Min (mitologia)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il dio Min.
Rilievo con tempio e sopra un loto tra due piante di lattuga, pianta sacra di Min

Min è una divinità della mitologia egizia, particolarmente venerata a Coptos, nell'Alto Egitto.

Si considera protettore della fecondità e della fertilità, nonché patrono delle carovane; viene raffigurato come un uomo mummificato con la testa e la sua unica mano scoperte e con una corona adornata di due lunghe piume, mentre tiene in una mano un flagello mentre l'altra mano è assente. Il fallo eretto è appunto simbolo della fertilità.

Fino al Medio Regno fu identificato con Horo e più tardi con Amon, dando vita ad Amon-Min, Amon itifallico, associato alla virilità e rappresentato da un toro bianco. Come dio della fertilità veniva evocato durante la Festa di Opet e rinnovava il "mistero del concepimento divino". Altro suo luogo di culto era la città di Akhmin. Secondo la sua leggenda era un uomo non andato in guerra che per consolazione fu divinizzato anche se, però, viene raffigurato con un solo braccio.

Kamutef[modifica | modifica wikitesto]

Kamutef era l'epiteto che significa "Toro di sua madre" dato alle divinità Min e Amon.

In geroglifico si indicava con:

E1 G14 X1
I9

traslitterato in k3mwtf

L'epiteto di "Colui che si accoppia con la madre" nacque durante il Nuovo Regno e può riferirsi a Iside madre di Horo-Min oppure ad Amonet ed indica il divenire contemporaneamente padre e figlio divini, ricomprendendo anche il sovrano divinità egli stesso.

E' citato nel Testi delle piramidi dove il sole, come vitello d'oro, nasceva dalla Vacca celeste, cresceva divenendo toro e si accoppiava con la vacca che avrebbe poi generato all'alba, il nuovo sole.

Così il faraone rigenerava se stesso attraverso la madre di suo figlio ed erede, anch'egli divino ed assimilato quindi al padre.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Sergio Donadoni, "La religione egiziana", in Storia delle religioni. Le religioni antiche, Laterza, Roma-Bari 1997, ISBN 978-88-420-5205-0
  • Kathy Hansen, Egitto moontravel, idealibri, Rimini, 1997
  • Mario Tosi, Dizionario Enciclopedico delle Divinità dell'Antico Egitto, Ananke, ISBN 88-7325-064-5

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità GND: (DE118734016