Museo Calouste Gulbenkian

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Calouste Gulbenkian Museum
Fundacao Calouste Gulbenkian Lisboa.JPG
L'entrata del museo
Tipo Pittura, scultura, arte applicata
Data fondazione 1960
Fondatori Fundação Calouste Gulbenkian
Stato Portogallo Portogallo
Località Lisbona
Indirizzo Avenida de Berna 45a
Sito web

Coordinate: 38°44′12″N 9°09′15″W / 38.736667°N 9.154167°W38.736667; -9.154167

Il Museo Calouste Gulbenkian è un'istituzione culturale di Lisbona, in Portogallo, inaugurato nel 1969 e retto dall'omonima Fondazione.

Nato dalla collezione privata di Calouste Sarkis Gulbenkian (1869-1955) ospita un'eclettica collezione che spazia dall'antichità (greca, romana, assira), all'arte asiatica (islamica, cinese e giapponese), alla scultura e pittura europea (da Rinascimento all'Ottocento), fino alle arti applicate (argenterie, avori, tappeti, mobilio e altro). Una sala è dedicata alla pittura dell'impressionismo (Monet, Manet, Renoir, Degas e altri), un'altra alla produzione di René Lalique (vetri, oreficerie, statuette, disegni e altri oggetti).

Il museo ospita inoltre una sezione, in un grande edificio distaccato, per l'arte contemporanea e le mostre, due sale da concerto per musica e balletto, un centro congressi, una biblioteca, un archivio. L'intera proprietà è inoltre circondata da una vasto giardino, in cui si trova tra l'altro un anfireatro.

Artisti italiani e loro principali opere[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Luisa Sampaio, Peinture au Musée Calouste Gulbenkian, Milano, Skira, 2009

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN156535006 · BNF: (FRcb11866452q (data)