LXDE

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Lightweight X11 Desktop Environment
Logo di LXDE
Screenshot di LXDE
Schermata di LXDE
Sviluppatore LXDEsystems, LXDE Community
Ultima versione 0.5.5
Sistema operativo Unix-like
Linguaggio C
Genere Desktop environment
Licenza GNU GPL
(Licenza libera)
Lingua Multilingua (più di 35 lingue)
Sito web lxde.org

LXDE (Lightweight X11 Desktop Environment) è un ambiente desktop libero per distribuzioni GNU/Linux e sistemi operativi Unix-like.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Venne creato nel 2006 dal programmatore taiwanese Hong Jen Yee, con l'obiettivo di essere estremamente leggero e reattivo.

Il 21 luglio 2013, il team di sviluppo di Razor-qt ha annunciato che si fonderà con LXDE, dando vita ad un nuovo ambiente desktop:LXDE-Qt[1]

Caratteristiche[modifica | modifica sorgente]

Nonostante sia stato progettato per operare su dispositivi con basse prestazioni come netbook o vecchi computer, LXDE offre un ambiente desktop completo.

Tuttavia, contrariamente a GNOME e KDE, manca nativamente di alcuni tool grafici di configurazione, e talune impostazioni devono essere impostate manualmente dall'utente, agendo su files di testo.

Componenti[modifica | modifica sorgente]

I componenti di LXDE sono tra loro indipendenti e perfettamente utilizzabili anche in altri ambienti desktop. Tra essi abbiamo:

LXDE nelle distribuzioni GNU/Linux[modifica | modifica sorgente]

Alcune distribuzioni GNU/Linux che usano LXDE sono:

  • Arch Linux[2]
  • ConnochaetOS: moderna distro creata per l'uso su PC obsoleti, basata su ArchLinux, ma completamente riscritta; consente (dalla versione 0.9.1) l'installazione di LXDE
  • Debian
  • eXPress-linux: Una distribuzione basata su Ubuntu ed LXDE
  • Fedora
  • Gentoo Linux[3]
  • gOS, gOS3, distribuzione con LXDE che usa i Google Gadgets dedicata per l' utilizzo intensivo del web[4]
  • Greenie: Sistema operativo basato su Ubuntu con LXDE come ambiente desktop
  • Knoppix: Live CD Debian-based dalla versione 6 con LXDE di default
  • Lubuntu: Una versione di Ubuntu basata sull'ambiente per desktop LXDE e Openbox come window manager
  • MoonOS: Una distribuzione derivata da Ubuntu disponibile sia con LXDE che con Enlightenment come window manager predefiniti
  • Myah OS 3.0 Box edition: LXDE sapore di Myah OS
  • openSUSE: a partire dalla versione 11.3, LXDE è disponibile sul supporto DVD
  • PCLinuxOS: Distribuzione derivata da Mandrake Linux, ma ormai da tempo indipendente; offerta con differenti DE: uno dei quali è LXDE
  • PUD GNU/Linux: basatata su Ubuntu linux, e un Live CD installabile con LXDE
  • Sabayon Linux: Distribuzione italiana che offre, fra gli altri, una versione con preinstallato LXDE
  • Salix OS: Distribuzione basata su Slackware che offre una versione con LXDE
  • Slitaz: Live CD estremamente piccolo che utilizza la maggior parte dei componenti di LXDE[5]
  • TinyMe: PCLinuxOS-basata sulla piccola distribuzione con alcuni componenti del LXDE
  • U-lite (ex Ubuntulite): Distribuzione con LXDE derivata da Ubuntu[6]
  • Ubuntu Plume: Una distribuzione basata su Ubuntu
  • Vectorlinux LITE: VectorLinux edizione LITE

LXDE in altri sistemi Unix-like[modifica | modifica sorgente]

  • PC-BSD: a partire dalla versione 9.0, LXDE è disponibile anche in PC-BSD.

Galleria di screenshots[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ The future of Razor and LXDE-Qt di Jerome Leclanche, 21 luglio 2013
  2. ^ Arch Linux Packages - LXDE.
  3. ^ Gentoo Packages - LXDE.
  4. ^ Mark Hachman, New gOS Linux OS Surrounded by Netbooks. URL consultato il 7 agosto 2008.
  5. ^ Gary Richmond, SliTaz live CD: small but beautifully marked. URL consultato il 13 agosto 2008.
  6. ^ Scott Gilbertson, Lightweight Linux Desktop Proves Popular with Netbooks. URL consultato il 7 agosto 2008.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]