeing 737-400[1].

Dopo un periodo di flessione, a causa della Guerra del Golfo (1991) che causò una notevole diminuzione del turismo in Turchia, nel 1992 la Pegasus riprese e addirittura incrementò il numero dei passeggeri, tanto da dover acquistare un terzo Boeing 737-400 nello stesso anno[2]. Di lì a poco, la compagnia ottenne in leasing altri due Airbus A320, portando così la flotta a cinque unità[2].

Nel 1994, l'Aer Lingus vendette le proprie azioni di Pegasus alla società Yapi Kreditbank di Istanbul. Da quel momento, la Pegasus Airlines divenne una società interamente turca[3]. A partire dal 1997, la flotta fu sensibilmente ingrandita e potenziata, grazie all'acquisto di nuovi Boeing 737 di ultima generazione.

Nel 2005, ESAS Holding acquistò la Pegasus Airlines, ponendo Ali Sabancı come presidente e trasformando la compagnia in una low-cost.

Ulteriori ingrandimenti della flotta hanno portato la Pegasus Airlines a diventare la prima delle compagnie private turche per numero di passeggeri. Nel 2008, oltre 4 milioni e 400.000 passeggeri hanno volato con Pegasus[4].

Flotta[modifica | modifica wikitesto]

Boeing 737-800 della Pegasus Airlines

La flotta di Pegasus è composta attualmente da 44 aerei, tutti quanti Boeing 737; l'età media degli aerei è di 3,8 anni[2].

Rotte[modifica | modifica wikitesto]

Pegasus Airlines opera su rotte tra i seguenti aeroporti, ripartiti per Paese.

Austria Austria[modifica | modifica wikitesto]

Belgio Belgio[modifica | modifica wikitesto]

Cipro del Nord Cipro del Nord[modifica | modifica wikitesto]

Danimarca Danimarca[modifica | modifica wikitesto]

Francia Francia[modifica | modifica wikitesto]

Georgia Georgia[modifica | modifica wikitesto]

Germania Germania[modifica | modifica wikitesto]

Grecia Grecia[modifica | modifica wikitesto]

Iran Iran[modifica | modifica wikitesto]

Italia Italia[modifica | modifica wikitesto]

Libano Libano[modifica | modifica wikitesto]

Paesi Bassi Paesi Bassi[modifica | modifica wikitesto]

Qatar Qatar[modifica | modifica wikitesto]

Regno Unito Regno Unito[modifica | modifica wikitesto]

Russia Russia[modifica | modifica wikitesto]

Svezia Svezia[modifica | modifica wikitesto]

Svizzera Svizzera[modifica | modifica wikitesto]

Turchia Turchia[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Pegasus Airlines in Transport Stations. URL consultato il 5-8-2010.
  2. ^ a b c (EN) Pegasus-Details and Fleet History in Plane Spotters. URL consultato l'11-7-2013.
  3. ^ (EN) Pegasus Airlines (H9) in Liligo.com. URL consultato il 5-8-2010.
  4. ^ (EN) "Pegasus Tea Conversations with CEOs" goes to London in Sabancı. URL consultato il 5-8-2010.
  5. ^ (RU) Ato.Ru - 20-08-2013 - Авиакомпания Pegasus Airlines открыла рейс Трабзон—Сочи. URL consultato il 20-08-2013.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]