FVWM

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
FVWM
Logo
FVWM 1.24
FVWM 1.24
Ultima versione 2.4.20 (9 dicembre 2006)
Ultima beta 2.5.26 (7 maggio 2008)
Sistema operativo Unix-like
Linguaggio
Genere Windowing system
Licenza GNU General Public License
(licenza libera)
Sito web fvwm.org

F Virtual Window Manager è un window manager per X Window System. Originariamente derivato di twm, si è evoluto in un ambiente potente ed altamente configurabile per sistemi Unix e Unix-like. È un software libero distribuito sotto licenza GNU GPL.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenta numerose caratteriste potenzialmente disattivabili al momento dell'avvio del programma o attivabili dinamicamente, anche per singole finestre.[1] La filosofia di questo window manager non impone all'utente un ambiente di lavoro rigido, ma gli offre strumenti per configurare il desktop nella modo a lui più congeniale.

  • Supporto di circa 4 miliardi di desktop virtuali, ognuno suddivisibile in pagine multiple.
  • Pieno supporto di EWMH[2], ICCCM-2 [3] e GNOME Hints[4]
  • Pieno supporto di localizzazione, compresi i caratteri multi-byte ed il testo bidirezionale.[5]
  • Supporto dei font Xft2 con antialiasing, ombreggiatura e rotazione del testo.
  • Barre del titolo delle finestre disabilitabili o trasferibili su qualsiasi lato della finestra, con un massimo di 10 bottoni configurabili dall'utente.
  • Scomparsa delle finestre animata in tutte le direzioni.
  • Pieno supporto di immagini PNG, compresa la trasparenza.
  • Libreria Perl per lo scripting ed il parsing dei file di configurazione.
  • Toolkit per generare dialoghi, menu e applicazioni durante l'esecuzione.
  • Gestures per collegare movimenti del mouse con comandi.
  • Menu dinamici; utilità per sfogliare il file system e trasferire informazioni da Internet direttamente nei menu.
  • Gestione delle sessioni.[6]
  • Supporto dell'estensione Xinerama per usare più di un monitor.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia di FVWM
versione data
pre-release 1º giugno 1993[7]
0.82 9 luglio 1993[8]
0.9 21 luglio 1993[9]
0.91 26 luglio 1993[10]
0.92 2 agosto 1993[11]
0.96 6 settembre 1993[12]
0.97 23 settembre 1993[13]
0.98 7 ottobre 1993[14]
0.985 22 ottobre 1993[15]
0.99 26 ottobre 1993[16]
1.0 3 novembre 1993[17]
1.05 12 novembre 1993[18]
1.10 4 dicembre 1993[19]
1.15 20 dicembre 1993[20]
1.16 22 dicembre 1993[21]
1.20 29 gennaio 1994[22]
1.21c 10 marzo 1994[23]
1.23b 18 settembre 1994[24]
1.24l 11 ottobre 1994[25]
2.0.43 "almost" 20 giugno 1996[26]
2.0.43 8 luglio 1996[27]
2.0.44 15 gennaio 1997[28]
2.0.45 22 gennaio 1997[29]
2.0.46 20 agosto 1997[30]
2.1.4 4 dicembre 1998[31]
2.1.5 14 dicembre 1998[32]
2.1.7 5 gennaio 1999[33]
2.1.10 20 gennaio 1999[34]
2.2 22 febbraio 1999[35]
2.3.22 13 novembre 2000[36]
2.2.5 stable 25 febbraio 2001[37]
2.4.0 4 luglio 2001[38]
2.4.1 15 settembre 2001[38]
2.4.2 16 settembre 2001[38]
2.4.3 8 ottobre 2001[38]
2.4.4 16 dicembre 2001[38]
2.4.5 27 gennaio 2002[38]
2.4.6 10 marzo 2002[38]
2.4.7 11 aprile 2002[38]
2.4.8 11 giugno 2002[38]
2.4.9 11 agosto 2002[38]
2.4.10 15 settembre 2002[38]
2.4.11 20 settembre 2002[38]
2.4.12 10 ottobre 2002[38]
2.4.13 1º novembre 2002[38]
2.4.14 29 novembre 2002[38]
2.4.15 24 gennaio 2003[38]
2.4.16 30 maggio 2003[38]
2.4.17 10 ottobre 2003[38]
2.4.18 19 marzo 2004[38]
2.4.19 30 settembre 2004[38]
2.4.20 6 dicembre 2006[38]
2.5.0 alpha 27 gennaio 2002[38]
2.5.1 alpha 26 aprile 2002[38]
2.5.2 alpha 24 giugno 2002[38]
2.5.3 alpha 25 agosto 2002[38]
2.5.4 alpha 20 ottobre 2002[38]
2.5.5 development 2 dicembre 2002[38]
2.5.6 development 28 febbraio 2003[38]
2.5.7 development 30 maggio 2003[38]
2.5.8 development 31 ottobre 2003[38]
2.5.9 alpha 2 marzo 2004[38]
2.5.10 alpha 19 marzo 2004[38]
2.5.11 alpha 30 settembre 2004[38]
2.5.12 alpha 6 ottobre 2004[38]
2.5.13 beta 16 luglio 2005[38]
2.5.14 beta 24 agosto 2005[38]
2.5.15 beta 14 gennaio 2006[38]
2.5.16 beta 20 gennaio 2006[38]
2.5.17 beta 19 luglio 2006[38]
2.5.18 beta 11 settembre 2006[38]
2.5.19 beta 9 dicembre 2006[38]
2.5.20 beta 15 gennaio 2007[38]
2.5.21 beta 20 gennaio 2007[38]
2.5.22 beta 29 agosto 2007[38]
2.5.23 beta 1º settembre 2007[38]
2.5.24 beta 24 novembre 2007[38]
2.5.25 beta 26 febbraio 2008[38]
2.5.26 beta 7 maggio 2008[38]

