Sinopoli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il direttore d'orchestra, vedi Giuseppe Sinopoli.
Sinopoli
comune
(IT) Sinopoli
(EL) Σενοπολι
Sinopoli – Stemma Sinopoli – Bandiera
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneCoat of arms of Calabria.svg Calabria
Città metropolitanaCoat of Arms of the Province of Reggio-Calabria.svg Reggio Calabria
Amministrazione
SindacoSergio Raimondo
Alfonsa Caliò
Samuele De Lucia (commissione straordinaria) dal 1-8-2019
Territorio
Coordinate38°15′57″N 15°52′44″E / 38.265833°N 15.878889°E38.265833; 15.878889 (Sinopoli)
Altitudine500 m s.l.m.
Superficie25,22 km²
Abitanti1 994[1] (30-9-2018)
Densità79,06 ab./km²
FrazioniSinopoli Inferiore, Sinopoli Vecchio
Comuni confinantiCosoleto, Oppido Mamertina, Roccaforte del Greco, Roghudi, San Procopio, Sant'Eufemia d'Aspromonte, Scilla
Altre informazioni
Cod. postale89020
Prefisso0966
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT080089
Cod. catastaleI753
TargaRC
Cl. sismicazona 1 (sismicità alta)[2]
Nome abitantisinopoliti/sinopolesi (IT)
PatronoSan Giorgio martire
Giorno festivo23 aprile
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Sinopoli
Sinopoli
Sinopoli – Mappa
Posizione del comune di Sinopoli nella città metropolitana di Reggio Calabria
Sito istituzionale

Sinopoli (Senòpoli in greco-calabro) è un comune italiano di 1 994 abitanti[1] della città metropolitana di Reggio Calabria in Calabria.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Origini del nome[modifica | modifica wikitesto]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il territorio di Sinopoli in antichità fu colonizzato dai greci, che gli diedero l'attuale nome di Sinopoli (Xenòpolis, Sinopolis) (come altri centri d'origine greca che recano questo nome). Successivamente fu sotto l'impero romano e la lingua cominciò a latinizzarsi. Trovandosi ai piedi dell'Aspromonte il paese fu sempre isolato ma il duro lavoro dei suoi abitanti permise alla comunità di sopravvivere. Durante la guerra il paese fu bombardato dagli aerei statunitensi ed andarono distrutte molte case, la chiesa e l'ospedale, oltre alla perdita di molti abitanti. La cittadina così come il resto della Calabria soffre del problema 'Ndrangheta infatti nel paese operano alcune 'ndrine come quella degli Alvaro che hanno inquinato persino la Pubblica amministrazione e ciò ha determinato nel 1997 lo scioglimento del Consiglio comunale da parte del Presidente della repubblica per infiltrazioni mafiose[3].

Faida di Sinopoli: anni 40[modifica | modifica wikitesto]

Tra il 1943 e il 1945 l'Aspromonte e la Piana di Gioia Tauro furono interessate da un violento scontro tra due potentissime bande armate, una a Sinopoli capeggiata da Gioacchino Leonello, mentre a Sant'Eufemia diretta da Vincenzo Pinneri. La faida causò una lunga serie di vittime nei due paesi. Il 2 luglio 1944 Vincenzo Pinneri penetra nel palazzo municipale insieme ad alcuni uomini armati, successivamente assalta la caserma dei Carabinieri costringendo i militari ad arrendersi. Dopo questi eventi i due clan furono decimati dalle forze dell'ordine nel 1945.

Simboli[modifica | modifica wikitesto]

Lo stemma del comune di Sinopoli è stato concesso con decreto del presidente della Repubblica dell'8 dicembre 2007.[4]

«Troncato cuneato d'argento e di azzurro, con quattro cunei di argento e tre cunei e due semicunei di azzurro; al capo di rosso, caricato di tre stelle di sei raggi d'oro. Ornamenti esteriori da Comune.»

