Air Berlin

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Air Berlin
Air Berlin Logo.svg
Air Berlin A321.jpg
Compagnia aerea major
Codice IATA AB
Codice ICAO BER
Identificativo di chiamata AIR BERLIN
Inizio operazioni di volo 28 aprile 1979
Descrizione
Hub
Hub secondari Düsseldorf
Basi
Programma frequent flyer Topbonus
Alleanza oneworld
Flotta 119 (+51 ordini)
Destinazioni 174
Controllate
Azienda
Tipo azienda Società in accomandita semplice
Fondazione 1978 a Lebanon
Stato Germania Germania
Sede Berlino
Gruppo Etihad Airways
Persone chiave
  • Wolfgang Prock-Schauer
    (Amministratore Delegato)
  • Ulf Hüttmeyer
    (Direttore Finanziario)
  • Helmut Himmelreich
    (Direttore Operativo)
  • Thomas Ney
    (Direttore Produttivo)
Dipendenti 9 284  (2012)
Slogan Your Airline
Sito web www.airberlin.com
Bilancio economico
Fatturato Green Arrow Up.svg 4,31 miliardi  (2012)
Risultato ante oneri finanziari Green Arrow Up.svg € 70,2 milioni  (2012)
Risultato d'esercizio Green Arrow Up.svg € 6,8 milioni  (2012)
Voci di compagnie aeree presenti su Wikipedia
Boeing 737-800 nella livrea attuale della Air Berlin.
Boeing 737-800 nella livrea storica della Air Berlin.
Fokker F100 nella livrea storica della Air Berlin.
La sede di Air Berlin
Vecchio logo della Air Berlin.

Air Berlin PLC & Co. Luftverkehrs KG, conosciuta dal largo pubblico per lo più come airberlin, Air Berlin o airberlin.com è la seconda compagnia aerea in Germania e la sesta in Europa, con basi operative presso gli aeroporti di Berlino-Tegel, Düsseldorf, Norimberga e Palma di Maiorca. Air Berlin raggiunge 163 destinazioni in 39 Paesi. Unitamente alle società affiliate, nell'anno 2010 Air Berlin ha trasportato 33,6 milioni di passeggeri.[1] Come pianificato, a partire da inizio 2012 Air Berlin è entrata a far parte dell'alleanza di compagnie aeree Oneworld.[2]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Anni 70[modifica | modifica wikitesto]

Air Berlin Inc. è stata fondata come compagnia charter di Berlino nel luglio 1978 nello stato federato degli Stati Uniti d'America dell'Oregon con approvazione dell'amministrazione statunitense FAA, in quanto da dopo la fine della Seconda Guerra Mondiale fino alla riunificazione avvenuta nel 1990 potevano volare solo aeromobili delle Potenze Vincitrici. Sede ufficiale della compagnia aerea era Miami, nello stato federato degli Stati Uniti d'America della Florida. Il primo volo della compagnia, un Boeing 707, decollò da Berlino il 28 aprile 1979 diretto a Palma de Mallorca. Air Berlin incentrò l'attenzione sul Mar Mediterraneo, specializzandosi su destinazioni in questo territorio. Mallorca è ancora oggi la destinazione più importante di Air Berlin.

Anni 90[modifica | modifica wikitesto]

Con la riunificazione tedesca cadde anche la sovranità aerea degli Alleati, così che si rese necessario un cambio di approvazione dell'Ufficio Federale per l'Aeronautica Civile della Germania (LBA). Il 16 aprile 1991 la denominazione della compagnia cambiò in Air Berlin GmbH & Co. Luftverkehrs KG. Successivamente l'Amministratore Unico Joachim Hunold modificò sostanzialmente il profilo della società. Da piccola compagnia di charter la società si evolse sviluppando passo dopo passo una rete di collegamenti paragonabili a quelli di linea, fino a diventare la seconda compagnia aerea della Germania. Dal 1999 Air Berlin è membro IATA.