Nel 1993, durante un lavoro sull'analisi di segnature acustiche [39] per il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti, Robert Nation iniziò a modificare twm, per scoprire il motivo del suo elevato consumo di memoria e per aggiungere la gestione di desktop virtuali.

Già ben conosciuto per il suo terminale virtuale rxvt [40], Nation lavorò alla riduzione del consumo di memoria del suo nuovo window manager. Per testare la risposta degli utenti a FVWM, nel giugno 1993 Nation lo rese pubblico allegandolo alla release 1.1c di rxvt.[7].

Nel 1994 Robert Nation trasferì la gestione del progetto a Charles "Chuck" Hines. L'ultima release della quale Nation si occupò direttamente fu fvwm-1.24r. Il 21 maggio 1998 Chuck Hines cedette a Brady Montz la responsabilità dello sviluppo di FVWM.[41] Infine, nello stesso anno, Montz abolì la figura del "manutentore unico" e passò il compito dell'ulteriore evoluzione di FVWM a una squadra di volontari.

Molti sviluppatori hanno basato i loro progretti su FVWM per beneficiare dei suoi anni di sviluppo. Molti popolari window manager discendono da FVWM, per esempio Afterstep [42], Xfce, Enlightenment e Metisse.

Origine della sigla FVWM[modifica | modifica wikitesto]

Il manuale [43] riporta la sigla estesa per FVWM : «fvwm - F? Virtual Window Manager for X11»

Secondo le FAQ del Virtual Window Manager, la F non ha un significato ufficiale [44], mentre le lettere VWM sono legate alla sua storia, ereditata da twm ed altri gestori di finestre virtuali.

Da una intervista concessa da Rodbert Nation al Linux Journal [45] risulta che nelle primissime versioni la F era l'iniziale di Feeble (Esile). Sempre secondo le FAQ, la F indica Felino, soprattutto in considerazione della passione per i gatti degli attuali sviluppatori, come evidenziato dal logo.

Per distinguere la versione 2.x, per lungo tempo in fase di sviluppo, dalla versione stabile 1.x, si è per qualche tempo usato il nome FVWM2. Nella maggior parte delle distribuzioni Linux il comando fvwm2 è semplicemente un collegamento simbolico al comando fvwm.[senza fonte]

