Calanna

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Calanna
comune
Calanna – Stemma Calanna – Bandiera
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneCoat of arms of Calabria.svg Calabria
Città metropolitanaCoat of Arms of the Province of Reggio-Calabria.svg Reggio Calabria
Amministrazione
SindacoDomenico Romeo (lista civica La ginestra) dall'11-6-2017
Territorio
Coordinate38°11′N 15°43′E / 38.183333°N 15.716667°E38.183333; 15.716667 (Calanna)Coordinate: 38°11′N 15°43′E / 38.183333°N 15.716667°E38.183333; 15.716667 (Calanna)
Altitudine511 m s.l.m.
Superficie10,97 km²
Abitanti818[1] (30-11-2019)
Densità74,57 ab./km²
FrazioniMilanesi, Mulini, Rosaniti, Villa Mesa
Comuni confinantiFiumara, Laganadi, Reggio di Calabria, San Roberto
Altre informazioni
Cod. postale89050
Prefisso0965
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT080016
Cod. catastaleB379
TargaRC
Cl. sismicazona 1 (sismicità alta)[2]
Nome abitanticalannesi (calagnoti in dialetto reggino)
PatronoMadonna del Rosario
Giorno festivo7 ottobre
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Calanna
Calanna
Calanna – Mappa
Posizione del comune di Calanna all'interno della città metropolitana di Reggio Calabria
Sito istituzionale

Calanna (Kalanè in greco-calabro) è un comune italiano di 818 abitanti della città metropolitana di Reggio Calabria in Calabria.

Anticamente costituiva uno dei casali di Reggio e, in età medioevale, uno dei suoi sistemi difensivi collinari.

Il comune fa parte della Comunità montana Versante dello Stretto e si trova a 511 m s.l.m.

L'economia del borgo è basata principalmente sull'agricoltura, con apprezzabile produzione di frutta e vino.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[3]

Morfologia[modifica | modifica wikitesto]

Calanna, dal greco Kale-amuna (bel riparo), si distingue per la particolare suggestione legata alla natura del terreno. Infatti, il territorio è caratterizzato dalla presenza di pietre arenarie, chiamate “tafoni“, plasmate per millenni dagli agenti atmosferici, un calcare conchiglifero corroso dall’azione eolica. Al sole il giallo della roccia assume un colore che ricorda quelle delle dune del deserto, mentre le scanalature dell’arenaria sembrano tanti merletti, in contrasto con il verde rigogliosa della macchia mediterranea presente tutta intorno. Queste rocce fanno da cornice ad un panorama che si apre sull’azzurro dello Stretto di Messina, con le due coste, calabrese e siciliana, che si sfiorano sullo sfondo.

È ancora oggi possibile ammirare, incastonati nelle pareti sabbiose, i numerosissimi resti fossili, in particolare della famiglia “Pectinidae”. Tra Ottocento e Novecento, la popolazione calannese utilizzò alcune di queste formazioni arenariche per ricavarne ricoveri per animali, ma anche rifugi nel corso delle grandi guerre: infatti sui fianchi della collina, dove è presente il castello medievale, è facile notare alcune aperture comunicanti tra loro.

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
6 giugno 1993 20 novembre 1994 Vincenzo D'Agostino lista civica sindaco
20 novembre 1994 29 novembre 1998 Vincenzo D'Agostino lista civica sindaco
29 novembre 1998 26 maggio 2003 Bruno Fortugno lista civica di centro-sinistra sindaco
26 maggio 2003 23 luglio 2004 Bruno Fortugno lista civica di centro sindaco
23 luglio 2004 28 maggio 2007 commissario straordinario [4]
28 maggio 2007 7 maggio 2012 Luigi Catalano lista civica sindaco
7 maggio 2012 11 giugno 2017 Domenico Romeo lista civica "La Ginestra" sindaco
11 giugno 2017 in carica Domenico Romeo lista civica "La Ginestra" sindaco

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 30 novembre 2019.
  2. ^ Classificazione sismica (XLS), su protezionecivile.gov.it.
  3. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  4. ^ Commissione straordinaria ex art. 143 TUEL (ente sciolto per infiltrazioni mafiose)

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN237473465 · GND (DE4790816-6