Anni 2000[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2004 Air Berlin fondò assieme alla compagnia aerea austriaca NIKI la prima Alleanza Low Fare europea. Il 1 gennaio 2006 Air Berlin cambiò la forma giuridica, passando da GmbH & Co. KG a PLC & Co. KG. A partire dall'11 maggio 2006 veniva quotata in borsa. Nel 2006 Air Berlin acquisì la compagnia aerea dba. Nel 2007 Air Berlin annunciò l'acquisizione della compagnia aerea LTU. Sempre nel 2007 Air Berlin rilevò una quota del 49% della compagnia aerea svizzera Belair Airlines AG. Nel 2009 venne suggellata l'alleanza strategica incentrata sul lungo termine tra Air Berlin PLC e TUI Travel PLC per le rotte tedesche. La rete di rotte di città di TUIfly è stata acquisita da Air Berlin con l'inizio del piano di volo invernale 2009/10 (comunicato stampa di Air Berlin dell'8 settembre 2009)

Anni 2010[modifica | modifica wikitesto]

A luglio 2010 è stato annunciato che Air Berlin entrerà a far parte dell'alleanza mondiale di compagnie aeree oneworld. La totale adesione è prevista per l'inizio del 2012. In attesa dell'ingresso ufficiale, Air Berlin ha concordato con American Airlines e Finnair l'organizzazione di servizi con numero in comune (codesharing) a partire dal piano di volo invernale 2010/2011. Dal 1º aprile 2011, Air Berlin completerà l'integrazione della compagnia LTU, acquisita in agosto 2007. Il servizio aereo è ormai unificato e alcuni servizi tecnici del gruppo Air Berlin sono stati trasferiti alla nuova società "airberlin technik GmbH".[3]

A dicembre 2011 Etihad Airways ha innalzato la propria partecipazione in Air Berlin incrementando le proprie azioni dal 3 al 29,2 %.

Nell'agosto 2012 la compagnia ha terminato il secondo trimestre in rosso con perdite nette per 66,2 milioni di euro rispetto a 'rosso' di 43,9 milioni un anno prima. Il fatturato e' invece salito dell'1,7% a 1,13 miliardi. Lo comunica la societa' il cui numero uno, Hartmut Mehdorn, ha indicato che "abbiamo potuto controbilanciare il forte aumento dei costi esterni con misure interne. L'aumento del fatturato mostra che siamo sulla giusta strada. L'obiettivo di ridurre la flotta ci permettera' di essere meno influenzati dalle fluttuazioni stagionali. Stiamo anche investendo nei voli a lungo raggio per aumentare ulteriormente i profitti e volare in utile, come previsto, il prossimo anno".

Composizione societaria[modifica | modifica wikitesto]

Gruppo Air Berlin
Società Partecipazione
airberlin technik GmbH 100%
Belair 100%
NIKI 100%

Fatti e cifre[modifica | modifica wikitesto]

2003 2004 2005 2006 2007 2008 2009 2010
Fatturato [mil. €] 863,2 1.033,9 1.215,2 1.575,4 2.536,5 3.400,7 3.240,3 3.723,6
Utile [mil. €] 36,7 −2,9 −115,9 40,1 21,0 −75,0 −9,5 −97,2
Numero dipendenti 1.956 2.146 2.764 4.108 8.360 8.311 8.278 8.900
Passeggeri [migliaia] 10.019? 12.055? 17.505 19.702 27.863 28.559 27.911 33.593
Seat Load Factor [%] 76,72? 79,52? 75,23 75,27 77,22 78,36 77,26 76,79
Aeromobili a chiusura esercizio 46 47 79 117 124 125 152 169

(1) = successivamente rettificato da Air Berlin.

Accordi code sharing[modifica | modifica wikitesto]

Flotta[modifica | modifica wikitesto]

Alla data di giugno 2011 la flotta del Gruppo Air Berlin risulta composta come segue:[4]

Flotta Air Berlin, Belair e LGW
Aereo Numero Passeggeri
(Business/Economy)
Rotte Note
Airbus A319-100 15 A319-132: 150
(-/150)
Germania, Europa 2 operati da Belair
Airbus A320-200 36
(22 ordini)
174
(-/174)
Germania, Europa 7 operati da Belair
Airbus A321-200 10
(5 ordini)
210
(-/210)
Germania, Europa, Nord Africa
Airbus A330-200 10 303
(24/279)
Nord America, Asia, Caraibi
Airbus A330-300 3 387
(-/387)
Nord America, Asia, Caraibi e voli ad alta densità nel Mediterraneo
Boeing 737-700 26
(15 ordini)
144
(-/144)
Germania, Europa 10 operati da TUIfly; 6 operati da Germania
Boeing 737-800 37
(40 ordini)
186
(-/186)
Germania, Europa, Nord Africa 4 operati da TUIfly
Boeing 787-900[5][6] 15 ordini
5 in opzione
aperto entrata in servizio nel 2014 (previsione)
Bombardier Dash 8 Q400 10 76
(-/76)
Germania,Europa in servizio dal 2009; noleggiati dalla LGW
Totale: 147
(97 ordini e 5 opzioni)

