Ra

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altre voci che possono riferirsi alla stessa combinazione di 2 caratteri, vedi RA.
Ra
Re-Horakhty.svg
Nome originale
r
a
N5
Z1
C2

altre forme
N5
Z1
C2
,
C2
Gruppo Enneade, Ogdoade
Mitologia Egiziana
Luogo di culto principale Eliopoli, Dendera
Iconografia
Simboli disco del sole
Animali Falco
Protettore di Sole
Parentele
Fratelli Apep
Figli Şu, Tefnet, Hathor,altri

Ra (noto anche nella forma oppure Rha (IPA:Rɑ: ) è il dio sole di Eliopoli nell'antico Egitto. Emerse dalle acque primordiali del Nun portato tra le corna della vacca celeste, la dea Mehetueret. È spesso rappresentato simbolicamente con un occhio (l'occhio di Ra).

A partire dalla dodicesima dinastia (ca. 1990 a.C.) in avanti fu congiunto con il dio tebano Amon fino a diventare la più importante divinità del pantheon egizio con il nome di Amon-Ra. Egli rimase per secoli il dio supremo, tranne per un breve periodo durante il periodo di Akhenaton (1350 a.C. - 1334 a.C.) quando fu imposta nell'Egitto l'esclusiva adorazione di Aton, il disco solare stesso. In tempi più recenti, fu associato a Heryshaf.

Fu anche il padre di Heget e di Bastet.

La teologia di Ra ebbe probabilmente un forte impulso a partire dal faraone Snefru, primo faraone della IV dinastia. Infatti per la prima volta dopoSnefru i sovrani assunsero il titolo di Figlio di Ra, titolo che entrò a far parte dei cinque nomi tradizionali del Faraone.

Ra è un dio creatosi da solo, essendosi formato da Mehturt, un tumulo (vedi Ogdoade) che diviene dalle acque di Nu, o un fiore di loto. Creò anche Shu e Tefnut dal suo sperma o muco, Hu e Sia dal suo sangue e l'umanità dalle sue lacrime.

Il sole è il corpo di Ra, o solamente il suo occhio. In Eliopoli (la capitale del suo culto), Ra era adorato come Atum (il tramonto del sole), Ra-Harakhti (il sole allo zenit) e Khepri ("il sole che sorge") associato ad Harmakis (Horus sorge all'orizzonte). Più tardi fu associato ad Horus.

L'Occhio di Ra, anche chiamato Occhio di Horus.

Benché Ra e Atum ("colui che completa o perfeziona") fossero lo stesso dio, Atum era utilizzato in vari modi. Egli era primariamente il simbolo del sole che tramonta ed era anche un sostituto di Ra come creatore di Shu e Tefnut. In alcuni culti Atum era stato creato da Ptah. Atum era il padre di Hike.

Atum era il capo dell'Enneade ed era rappresentato da Mnevis, il toro nero. Era associato al serpente, lucertola, scarabeo, mangusta e leone.

Ra percorreva ogni notte il mondo degli inferi su una nave reale, dove navigava lungo il Nilo celeste attraversando la Duat, superando Caos per emergere ancora una volta all'alba, trionfante, protetto dal mostro Apep da Seth e Mehen. Durante il viaggio era noto come Auf o Efu Ra.

A Eliopoli la sua pietra Benben divenne oggetto di culto e di venerazione.

Hathor e Ra una volta discussero e lei lasciò l'Egitto. Thot, travestito, riuscì a convincerla a tornare.

L'identificazione di Amon-Ra con Zeus e Giove era riconosciuta dai Greci e dai Romani (Amon-Zeus e Giove Ammone). I Greci diedero il nome di Diospolis Magna, città di Zeus, a Tebe. Egli era anche associato con la Fenice.

I simboli di Ra sono il disco solare o il simbolo Sun symbol.ant.png (Il simbolo astronomico del sole: un cerchio con un punto nel centro), vedi Simboli.

Ra era sposo di Hathor e padre di Bastet e Sekhmet

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Tosi, Mario, Dizionario enciclopedico delle Divinità dell'Antico Egitto, Torino 2004 ISBN 88-7325-064-5

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

  • Collabora a Commons Commons contiene immagini o altri file su Ra

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]