Condofuri

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Condofuri
comune
Condofuri – Stemma Condofuri – Bandiera
Condofuri – Veduta
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneCoat of arms of Calabria.svg Calabria
Città metropolitanaProvincia di Reggio Calabria-Stemma.png Reggio Calabria
Amministrazione
SindacoSalvatore Mafrici (lista civica Impegno per Condofuri) dal 28-10-2012
Territorio
Coordinate38°00′N 15°52′E / 38°N 15.866667°E38; 15.866667 (Condofuri)Coordinate: 38°00′N 15°52′E / 38°N 15.866667°E38; 15.866667 (Condofuri)
Altitudine339 m s.l.m.
Superficie60,3 km²
Abitanti5 059[1] (30-6-2017)
Densità83,9 ab./km²
FrazioniAmendolea, Bandiera, Barone, Carcara, Gallicianò, Grotte, Lapsè, Limmara, Lugarà, Mangani, Muccari, Palermo, Pietra, Plembaci, Rodì, Rossetta, San Carlo, Santa Lucia, Schiavo, Stazione.
Comuni confinantiBova, Bova Marina, Roccaforte del Greco, Roghudi, San Lorenzo
Altre informazioni
Cod. postale89030
Prefisso0965
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT080029
Cod. catastaleC954
TargaRC
Cl. sismicazona 1 (sismicità alta)
Nome abitanticondofuresi (condofurioti in dialetto greco-calabro)
PatronoSan Domenico
Giorno festivo4 agosto
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Condofuri
Condofuri
Condofuri – Mappa
Posizione del comune di Condofuri all'interno della città metropolitana di Reggio Calabria
Sito istituzionale

Condofuri (Κοντοχώρι, Kondochòri in greco di Calabria[2]; Κοντοχώριον in greco bizantino) è un comune italiano di 5 059 abitanti[1] della città metropolitana di Reggio Calabria in Calabria. Si trova poco all'interno della costa ionica meridionale della Calabria con alle spalle l'Aspromonte.

Il comune è inserito nell'area linguistico-geografica Grecanica, caratterizzata cioè, dalla presenza di una lingua parlata e scritta strettamente imparentata con il greco antico.

Origini del nome[modifica | modifica wikitesto]

Il nome del paese deriva dal greco "Konta-Korion", "Conda-Chorion" o forse "Conda-Chori", dove "Chorio" significa "Paese", probabilmente in riferimento alla vicinanza con Gallicianò o Amendolea, oggi frazioni, di cui un tempo rappresentava invece una parte della baronia[3].

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Peripoli.

Come testimonia l'agorà del paese, su cui sorge la chiesa, dove confluiscono tutte le stradine del piccolo centro abitato, Condofuri è di origini magnogreche, come d'altronde molti altri paesi della stessa area. L'ordinamento amministrativo francese del 1807 considerava Condofuri "Luogo", cioè "Università", del governo della vicina Bova. Un successivo decreto, risalente al 1811, istituiva i Circondari e i Comuni e Condofuri fu posta a capo delle frazioni di Gallicianò ed Amendolea. Un'altra legge borbonica, questa volta del primo maggio 1816, consolidò il ruolo di Comune di Condofuri che, allo stesso tempo, passò dalla provincia di Catanzaro a quella di Reggio Calabria. Gallicianò ed Amendolea erano considerate sottocomuni, San Carlo un villaggio.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[4]

Etnie e minoranze straniere[modifica | modifica wikitesto]

Secondo i dati ISTAT al 15 dicembre 2015 la popolazione straniera residente era di 288 persone. Le nazionalità maggiormente rappresentate in base alla loro percentuale sul totale della popolazione residente erano:

Cultura[modifica | modifica wikitesto]

Istruzione[modifica | modifica wikitesto]

Il comune ospita un istituto comprensivo e due istituti d'istruzione superiore, una sede( distaccata) del professionale per il commercio e una scuola alberghiera.

Geografia antropica[modifica | modifica wikitesto]

Frazioni[modifica | modifica wikitesto]

Il comune condofurese raduna numerosi centri, ciascuno in diversa misura legato alla cultura grecanica.

Le frazioni sono: Amendolea (Dialetto Greco-Calabro: Ameddalià, Amegdalià), Bandiera, Barone, Carcara, Gallicianò (Dialetto Greco-Calabro: Gallikianò), Grotte, Lapsè (Dialetto Greco-Calabro: Lampsè), Limmara, Lugarà (Dialetto Greco-Calabro: Lygarià), Mangani, Muccari, Palermo (Dialetto Greco-Calabro: Pànormo), Pietra, Plembaci (Dialetto Greco-Calabro: Plymvàki), Rodì (Dialetto Greco-Calabro: Rhòdi), Rossetta, San Carlo, Santa Lucia, Schiavo, Stazione.

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Il sindaco nel 2004 fu Filippo Lavalle, nel 2009 Antonino Caccamo, poi il comune fu sciolto per infiltrazioni mafiose. A seguito delle elezioni del 2012 è primo cittadino Salvatore Mafrici, Lista civica Impegno per Condofuri.

Gemellaggi[modifica | modifica wikitesto]

Sport[modifica | modifica wikitesto]

Calcio[modifica | modifica wikitesto]

La principale squadra di calcio della città è l'A.C.D. Condofuri 2009 che militava nel girone D calabrese di 2ª Categoria. È nata nel 1985; scioltasi, è stata rifondata nel 2003, poi scioltasi e stata ri fondata nel 2009 e sciolta ancora nel 2015. Nella stagione 2016-2017, 2017-2018 giocherà' in Seconda Categoria

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Dato Istat - Popolazione residente al 30 giugno 2017.
  2. ^ Paolo Martino, L'isola grecanica dell'Aspromonte. Aspetti sociolinguistici (PDF), su vatrarberesh.it, p. 3. URL consultato il 5 maggio 2017.
  3. ^ Condofuri, Isola linguistica grecanica, a cura dell'Associazione Culturale Ellenofona Paleo Cosmo.
  4. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN242752619 · GND (DE4723911-6