L'età media della flotta si attesta attualmente intorno ai 4,9 anni. Grazie a continui investimenti volti all'acquisizione di apparecchi a basso consumo, i jet Air Berlin presentano valori particolarmente ridotti sia in termini di costi carburante che di emissioni inquinanti e di rumorosità. Nel 2010, Air Berlin ha ottenuto un risparmio sul consumo medio specifico di carburante dell'1,1%, registrando un valore pari a 3,60 litri per 100 chilometri passeggeri. Già nel maggio 2001, in assoluto anticipo sul resto del mondo, la società ha acquisito il primo Boeing 737-800 dotato di alette verticali posteriori, che moderano le esigenze di carburante e favoriscono la salvaguardia ambientale. Attualmente, quasi tutti gli aeromobili della flotta Air Berlin presentano tale allestimento. Nel febbraio 2011, Air Berlin ha acquisito il primo Boeing 737-800 con design "Sky Interior" delle cabine. Tutti i Boeing Next Generation che si aggiungeranno in futuro alla flotta Air Berlin saranno dotati di allestimento ottimizzato degli interni con pareti laterali e scomparti bagagli di nuova concezione, oblò di dimensioni più ampie e illuminazione a LED indiretta.

Servizio tecnico Air Berlin[modifica | modifica wikitesto]

Air Berlin Technik, parte del gruppo Air Berlin, è un'organizzazione certificata EASA Part 145 che impiega circa 1.200 persone nella manutenzione di mezzi sia appartenenti al gruppo Air Berlin che ad altre aerolinee europee. Il servizio tecnico Air Berlin è accreditato a livello nazionale da diverse autorità del settore, come USA FAA-145, Canadian CAA-145, Aruba EASA-145, l'ente federale russo per l'aviazione e GCAA, Emirati Arabi Uniti.[7]

Programma frequent flyer[modifica | modifica wikitesto]

Il programma di fidelizzazione di Air Berlin si chiama topbonus e annovera oltre 2,5 milioni di partecipanti (ultimo aggiornamento: aprile 2011). A ogni volo corrisponde l'accredito di punti ("miglia") che possono in seguito essere scambiati con passaggi aerei gratuiti (voli premio) o con un upgrade in classe Business. Alla topbonus Card Classic si aggiungono le carte di status Silver e Gold. L'offerta comprende inoltre una carta servizi (Service Card) e una carta di credito, entrambe gratuite.[8]

Destinazioni[modifica | modifica wikitesto]

Africa
America
Medio Oriente
Asia
Europa

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

  • Telegraph Travel Award 2008[9]
  • World Travel Award 2008[10]
  • European Business Award 2009[9]
  • oekom research 2009[9]
  • Business Travel Award 2010[11]
  • Spain Tourism Award (STAR) 2010[9]
  • Skytrax World Airline Award 2010[12]
  • Danish Travel Award 2010[9]
  • Franz-von-Mendelssohn-Medaille 2010[9]
  • TravelPlus Airline Amenity Bag Awards 2011[9]
  • Marken-Award 2011[9]

Incidenti[modifica | modifica wikitesto]

Alla data attuale - agosto 2013 - Air Berlin non ha avuto né incidenti mortali né perdite di velivoli. Pertanto l'indice JACDEC di Air Berlin è 0.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Air Berlin Annual Report 2010, airberlin.com.
  2. ^ News oneworld.com, 2010-07-27
  3. ^ airberlin: Successful LTU Integration comunicato stampa, 2011-03-31
  4. ^ Air Berlin flotta
  5. ^ Air Berlin ha convertito gli ordini dei Boeing 787-8 in Boeing 787-9
  6. ^ Air Berlin Switches To Boeing 787-9
  7. ^ airberlin technik
  8. ^ airberlin topbonus
  9. ^ a b c d e f g h Riconoscimenti Air Berlin Air Berlin, 2010-10-08
  10. ^ World-Winners 2008 World Travel Awards
  11. ^ Winners 2010 BusinessTravelAwards, 2010-01-18
  12. ^ The World's Top 10 airlines announced at the 2010 World Airline Awards Skytrax

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

(DEENESFRITPLRU) airberlin.com - About us