Uno screenshot di FVWM 2.5.17 su doppio monitor.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ La lista delle caratteristiche è basata basata sulla documentazione distribuita con il software.
  2. ^ Yuriybrisk, EWMH, Wikipedia, 25 Settembre 2007.
  3. ^ David Gerard, ICCM, Wikipedia, 7 Agosto 2004.
  4. ^ questi standard permettono a FVWM di interagire con ambienti desktop come GNOME e KDE
  5. ^ L'italiano è una lingua che si legge da sinistra verso destra. Vi sono invece altre lingue, tra cui l'ebraico e l'arabo che si leggono da destra verso sinistra.
  6. ^ (EN) Linux Gazette — Fvwm and Session Management LG #100, linuxgazette.net. URL consultato il 24 dicembre 2008.
  7. ^ a b (EN) Robert Nation, rxvt-1.1c uploaded, su comp.os.linux.announce, 1° giugno 1993, 1993Jun1.201340.7363@klaava.Helsinki.FI. URL consultato il 24 dicembre 2008.
  8. ^ (EN) Robert Nation, new realease of fvwm window manager on sunsite, su comp.os.linux.announce, 9 luglio 1993, 1993Jul9.193236.16478@dg-rtp.dg.com. URL consultato il 25 dicembre 2008.
  9. ^ (EN) Robert Nation, fvwm-0.9 X-Window Manager placed on Sunsite, su comp.os.linux.announce, 21 luglio 1993, 22ks0e$e12@theory.TC.Cornell.EDU. URL consultato il 25 dicembre 2008.
  10. ^ (EN) Robert Nation, fvwm-0.91 X-11 Window Manager uploaded to sunsite, su comp.os.linux.announce, 26 luglio 1993, 231ts9$2mc@theory.TC.Cornell.EDU. URL consultato il 25 dicembre 2008.
  11. ^ (EN) Robert Nation, fvwm-0.92 X-11 window manager placed on sunsite, su comp.os.linux.announce, 2 agosto 1993, 23j9tr$ihr@theory.TC.Cornell.EDU. URL consultato il 25 dicembre 2008.
  12. ^ (EN) Robert Nation, Fvwm-0.96 X11 window manageruploaded to sunsite, su comp.os.linux.announce, 6 settembre 1993, 26e3d4$oer@samba.oit.unc.edu. URL consultato il 25 dicembre 2008.
  13. ^ (EN) Robert Nation, fvwm-0.97 X Window System Window Manager on Sunsite, su comp.os.linux.announce, 22 settembre 1993, 27nupe$rgb@samba.oit.unc.edu. URL consultato il 25 dicembre 2008.
  14. ^ (EN) Robert Nation, Fvwm X-11 window manager, version 0.98 on sunsite, su comp.os.linux.announce, 7 ottobre 1993, 2922ni$76p@samba.oit.unc.edu. URL consultato il 25 dicembre 2008.
  15. ^ (EN) Robert Nation, fvwm-0.985 X-11 Window Manager is available on sunsite, su comp.os.linux.announce, 22 ottobre 1993, 2a6790$rgj@samba.oit.unc.edu. URL consultato il 25 dicembre 2008.
  16. ^ (EN) Robert Nation, Fvwm-0.99 available on spcot.sanders.com, su comp.os.linux.announce, 26 ottobre 1993, 2ak5bh$77o@samba.oit.unc.edu. URL consultato il 25 dicembre 2008.
  17. ^ (EN) Robert Nation, Fvwm version 1.0 (X-11 Window Manager) available, su comp.os.linux.announce, 3 novembre 1993, 2b94r3$lj6@klaava.Helsinki.FI. URL consultato il 25 dicembre 2008.
  18. ^ (EN) Robert Nation, Fvwm-1.05 (X-11 Window Manager) available, su comp.os.linux.announce, 12 novembre 1993, 2c07t5$gni@kruuna.Helsinki.FI. URL consultato il 25 dicembre 2008.
  19. ^ (EN) Robert Nation, Fvwm version 1.10 available, su comp.os.linux.announce, 4 dicembre 1993, 2doh94$goa@klaava.Helsinki.FI. URL consultato il 25 dicembre 2008.
  20. ^ (EN) Robert Nation, Fvwm version 1.15 available, su comp.os.linux.announce, 20 dicembre 1993, 2f2po2$dm9@klaava.Helsinki.FI. URL consultato il 25 dicembre 2008.
  21. ^ (EN) Robert Nation, Fvwm version 1.16 available, su comp.os.linux.announce, 22 dicembre 1993, 2f7vl1$imt@klaava.Helsinki.FI. URL consultato il 25 dicembre 2008.
  22. ^ (EN) Robert Nation, Fvwm version 1.2 available, su comp.os.linux.announce, 29 gennaio 1994, 2iell7$hur@klaava.Helsinki.FI. URL consultato il 25 dicembre 2008.
