Oracolo di Amon

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

L'Oracolo di Amon dell'oasi di Siwa è uno dei più famosi oracoli dell'antichità.[1]

Il tempio dell'Oracolo di Amon nell'oasi di Siwa

In epoca classica Amon, con il nome di Ammone, venne assimilato allo Zeus greco. Secondo Erodoto gli abitanti dell'oasi erano gli Ammonii.

Ad esso si sarebbe rivolto Alessandro di Macedonia per avere presagi sulle sue campagne militari e ricevendo dall'oracolo la rivelazione di essere figlio di Zeus-Ammone[2] e quindi conferma alla sua missione divina di fondare un impero universale.

Dall'Oracolo la regina Hatshepsut avrebbe ricevuto la consacrazione divina ad accedere al trono succedendo al padre, Thutmose I, ed al marito Thutmose II.

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ *Guy Rachet, Dizionario Larousse della civiltà egizia, pag.232
  2. ^ Alan Gardiner, La civiltà egizia, pag.342

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]