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Architetture religiose[modifica | modifica wikitesto]

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[5]

Religione[modifica | modifica wikitesto]

La religione più diffusa è quella cattolica di rito romano. Il comune fa parte della diocesi di Oppido Mamertina-Palmi e del vicariato di Palmi. Il territorio comunale appartiene ad una sola parrocchia, quella dedicata a Santa Maria delle Grazie.[6]

Tradizioni e folclore[modifica | modifica wikitesto]

Sono numerose le tradizioni di Sinopoli, soprattutto legate a festeggiamenti religiosi. La più importante di esse è la festa di Maria Santissima delle Grazie, celebrata l'8 settembre, con solenne processione della statua della Vergine per le vie del paese e con la fiaccolata degli ulivi. Tra i festeggiamenti civili in onore della Madonna vi sono concerti, spettacoli pirotecnici ed il tradizionale ballo dei Giganti. L'elenco completo delle celebrazioni cattoliche che vengono svolte durante l'anno, nel territorio comunale, è il seguente:

  • Festa di San Giorgio, 23 aprile, nella frazione di Sinopoli Inferiore;[7]
  • Festa di Maria Santissima Addolorata, 12 agosto;[8]
  • Festa di Maria Santissima delle Grazie, 8 settembre.[9]

Economia[modifica | modifica wikitesto]

Il paese produce frutta, verdura, fichi secchi, legna, formaggio, vino, carne, olive, olio d'oliva. Sinopoli è inoltre circondato da molte sorgenti d'acqua minerale, ognuna con un proprio gusto e caratteristiche minerali.

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Il comune è interessato dalle seguenti direttrici stradali:

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
23 aprile 1995 8 settembre 1997 Andrea Ventra lista civica di centro-destra sindaco
8 settembre 1997 16 aprile 2000 Rosario Fusaro Francesca Iannò Carmelo Femia commissario straordinario [10]
16 aprile 2000 10 gennaio 2002 Luigi Chiappalone lista civica sindaco
10 gennaio 2002 27 maggio 2002 commissario straordinario
27 maggio 2002 17 gennaio 2006 Domenico Luppino lista civica di centro sindaco
17 gennaio 2006 29 maggio 2006 commissario straordinario
29 maggio 2006 16 maggio 2011 Luigi Chiappalone lista civica "Arcobaleno" sindaco
16 maggio 2011 5 giugno 2016 Luigi Chiappalone lista civica "Arcobaleno" sindaco
5 giugno 2016 1 agosto 2019 Annunziato Danaro lista civica "Per Sinopoli" sindaco
1 agosto 2019 in carica Sergio Raimondo Alfonsa Caliò Samuele De Lucia commissario straordinario [10]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Dato Istat - Popolazione residente al 30 settembre 2018.
  2. ^ Classificazione sismica (XLS), su rischi.protezionecivile.gov.it.
  3. ^ Sinopoli: Sciolto Per Infiltrazioni Mafiose Consiglio Comunale
  4. ^ Sinopoli (Reggio Calabria) D.P.R. 08.12.2007 concessione di stemma e gonfalone, su presidenza.governo.it. URL consultato il 27 settembre 2021.
  5. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  6. ^ Parrocchia Santa Maria delle Grazie - Sinopoli
  7. ^ Sinopoli Inferiore processione San Giorgio, su youtube.com.
  8. ^ “ESTATE SINOPOLESE 2012” Calendario attività
  9. ^ Festeggiamenti in onore di Maria Santissima delle Grazie (7-8 settembre Sinopoli - RC)
  10. ^ a b Commissione straordinaria ex art. 143 TUEL (ente sciolto per infiltrazioni mafiose)
  11. ^ Circondario di Palmi sul sito della provincia, su provincia.reggio-calabria.it. URL consultato il 22-09-2011 (archiviato dall'url originale il 6 settembre 2012).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN151407235 · LCCN (ENn91043213 · GND (DE4271439-4 · BNF (FRcb12246611c (data)
Provincia di Reggio Calabria Portale Provincia di Reggio Calabria: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Provincia di Reggio Calabria