Laganadi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Laganadi
comune
Laganadi – Stemma Laganadi – Bandiera
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneCoat of arms of Calabria.svg Calabria
Città metropolitanaProvincia di Reggio Calabria-Stemma.png Reggio Calabria
Amministrazione
SindacoSpadaro Michele (Lista civica "Impegno comune") dall'11-06-2017
Territorio
Coordinate38°10′N 15°45′E / 38.166667°N 15.75°E38.166667; 15.75 (Laganadi)Coordinate: 38°10′N 15°45′E / 38.166667°N 15.75°E38.166667; 15.75 (Laganadi)
Altitudine499 m s.l.m.
Superficie8,19 km²
Abitanti415[1] (31-8-2017)
Densità50,67 ab./km²
FrazioniLucia
Comuni confinantiCalanna, Reggio di Calabria, San Roberto, Sant'Alessio in Aspromonte, Santo Stefano in Aspromonte
Altre informazioni
Cod. postale89050
Prefisso0965
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT080041
Cod. catastaleE402
TargaRC
Cl. sismicazona 1 (sismicità alta)
Nome abitantilaganioti
Patronosanta Maria delle Grazie
Giorno festivo2ª domenica di agosto
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Laganadi
Laganadi
Laganadi – Mappa
Posizione del comune di Laganadi all'interno della città metropolitana di Reggio Calabria
Sito istituzionale

Laganadi (Lacanàdi nella variante calabrese del siciliano, Lachanàdes in greco-calabro[2]) è un comune italiano di 415 abitanti della città metropolitana di Reggio Calabria, in Calabria.

Il paese si trova alle pendici dell'Aspromonte, dista circa 21 km dal centro di Reggio e fa parte della Comunità montana Versante dello Stretto.

Origini del nome[modifica | modifica wikitesto]

Laganadi deriverebbe, secondo Giovanni Alessio, dal greco "làchana" ossia piantagione di cavoli.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La storiografia tradizionale fa risalire la fondazione del paese al X sec., quando un gruppo di abitanti della vicina Calanna, si trasferirono nelle zone più interne per sfuggire ai Saraceni. Però nel 1838, in contrada Favaro, sono state ritrovate ossa umane di età remota, per cui si pensa che il luogo fosse abitato già in precedenza. Casale di Calanna di cui seguì la storia feudale. Fu quindi governato dai Sanseverino di Mileto e dai Ruffo di Sinopoli. Dal 1480 al 1580 appartenne ai Carafa, cui seguirono i de Francesco, che tennero il feudo fino al 1608 anno in cui subentrarono i Ruffo Principe di Scilla, ultimi signori di Calanna. Con l'ordinamento francese del 1807 Laganadi divenne, "luogo", cioè, Università nel Governo di Catona. Il riordino del 1811 lo includeva come Comune, nel Circondario di Calanna. Il borgo venne gravemente danneggiato dai terremoti del 1783 e del 1908.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[3]

Economia[modifica | modifica wikitesto]

L'agricoltura rappresenta il comparto trainante dell'economia locale. Nel paese si producono principalmente olio d'oliva, legname e formaggi.

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Antonino Nunnari rappresenta l'orgoglio Laganioto nel Nord Italia.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 agosto 2017.
  2. ^ AA. VV., Dizionario di toponomastica. Storia e significato dei nomi geografici italiani, Milano, GARZANTI, 1996, p. 340.
  3. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN239875823 · GND (DE4034066-1