Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Khentamentyu

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il dio Khentamentyu.

Khentamentyu (anche Khentamenti) è una divinità egizia appartenente alla religione dell'antico Egitto. Dio ancestrale, era particolarmente venerato ad Abido, in Egitto. Si considera protettore dei morti (da cui il nome in italiano Primo degli Occidentali, ossia i trapassati), e viene raffigurato come uno sciacallo.

W17 N35
X1 Z4
R14 G4

ẖnt-imntyw - Khentamentyu

Durante il Medio Regno venne assimilato ad Osiride, e il suo nome ne divenne un epiteto. Talvolta, in correlazione all'analogia nella raffigurazione zoomorfa, è stato erroneamente associato anche ad Anubi.

Q1
D4
W17 N35
X1 Z4
R14 G4

wsir-ẖnt-imntyw - Osiri-Khentamentyu

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Sergio Donadoni, La religione egiziana, in "Storia delle religioni. Le religioni antiche", Laterza, Roma-Bari 1997, ISBN 978-88-420-5205-0
  • Mario Tosi, Dizionario enciclopedico dell'antico Egitto, vol. 1, Ananke, Torino 2004, ISBN 978-88-7325-064-7
  • Elio Moschetti, Mario Tosi, Amenemhat I e Senusert I, Torino, Ananke, 2007, ISBN 978-88-7325-206-1.