DistroWatch

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
DistroWatch
sito web
URLwww.distrowatch.com/
Tipo di sitoDatabase online di distribuzioni Linux
RegistrazioneNo
CommercialeSi
ProprietarioLadislav Bodnar
Creato daLadislav Bodnar
Lancio31 maggio 2001
Stato attualeAttivo
SloganPut the fun back into computing. Use Linux, BSD.

DistroWatch è un sito web che fornisce notizie, classifiche di popolarità e altre informazioni di carattere generale su vari sistemi operativi open source, come le distribuzioni GNU/Linux (dette appunto in gergo informatico distro) ed altri sistemi liberi (come ad esempio BSD e OpenSolaris), nonché news sul software libero in generale.

Il servizio è stato progettato, sviluppato e gestito da Ladislav Bodnar, sudafricano di origini cecoslovacche che vive a Taiwan.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il sito web di DistroWatch è stato pubblicato per la prima volta il 31 maggio 2001. In origine mostrava una semplice tabella comprendente le 5 maggiori distribuzioni, illustrando le indicazioni comparate delle caratteristiche (prezzo, versione, data di rilascio) ed alcune versioni di pacchetti (Kernel, KDE, GNOME, XFree86, Apache).[1]

Nel cercare di renderla maggiormente comprensibile ed utile, col passare del tempo si sono aggiunte nuove distribuzioni, dotazioni e pacchetti. Da qui, Ladislav Bodnar decise di rendere pubblica la sua tabella privata, trasformandola in un documento HTML.

Contenuto[modifica | modifica wikitesto]

Per utenti e appassionati il sito di DistroWatch si è rivelato nel corso degli anni un valido strumento per essere informati sulle ultime novità e i rilasci riguardanti il software libero e distribuzioni GNU/Linux.

Tramite le funzionalità di ricerca interne del sito, è possibile ottenere informazioni (anche comparate) relative ai sistemi operativi e le distribuzioni catalogate, raggruppate in base a diversi criteri: tipologia di sistema (Linux o altri), categoria (per principianti, desktop, server, software educazionale, informatica forense, gaming, legacy, NAS, sistemi live ecc.), paese di origine, interfaccia grafica, distribuzione di origine (in caso di fork e derivate), architettura supportata, sistema di pacchettizzazione adottato, metodo di installazione, stato di attività ecc. [2]

Inoltre per ogni distribuzione presente nel database è dedicata una pagina contenente informazioni salienti e dettagliate: breve descrizione, link alle pagine ufficiali dei progetti, link di download, cronologia delle versioni, recensioni ecc.

Infine, una funzione molto popolare è una classifica che mostra l'indice di popolarità delle varie distribuzioni, basata sulle visite degli utenti alle pagine del sito di ciascuna distribuzione.

Prime 5 posizioni della classifica DistroWatch
(aggiornata al 4 gennaio 2020 e riferita agli ultimi 30 giorni)
[3]
Pos Distribuzione H.P.D.
1 MX Linux 4553
2 Manjaro Linux 2589
3 Linux Mint 2248
4 Debian 1681
5 Ubuntu 1440

Come specificato dal sito stesso, questa classifica non pretende di fornire dati attendibili relativi all'effettiva diffusione delle singole distribuzioni GNU/Linux, né stabilire se una distribuzione sia più utilizzata di un'altra. Questa funzione si limita infatti a mostrare il numero di volte con cui una pagina relativa ad una distribuzione viene visitata quotidianamente.[4]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ About DistroWatch, su distrowatch.com.
  2. ^ Distrowatch: Current distributions on database.
  3. ^ distrowatch.com, https://distrowatch.com/index.php?dataspan=4.
  4. ^ DistroWatch Page Hit Ranking, su distrowatch.com.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Internet Portale Internet: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di internet