LXQt

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
LXQt
Logo
Screenshot di LXQt 0.10
Screenshot di LXQt 0.10
SviluppatoreTeam di LXQt
Ultima versione0.12.0 (21 ottobre 2017)
Sistema operativoUnix-like (non in lista)
LinguaggioC++
ToolkitQt
GenereDesktop environment
LicenzaGNU GPL
(licenza libera)
Linguamultilingua
Sito web

LXQt è un ambiente grafico per sistemi unix-like, nato dalla fusione dei progetti LXDE (nella variante LXDE-Qt) e Razor-Qt.

Basato su librerie Qt, si caratterizza per i bassi requisiti di sistema (di poco superiori a LXDE, tanto da essere in grado di funzionare su computer datati) e per un certo grado di modularità (permette, ad esempio, di impostare diversi gestori di finestre).

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Poco soddisfatto delle librerie GTK+ 3,[1] Hong Jen Yee (sviluppatore del progetto LXDE), dopo alcuni esperimenti con le librerie Qt all'inizio del 2013[2], rilasciò una primissima versione in Qt del gestore di file PCManFM il 26 marzo 2013.[1] Specificando che non si trattava di una migrazione da GTK a Qt, affermò che le due versioni sarebbero convissute. Più tardi eseguì un porting di Xrandr, front-end di LXDE in Qt.[3]

Nel luglio 2013 Hong Jen Yee annunciò il passaggio a Qt dell'intero ambiente LXDE.[4] Il 21 luglio 2013, i progetti Razor-qt e LXDE annunciarono la loro fusione.[5][6] Ciò avrebbe significato che in un primo momento sarebbero convissute le versioni GTK+ e Qt, per poi focalizzarsi gradualmente su Qt abbandonando GTK.[5] La fusione dei progetti LXDE-Qt and Razor-qt fu chiamata LXQt[7], rilasciando la prima versione, la 0.7.0, il 7 maggio 2014.[8] La versione 0.8.0, che portava la piena compatibilità con le librerie Qt 5, fu resa disponibile il 13 ottobre 2014.[9]

LXQt 0.9 è stata rilasciata nel 2015. Questa versione ha comportato l'abbandono delle librerie Qt 4 in favore di Qt 5 (richiedendo Qt 5.3 e KDE Frameworks 5).[10]

La versione 0.10 di LXQt è stata rilasciata a novembre 2015.[11]

La versione 0.11 di LXQt è stata rilasciata il 24 settembre 2016.[12] Per rispondere alle preoccupazioni sull'uso eccessivo di memoria delle applicazioni scritte in Qt, è stato fatto un confronto con Xfce, da cui è risultato che l'impiego di memoria durante un avvio da sistema spento era di 112 Mb, di poco inferiore a Xfce.[13]

Attualmente (maggio 2017) LXQt è disponibile o installabile su tutte le principali distribuzioni GNU/Linux, fra cui si ricordano:

Componenti software[modifica | modifica wikitesto]

LXQt è composto da diversi componenti modulari dipendenti da Qt e KDE Frameworks 5.[14]

Nome Dipendenze Descrizione
lximage-qt Visualizzatore di immagini di LXQt
lxmenu-data
lxqt-about Finestra di dialogo di LXQt
lxqt-admin
lxqt-common
lxqt-config KScreen (RandR) Centro impostazioni di sistema di LXQt
lxqt-globalkeys KGlobalAccel
lxqt-notificationd Demone di notifica di LXQt
lxqt-openssh-askpass
lxqt-panel Solid
lxqt-policykit Agente di autentificazione PolicyKit di LXQt
lxqt-powermanagement Solid
lxqt-qtplugin
lxqt-runner Application runner di LXQt
lxqt-session Manager della sessione di LXQt
lxqt-sudo
menu-cache
obconf-qt Versione scritta in Qt dello strumento di configurazione di Openbox
compton-conf Strumento grafico di configurazione del composite manager per X Compton[15]
pcmanfm-qt
qt-gtk-engine Strumento di adattamento di programmi GTK+ 3 in Qt

Roadmap[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b PCManFM Qt 0.1.0 released, LXDE Blog, 26 marzo 2013. URL consultato il 4 maggio 2013.
  2. ^ PCManFM file manager is ported to Qt?, LXDE Blog, 19 febbraio 2013. URL consultato il 4 maggio 2013.
  3. ^ PCMan, LXDE xrandr GUI Frontent lxrandr is Ported to Qt in One Day, in LXDE Development, 1º maggio 2013. URL consultato il 4 maggio 2013.
  4. ^ LXDE - LXDE-Qt Preview, Blog.lxde.org, 3 luglio 2013. URL consultato il 27 marzo 2014.
  5. ^ a b The Future of Razor and LXDE-Qt, Blog.lxde.org, 22 luglio 2013. URL consultato il 19 maggio 2014.
  6. ^ Template:Cite mailing list
  7. ^ The First Alpha Release of LXDE-Qt (or LXQt) is in Preparation, Blog.lxde.org, 27 aprile 2014. URL consultato il 7 maggio 2014.
  8. ^ Template:Cite mailing list
  9. ^ Template:Cite mailing list
  10. ^ Template:Cite mailing list
  11. ^ Release LXQt 0.10, LXQt, 2 novembre 2015. URL consultato il 3 novembre 2016.
  12. ^ Release LXQt 0.11, LXQt, 24 settembre 2016. URL consultato il 24 settembre 2016.
  13. ^ Benchmark: Memory Usage: LXQt desktop environment vs XFCE – LXDE Blog, LXQt, 4 ottobre 2016. URL consultato l'11 gennaio 2017.
  14. ^ https://github.com/lxde/lxqt/wiki/KF5-usage-in-LXQt
  15. ^ Compton in ArchLinux Wiki, su wiki.archlinux.org.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Software libero Portale Software libero: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Software libero