Imentet

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Imentet saluta il faraone Horemheb nella sua tomba.
Imentet e Ra, tomba di Nefertari.

Imentet o Amentit è una divinità egizia appartenente alla religione dell'antico Egitto, nella quale rappresentava le necropoli occidentali del Nilo.

In geroglifico

R14X1
X1
N25
B1

traslitterato ỉmntt

È raffigurata come una donna che indossa come copricapo il geroglifico indicante l'Occidente oppure lo ha al posto del capo con al braccio i simboli di vita, stabilità e potenza.[1]

Era rappresentata spesso sul fondo dei sarcofagi del Nuovo Regno con le braccia aperte pronta ad accogliere il defunto per condurlo nell'oltretomba.[2]

Partecipava con la dea Maat alla cerimonia della pesatura del cuore e quando il defunto veniva dichiarato giusto di cuore, lo conduceva, tenendolo per mano, dal dio Osiride nell'Amenti.[3]

Tuttavia, è stata così strettamente collegata con Hathor e Iside nei loro ruoli "al di là della vita" la quale tutto può essere meno che una divinità indipendente, di una forma alternativa di queste due dee[4].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Boris De Rachewiltz, I miti egizi, pag.17
  2. ^ Mario Tosi, Dizionario Enciclopedico delle Divinità dell'Antico Egitto, pag.12
  3. ^ Guy Rachet, Dizionario della civiltà egizia, pag. 37
  4. ^ Wilkinson, Richard H. (2003). The Complete Gods and Goddesses of Ancient Egypt. Thames & Hudson. pp. 145–146

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN5741840 · GND (DE119464055