  23. ^ (EN) Robert Nation, Fvwm version 1.21c available, su comp.os.linux.announce, 10 marzo 1994, 1994Mar10.174815.10099@cs.cornell.edu. URL consultato il 25 dicembre 2008.
  24. ^ (EN) arcman, Daily index of mails@mark-itt.ru, su udm.archives, 18 settembre 1994, 35fo40$rvf@hq.izhmark.udmurtia.su. URL consultato il 25 dicembre 2008.
  25. ^ (EN) Erik Troan, New files on sunsite.unc.edu, su comp.os.linux.announce, 17 ottobre 1994, ann-1393.782409724@cs.cornell.edu. URL consultato il 25 dicembre 2008.
  26. ^ (EN) FTP bot, mirror update of fvwm, su tnn.archives.mirrors, 21 giugno 1996, 199606210407.NAA17236@ftp.iij.ad.jp. URL consultato il 28 dicembre 2008.
  27. ^ (EN) FTP bot, mirror update of fvwm, su tnn.archives.mirrors, 9 luglio 1996, 199607090410.NAA05189@ftp.iij.ad.jp. URL consultato il 28 dicembre 2008.
  28. ^ (EN) Charles Hines, fvwm 2.0.44, finially, su saar.lists.fvwm, 16 gennaio 1997, 9701152149.AA18251@cold.fishkill.ibm.com. URL consultato il 28 dicembre 2008.
  29. ^ (EN) FTP bot, mirror update of fvwm, su tnn.archives.mirrors, 23 gennaio 1997, 199701230414.NAA08266@mirror0.iij.ad.jp. URL consultato il 28 dicembre 2008.
  30. ^ (EN) Adam Kopacz, !!! FVWM 2.00.46 !!!, su fido.ger.linux, 20 agosto 1997, MSGID_2=3A2468=2F9935.110=40fidonet_d39c9e47@fidonet.org. URL consultato il 28 dicembre 2008.
  31. ^ (EN) FTP bot, mirror update of fvwm, su tnn.archives.mirrors, 4 dicembre 1998, 199812050401.NAA07263@ftp.iij.ad.jp. URL consultato il 28 dicembre 2008.
  32. ^ (EN) FTP bot, mirror update of fvwm, su tnn.archives.mirrors, 4 dicembre 1998, 199812160401.NAA19712@ftp.iij.ad.jp. URL consultato il 28 dicembre 2008.
  33. ^ (EN) FTP bot, mirror update of fvwm, su tnn.archives.mirrors, 4 dicembre 1998, 199901100401.NAA01621@ftp.iij.ad.jp. URL consultato il 28 dicembre 2008.
  34. ^ (EN) FTP bot, mirror update of fvwm, su tnn.archives.mirrors, 22 gennaio 1999, 199901220402.NAA20947@ftp.iij.ad.jp. URL consultato il 28 dicembre 2008.
  35. ^ (EN) FTP bot, mirror update of fvwm, su tnn.archives.mirrors, 23 febbraio 1999, 199902230409.NAA21534@ftp.iij.ad.jp. URL consultato il 28 dicembre 2008.
  36. ^ (EN) FVWM-Workers, FVWM 2.3.22 - The classic highly configurable virtual window manager, su comp.os.linux.announce, 13 novembre 2000, 8unf2h$f54$1@mail.Freecode.net. URL consultato il 28 dicembre 2008.
  37. ^ (EN) Dan Espen, fvwm 2.2.5 released, su comp.windows.x, 25 febbraio 2001, icg0h2e3bj.fsf@mk.telcordia.com. URL consultato il 28 dicembre 2008.
  38. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z aa ab ac ad ae af ag ah ai aj ak al am an ao ap aq ar as at au av (EN) FVWM - NEWS, fvwm.org. URL consultato il 28 dicembre 2008.
  39. ^ Per segnature acustiche si intendono quei segnali acustici che i sottomarini emettono al loro passaggio, individuabili dai sonar.
  40. ^ Rxvt, Wikipedia, 2004.
  41. ^ (EN) Brady Montz, I'm taking over fvwm development, su saar.lists.fvwm, 21 maggio 1998, 199805200323.UAA25031@helvetica.cs.arizona.edu>#1/1. URL consultato il 24 dicembre 2008.
  42. ^ Sasha Vasco, Afterstep, afterstep.org.
  43. ^ (EN) FVWM - Man page - fvwm, fvwm.org. URL consultato il 24 dicembre 2008.
  44. ^ (EN) FVWM - FAQ, fvwm.org. URL consultato il 24 dicembre 2008.
  45. ^ (EN) Linux Journal Interviews Robert Nation, linuxjournal.com. URL consultato il 24 dicembre 2008.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Software libero Portale Software libero: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Software libero