Ba-Pef

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Ba-Pef è una divinità egizia minore nella religione dell'antico Egitto. Il suo nome siginifica letteralmente "quella Ba", ossia quella anima.

G29Q3
I9

Ba-pef

Ba-Pef è una divinità del mondo dei morti cononosciuta sin dal periodo dell'Antico Regno ed è comunemente ritratto come un dio malevolo. Sia durante l'Antico Regno che durante il Medio, il culto del dio era affidato alle regine.[1][2]

Stando ai riferimenti ad esso che si trovano nei Testi delle piramidi, Ba-Pef aveva un certo numero di seguaci ed egli era in qualche modo associato con il dolore e l'angoscia spirituale che affliggevano il faraone; il regnante, una volta morto, doveva inoltre passare per la casa di Ba-Pef, dove regnavano dolore e sofferenza.

Nella màstaba di Meresankh III è stata rinvenuta un'iscrizione che fa ritenere che questa regina della IV dinastia fosse una sacerdotessa del dio Ba-Pef.[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Robyn A. Gillam, Priestesses of Hathor: Their Function, Decline and Disappearance, in Journal of the American Research Center in Egypt, vol. 32, American Research Center in Egypt, 1995, pp. 213. URL consultato il 6 maggio 2017.
  2. ^ Helck Wolfgang, Otto Eberhard e Wolfhart Westendorf, Lexikon der Ägyptologie - Volume VI, Stele-Zypresse, 1986, pp. 394, ISBN 978-3-447-02663-5. URL consultato il 6 maggio 2017.
  3. ^ Queen Meresankh III, Osirisnet. URL consultato il 6 maggio 2017.