Kali Linux

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Kali Linux
Logo
كالي لينكس.png
Sviluppatore Mati Aharoni, Devon Kearns, Offensive Security.
Famiglia SO Debian GNU/Linux
Release iniziale 1.0 (13 marzo 2013)
Release corrente 2016.2[1] (31 agosto 2016)
Tipo di kernel Linux (monolitico)
Piattaforme supportate i386, x86-64, ARM
Tipologia licenza Software libero
Licenza Varia
Stadio di sviluppo Attivo
Predecessore Backtrack[2]
Sito web

Kali Linux è una distribuzione basata su Debian GNU/Linux, pensata per l'informatica forense e la sicurezza informatica, in particolare per effettuare penetration test. È creata e gestita dal gruppo Offensive Security. È considerato il successore di Backtrack.

Kali offre agli utenti un semplice accesso ad una larga collezione di tools per la sicurezza dal port scanning ai password cracker. La sua GUI è GNOME 3. Supporta live CD e live USB, questa funzionalità offre agli utenti l'avvio di Kali direttamente da CD/USB senza bisogno di installazione, anche se nelle opzioni è presente la possibilità di installazione sul disco rigido. È una piattaforma supportata per il framework Metasploit di Metasploit Project (sviluppato da rapid7), uno strumento per lo sviluppo e l'esecuzione di exploit verso macchine da remoto o verso macchine appartenenti alla propria LAN. Contiene anche i programmi di sicurezza: Wireshark, John the Ripper, Nmap e Aircrack-ng.

La release 2017.1 del 25 aprile 2017 è la più recente versione.[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Kali Linux, Rolling Edition Released – 2016.1, kali.org.
  2. ^ (EN) Kali Linux Has Been Released!, backtrack-linux.org, 12 marzo 2013. URL consultato il 22 ottobre 2014 (archiviato il 15 marzo 2013).
  3. ^ (EN) Kali Linux 2017.1 Release, su www.kali.org, 25 aprile 2017. URL consultato il 19 maggio 2017.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]