Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Tatenen

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Tatenen fu una divinità egizia originaria di Menfi.

Il faraone Ramses II con Ptah-Tatenen
N17
V13
n
n
C12

t3 ṯ n n - Tatenen La simbologia di tal nome lo fa significare Energia generata prima della creazione.

Il nome è presente anche con le varianti:

  • N16M22M22A40

ossia Energia che germoglia (nel senso che nasce)

  • N16
    Z1 N21
    V13wM22M22C12

ossia Energia germogliata dalla fecondazione (anche in questo caso con germogliare si intende nascere)

Tatenen è una divinità funeraria rappresentante la terra emersa dal Caos primordiale venne in seguito associata al principale dio menfita Ptah nella forma Ptah-Tatenen, creatore dell'energia primordiale.

Generalmente veniva rappresentato con aspetto mummiforme, la barba e come copricapo il "nemes" adornato con due piume, corna ritorte e disco solare.

A questa divinità si attribuisce di aver portato nel mondo il pilastro djed che in seguito sarà associato al dio Osiride.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Margaret Bunson, Enciclopedia dell'antico Egitto, pag. 270

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Tosi, Mario, Dizionario enciclopedico delle Divinità dell'Antico Egitto, Ananke, Torino 2004 ISBN 88-7325-064-5
  • Margaret Bunson, Enciclopedia dell'antico Egitto, Fratelli Melita Editori, ISBN 88-403-7360-8

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN50018479 · GND (DE118620924
Antico Egitto Portale Antico Egitto: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di antico Egitto