Kali Linux

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Kali Linux
Logo
Kali Linux.png
Desktop di Kali Linux
Sviluppatore Mati Aharoni, Devon Kearns, Offensive Security.
Famiglia SO Unix-like basata su Debian
Release iniziale 1.0 (13 marzo 2013)
Release corrente 2016.1[1] (21 gennaio 2016)
Tipo di kernel Kernel monolitico
Piattaforme supportate i386, x86-64, ARM
Tipologia licenza Software libero
Licenza Varia
Stadio di sviluppo Attivo
Predecessore Backtrack[2]
Sito web www.kali.org

Kali Linux è una distribuzione basata su Debian GNU/Linux, pensata per l'informatica forense e la sicurezza informatica, in particolare penetration testing, creata e gestita da Offensive Security. È considerato il successore di BackTrack Linux.

Kali offre agli utenti un semplice accesso ad una larga collezione di tools per la sicurezza dal Port scanning ai password cracker. La sua GUI è Gnome 3. Supporta Live CD e Live USB, questa funzionalità offre agli utenti l'avvio di Kali direttamente da CD/USB senza bisogno di installazione, anche se nelle opzioni è presente la possibilità di installazione sull'Hard disk. È una piattaforma supportata per il framework Metasploit di Metasploit Project (sviluppato da rapid7), uno strumento per lo sviluppo e l'esecuzione di exploit verso macchine da remoto o verso macchine appartenenti alla propria LAN. Contiene anche i programmi di sicurezza: Wireshark, John the Ripper, Nmap e Aircrack-ng.

La release 2016.1 del 21 gennaio 2016 è la più recente versione.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Kali Linux, Rolling Edition Released – 2016.1, kali.org.
  2. ^ (EN) Kali Linux Has Been Released!, su backtrack-linux.org, 12 marzo 2013. URL consultato il 22 ottobre 2014 (archiviato il 15 marzo 2013).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]