Fluxbox

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Fluxbox
Logo
Screenshot di Fluxbox
Screenshot di Fluxbox
SviluppatoreSviluppatori di Fluxbox
Data prima versione2001
Ultima versione1.3.7 (8 febbraio 2015)
Sistema operativoUnix-like
LinguaggioC++[1][2]
GenereWindow manager (non in lista)
LicenzaMIT
(licenza libera)
Sito web

Fluxbox è un window manager basato sul codice di Blackbox versione 0.61.1, ma con un elevato grado di personalizzazione e funzionalità aggiuntive.

Panoramica[modifica | modifica wikitesto]

La caratteristica principale di Fluxbox è la sua leggerezza, e di conseguenza la sua buona performance. Chiaramente questo implica che le funzionalità disponibili al momento dell'installazione siano minime. È stata perciò creata una vasta gamma di programmi satellite per FluxBox che permettono di modificarne aspetto e caratteristiche (ad esempio FbDesk permette di mostrare le icone sul desktop).

Il menù di sistema, al quale si accede tramite il tasto destro del mouse, è completamente personalizzabile, le applicazioni possono essere suddivise per categorie e sottocategorie così da limitare l'espansione del menù stesso.

Una grande opportunità di personalizzazione è offerta dalla slit che può raccogliere numerose piccole applicazioni dette dockapp. Queste applicazioni possono comprendere sia piccole utilità (come il controllo del livello di carica della batteria o il cpu scaling), sia applicazioni di tipo multimediale/ludico (controlli della scheda audio, visualizzatori di Fortune). È inoltre possibile cambiare l'assetto della titlebar delle finestre.
Supporta anche i desktop virtuali ed è possibile passare dall'uno all'altro tramite la rotellina del mouse, opportunamente configurata.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

  • Tabs delle finestre configurabili
  • Visualizzazione delle icone per le finestre minimizzate sulla Toolbar
  • Cambiamento di desktop virtuale (workspace) con la rotella del mouse
  • Barra dei titoli configurabile (posizionamento dei bottoni, aggiunta di nuovi bottoni)
  • Compatibilità con KDE
  • Nuovo gestore nativo delle pressioni dei tasti (supporto per combinazioni di tasti emacs-like)
  • Opzione di massimizzazione sopra la slit
  • Compatibilità parziale con GNOME
  • Ordinamento delle dockapp della slit

Configurazione[modifica | modifica wikitesto]

La configurazione di Fluxbox è gestita interamente da semplici file di testo (di default nella directory /.fluxbox situata nella home dell'utente), anche se è possibile usare FluxConf, disponibile nella homepage di FluxBox.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Mike Saunders, Lightweight window managers, in Linux Format, nº 103, marzo 2008.
  2. ^ (RU) Майк Сондерс, Легковесные ОМ (PDF), in Linux Format, nº 103, Mezon.ru, marzo 2008.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]