Bianco (Italia)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bianco
comune
Bianco – Stemma
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Coat of arms of Calabria.svg Calabria
Provincia Provincia di Reggio Calabria-Stemma.png Reggio Calabria
Amministrazione
Sindaco Antonio Scordino (Lista civica) dal 30/03/2010
Territorio
Coordinate 38°05′00″N 16°09′00″E / 38.083333°N 16.15°E38.083333; 16.15 (Bianco)Coordinate: 38°05′00″N 16°09′00″E / 38.083333°N 16.15°E38.083333; 16.15 (Bianco)
Altitudine 12 m s.l.m.
Superficie 29,99 km²
Abitanti 4 245[1] (31-05-2014)
Densità 141,55 ab./km²
Frazioni Pardesca, Crocefisso
Comuni confinanti Africo, Caraffa del Bianco, Casignana, Ferruzzano
Altre informazioni
Cod. postale 89032
Prefisso 0964
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 080009
Cod. catastale A843
Targa RC
Cl. sismica zona 1 (sismicità alta)
Nome abitanti Bianchesi
Patrono Madonna di Pugliano
Giorno festivo 15 agosto
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Bianco
Posizione del comune di Bianco all'interno della provincia di Reggio Calabria
Posizione del comune di Bianco all'interno della provincia di Reggio Calabria
Sito istituzionale

Bianco è un comune italiano di 4.245 abitanti della provincia di Reggio Calabria, in Calabria.

Il comune è situato sulla costa del territorio della Locride, nota come costa dei gelsomini.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Deve il suo nome ai calanchi, colline calcaree che circondano il centro abitato e che dal mare apparivano ai marinai come una macchia bianca sulla costa.

Il comune di Bianco ha ottenuto più volte, nei primi anni 2000, la Bandiera Blu per il mare pulito, che attira ogni anno un numero di turisti elevato in proporzione al numero di residenti, e che costituisce la principale risorsa economica.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Bianco Vecchio, sorto nel X secolo, è stato abbandonato dopo il terremoto del 1783, di esso rimangono alcuni resti a pochi chilometri dal centro abitato. Il Santuario della Madonna di Pugliano è il nucleo dei festeggiamenti in onore della Madonna omonima, che si svolgono nei giorni del 13, 14 e 15 agosto. Nei tre giorni di festa si svolgono diverse processioni nelle quali il quadro viene portato sul mare in notturna, nel Duomo e nel santuario. Il Santuario, nel periodo bizantino, fu un'abbazia legata alla Badia di Polsi. L'edificio originario venne distrutto nel XII secolo, fu ricostruito ma il terremoto del 1783 lo danneggiò notevolmente. Con il trasferimento di Bianco venne edificato il nuovo Santuario. Nella frazione di Pardesca si trovano i ruderi del convento di Santa Maria della Vittoria e della chiesa di Santa Maria del Soccorso, ruderi dell'antico abitato di Zoparto. A Casignana, in località Palazzi, vi sono i ruderi della Chiesa Matrice (XIV secolo), della Villa Romana di Casinius e una necropoli.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[2]


Tradizioni e folclore[modifica | modifica wikitesto]

Il clou dell'estate bianchese è la festa patronale che, nella sua espressione laica, dura per tutti i primi quindici giorni di agosto con varie manifestazioni che si intensificano via via per culminare il 15 agosto, nella festa religiosa in onore della Madonna di Pugliano accompagnata da uno spettacolo pirotecnico che, nella notte tra il 15 ed il 16 agosto, riempie la spiaggia del paese con una folla di migliaia di persone provenienti da tutta la provincia.

Economia[modifica | modifica wikitesto]

Enologia[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Greco di Bianco.

Tra i prodotti tipici spicca il pregiato vino Greco di Bianco. Prodotto nel territorio che si trova tra i comuni di Bianco e Casignana è una gemma enologica. Il passito Greco di Bianco d.o.c. viene considerato dagli intenditori uno dei più antichi d'Italia, il primo tralcio della sua vite sarebbe arrivato in Calabria già nel VII secolo a.C. Il Greco di Bianco ha un colore tra l'oro antico e l'ambra e un profumo unico, amaro e aromatico come le zagare ed il bergamotto.

Cultura[modifica | modifica wikitesto]

Istruzione[modifica | modifica wikitesto]

A seguito del Piano di Razionalizzazione della Rete Scolastica nel Comune sussistono le seguenti Istituzioni Scolastiche: istituto comprensivo "M. Macrì".

Sport[modifica | modifica wikitesto]

Calcio[modifica | modifica wikitesto]

La principale squadra di calcio della città è l' A.S.D. G.S. Bianco che milita nel girone B calabrese di Promozione. I colori sociali sono: il bianco e l'azzurro. È nata nel 1999.

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 gennaio 2013.
  2. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28 dicembre 2012.