CentOS

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
CentOS
sistema operativo
Logo
CentOS 7.0 GNOME.png
Screenshot di CentOS con GNOME
SviluppatoreThe CentOS Project
FamigliaGNU/Linux
Release inizialeCentOS 2.0 (14 maggio 2004[1])
Release correnteCentOS 8.4.2105 (3 giugno 2021)
Tipo di kernelMonolitico (Linux)
Piattaforme supportatei386, x86-64
Metodo di aggiornamentoYum (PackageKit)
Tipo licenzaSoftware libero
LicenzaGNU GPL
Stadio di sviluppoStabile
Sito webwww.centos.org/

CentOS (acronimo di Community enterprise Operating System) è un sistema operativo concepito per fornire una piattaforma di classe enterprise per chiunque intenda utilizzare GNU/Linux per usi professionali. Si tratta di una distribuzione Linux derivata da Red Hat Enterprise Linux con cui cerca di essere completamente compatibile[2].

Pur installabile su architetture desktop, è un sistema concepito, sviluppato e utilizzato per gli ambienti server. In fase di setup, tra le diverse opzioni si accede a quella di selezione del "package" (set di installazione) adatto per lo specifico utilizzo.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Red Hat Enterprise Linux è composta interamente da software libero, ma è resa disponibile in una forma usabile (come CD-ROM di binari) solo a pagamento. Come richiesto dalla GNU General Public License e dalle altre licenze, tutto il codice sorgente è reso disponibile pubblicamente dalla Red Hat.[3] Gli sviluppatori di CentOS usano questo codice per creare un prodotto molto simile a Red Hat Enterprise Linux rendendolo disponibile gratuitamente per il download e l'uso, senza però il supporto offerto da Red Hat.

Sostanzialmente la differenza tra Red Hat e CentOS risiede principalmente nell'assenza di assistenza tecnica - attributo principale della motivazione di un pagamento economico - e il cambio del logo, dato che Red Hat è un marchio registrato. Altre differenze risiedono nella garanzia, dato che le applicazioni finali eseguibili non vengono certificate, a differenza di quanto accade per Red Hat[4]. L'8 dicembre 2020 è stato annunciato da RedHat che Centos 8 sarà l'ultima release creata a partire da RHEL 8, e che in futuro la distribuzione seguirà un modello di rilascio "rolling release", cambiando nome in CentoS stream [1]. La reazione della comunità è stata prevalentemente negativa.

Esistono anche altre distribuzioni derivate dal codice sorgente di Red Hat, ad esempio Fedora.

Per scaricare e installare gli aggiornamenti, CentOS usa il sistema di gestione pacchetti YUM, come Red Hat (dalla versione 5; fino a quel momento Red Hat usava up2date).

Versioni[modifica | modifica wikitesto]

CentOS 8.0[modifica | modifica wikitesto]

Il rilascio era stato inizialmente previsto per luglio 2019, ma i lavori sono stati sospesi per concentrarsi sulla versione 7.7. La release ufficiale è stata rilasciata nel settembre 2019. CentOS 8.0 si basa su Red Hat Enterprise Linux 8.[5]

CentOS 7.0[modifica | modifica wikitesto]

il 7 luglio 2014 è stata distribuita CentOS 7.0 per x86_64

(http://seven.centos.org/2014/07/release-announcement-for-centos-7x86_64/)

CentOS 6.0[modifica | modifica wikitesto]

Il 10 luglio 2011 è uscita CentOS 6.0 per x86 e x86_64[6]

CentOS 5.0[modifica | modifica wikitesto]

CentOS 5.0 è disponibile solo per x86 e x86_64

CentOS 4.0[modifica | modifica wikitesto]

CentOS 4.x supporta quasi tutte quelle supportate da Red Hat Enterprise Linux:

Supporto e aggiornamenti[modifica | modifica wikitesto]

CentOS prevede due fasi di aggiornamento nel corso del tempo:[7]

  • Durante la fase di aggiornamento (Full Update), il supporto verrà offerto a discrezione di Red Hat e a sua volta fornito da CentOS attraverso i set d'aggiornamento. In più, tutte le soluzioni ai bug saranno offerte attraverso i set. I set d'aggiornamento vengono rilasciati normalmente 2-3 volte all'anno, con delle nuove ISO rilasciate come parte di ogni Update Set. Nella numerazione x.y, y è il numero dell'aggiornamento;
  • Dalla data di termine aggiornamento e fino alla End-of-life verranno corretti solo i problemi di sicurezza e i bug critici. Ci potrebbero essere anche alcuni Update Sets.
Versione Rilascio Aggiornamento End-of-life
Vecchia versione non più supportata: 3.x 19 marzo 2004 20 luglio 2006 31 ottobre 2010
Vecchia versione non più supportata: 4.x 9 marzo 2005 31 marzo 2009 29 febbraio 2012
Vecchia versione non più supportata: 5.x 12 aprile 2007 31 gennaio 2014 31 marzo 2017
Vecchia versione non più supportata: 6.x 10 luglio 2011 31 maggio 2017 30 novembre 2020
Versione precedente ancora supportata: 7.x 7 luglio 2014 31 agosto 2020 30 giugno 2024
Versione stabile corrente: 8.x 24 settembre 2019 1 gennaio 2022 1 gennaio 2022
Legenda:
Vecchia versione
Versione precedente ancora supportata
Versione corrente
Ultima versione di anteprima
Versione futura

Requisiti Minimi[modifica | modifica wikitesto]

Requisiti Minimi
CentOS 6 CentOS 7
Memoria RAM
x86 392MB (CLI), 512MB (GUI) per CPU logica
Altre architetture 1GB 1GB per CPU logica
Spazio su Disco
1GB/5GB 10GB/20GB

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ John Newbigin, CentOS-2 Final finally released, su lists.centos.org, 14 maggio 2004. URL consultato il 6 marzo 2012.
  2. ^ Purpose of CentOS, su centos.org, CentOS Project. URL consultato il 6 marzo 2012 (archiviato dall'url originale il 4 febbraio 2012).
  3. ^ Red Hat License Agreements, su redhat.com, Red Hat. URL consultato il 6 marzo 2012.
  4. ^ CentOS-7 Installer Security Profiles, su wiki.centos.org, CentOS. URL consultato il 7 febbraio 2020.
  5. ^ Building 8, su wiki.centos.org. URL consultato il 24 settembre 2019.
  6. ^ (EN) Copia archiviata, su karan.org. URL consultato il 27 luglio 2011 (archiviato dall'url originale il 29 luglio 2011).
  7. ^ About/Product - CentOS Wiki, su wiki.centos.org. URL consultato il 7 luglio 2018.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàGND (DE7715884-2