MX Linux

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
MX Linux
sistema operativo
Logo
MX-19.png
FamigliaUnix-like
Release corrente19.2 (1º giugno 2020)
Tipo di kernelmonolitico
Piattaforme supportatei386, AMD64
Interfacce graficheXfce
Stadio di sviluppoAttivo
Sito webmxlinux.org

MX Linux è un sistema operativo Linux basato sulla versione stabile di Debian, che utilizza componenti di antiX, con software aggiuntivi creati dalla propria comunità.

Cenni storici[modifica | modifica wikitesto]

MX Linux ha iniziato una discussione sulle opzioni future tra i membri della comunità MEPIS nel dicembre 2013. Gli sviluppatori di antiX si unirono poi, portando il sistema di build ISO e la tecnologia Live-USB / DVD. Per essere elencato su DistroWatch, MX Linux è stato inizialmente presentato come una versione di antiX. Ha ricevuto la propria pagina DistroWatch come una distribuzione separata con il rilascio della prima Beta pubblica di MX-16 il 2 novembre 2016.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

È sviluppata congiuntamente tra le comunità antiX ed ex MEPIS, con l'obiettivo di utilizzare i migliori strumenti e talenti di ciascuna di queste distribuzioni. L'obiettivo dichiarato dalla comunità è "combinare un desktop elegante ed efficiente con una configurazione semplice, un'elevata stabilità, una solida performance e un'impronta di medie dimensioni".[1] MX Linux utilizza l'ambiente desktop Xfce.

Versioni[modifica | modifica wikitesto]

MX-14[modifica | modifica wikitesto]

La serie MX-14 è stata basata su Debian Stable "Wheezy" e ha utilizzato il primo Xfce 4.10 e poi, con la versione 14.4, Xfce 4.12. Le versioni MX-14 erano destinate ad adattarsi a un CD, un vincolo che limitava le applicazioni che potevano essere incluse. Questa serie ha visto l'evoluzione progressiva degli strumenti MX, una raccolta di utili utility progettate per aiutare l'utente in svariate attività comuni spesso complicate e oscure. Molti di questi strumenti sono stati sviluppati appositamente per MX, mentre alcuni sono stati dotati di applicazioni antiX esistenti.

MX-15[modifica | modifica wikitesto]

MX-15 si è spostato nel nuovo Debian Stable "Jessie" usando systemd-shim, il che significa che systemd è installato ma l'init predefinito è sysvinit. La limitazione della dimensione è stata risolta, consentendo agli sviluppatori di presentare all'utente un prodotto completo con le "chiavi in mano". Così è verificata una sostanziale espansione di MX Tools.

MX-16[modifica | modifica wikitesto]

MX-16 è ancora basato su Debian Stable "Jessie" ma con molte applicazioni retrocompatibili e aggiunte anche da altre fonti. Ha anche aggiunto e perfezionato MX Tools, con l'importazione di sviluppi avanzati antiX, e il supporto esteso e una combinazione completamente nuova di icona / tema / sfondo.

MX-16.1 raccoglie tutte le correzioni di bug e miglioramenti di MX-16 e aggiunge un nuovo tema a Kingfisher.

MX-19[modifica | modifica wikitesto]

MX-19 è basata su Debian Stable 10.1 "Buster", kernel 4.19. In questa nuova versione troviamo l'ambiente grafico XFCE in versione 4.14 rilasciato il 12 agosto 2019, dopo 4 anni e 5 mesi di sviluppo. In questi anni di lavoro, il team XFCE si è concentrato a portare il porting di tutti i principali componenti in GTK3 e GDbus. Inoltre, sono stati migliorati molti aspetti della user experience. Attualmente risiede al primo posto della classifica della nota rivista distrowatch come distribuzione più consultata all'interno del sito.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Informatica Portale Informatica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di informatica