Ubuntu MATE

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ubuntu MATE
Logo
Ubuntu MATE 15.04 Desktop.png
Schermata di Ubuntu MATE 15.04
Sviluppatore Martin Wimpress, Canonical Ltd, Ubuntu Foundation
Famiglia SO Ubuntu (GNU/Linux)
Release iniziale 14.04
Release corrente 17.04 (13 aprile 2017)
Tipo di kernel Linux (monolitico)
Piattaforme supportate x86, AMD64 ed EM64T
Tipologia licenza Software libero
Licenza GNU GPL
Stadio di sviluppo Attivo
Sito web

Ubuntu MATE è la più giovane derivata ufficiale di Ubuntu che utilizza come ambiente grafico MATE. Le prime due release, 14.10 e 14.04, non erano derivate ufficiale di Ubuntu, mentre lo sono le versioni dalla 15.04 in poi. Il capo del team di Ubuntu MATE, Martin Wimpress, è anche sviluppatore di MATE.[1]

Cronologia delle versioni[modifica | modifica wikitesto]

Versione Nome in codice Data di pubblicazione Supportato fino al Osservazioni
14.04 LTS Trusty Tahr 2014-04-17 aprile 2017
14.10 Utopic Unicorn 2014-10-23 luglio 2015
  • è stata la prima versione di Ubuntu MATE ad essere stata rilasciata
15.04 Vivid Vervet 2015-04-23 dicembre 2015
  • è stata la prima versione ad essere derivata ufficiale
15.10 Wily Werewolf 2015-10-22 luglio 2016
16.04 LTS Xenial Xerus 2016-04-21 aprile 2019
16.10 Yakkety Yak 2016-10-13 luglio 2017
  • è stata la prima versione ad uscire con MATE compilato con le GTK3.
  • MATE aggiornato alla versione 1.16

Requisiti di sistema[modifica | modifica wikitesto]

Essendo MATE un fork dell'ambiente desktop GNOME 2 i requisiti minimi di Ubuntu MATE sono molto bassi permettendone l'installazione anche su hardware relativamente datato.

Requisiti minimi:

  • processore Intel Pentium III a 750MHz o equivalente
  • 512MB di RAM
  • 8GB di spazio libero su disco.

Requisiti raccomandati:

  • processore Intel Core 2 Duo a 1.6GHz o equivalente
  • 2GB di RAM
  • 16GB di spazio libero su disco
  • capacità 3D della scheda grafica

Caratteristiche distintive[modifica | modifica wikitesto]

Ubuntu MATE è attualmente l'unica derivata ufficiale di Ubuntu ad essere dotata di un welcome screen e fornisce un software grafico per installare alcuni dei programmi più utili, non necessariamente presenti nei repository ufficiali di Ubuntu (ad esempio il client di messaggistica Telegram).

Grazie a MATE Tweak è possibile personalizzare l'ambiente grafico, ad esempio cambiando il gestore delle finestre in Compiz o Compton per evitare problemi di screen tearing.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) MartinWimpress, wiki.ubuntu.com. URL consultato l'11 dicembre 2016.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Informatica Portale Informatica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Informatica