Mito della Terra piatta

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
L'incisione di Flammarion "Terra piatta" origina dal libro L'atmosphère: météorologie populaire (p. 163) di Flammarion del 1888

Il mito della Terra piatta è una convinzione errata moderna che durante il Medioevo gli studiosi e le persone istruite credessero che la Terra fosse piatta invece che sferica.[1][2][3]

Le prime documentazioni di una Terra sferica vengono dalla Grecia antica (V secolo a.C.)[4][5]. Dal VII secolo d.C,[6] gli studiosi hanno sostenuto tale visione, e per l'Alto Medioevo (700-1500 d.C), praticamente tutti gli studiosi affermavano il punto di vista sferico.

Dal V secolo d.C., la convinzione in una Terra piatta era quasi non esistente tra gli europei istruiti. Questo nonostante descrizioni artistiche fantasiose come l'esterno del famoso trittico del Giardino delle Delizie di Hieronymus Bosch, in cui è mostrata una Terra a forma di disco che galleggia dentro una sfera trasparente.[3][7]

Secondo Stephen Jay Gould, «Non c'è mai stato un periodo del "buio della Terra piatta" tra gli studiosi, nonostante la gente in generale potrebbe non aver concettualizzato il nostro pianeta sia allora come adesso. La conoscenza greca della sfericità della terra non scomparve mai, e tutti i più importanti studiosi medievali accettavano la rotondità della terra come un fatto accertato della cosmologia[8] Gli storici della scienza David Lindberg e Ronald Numbers fanno notare che "non c'era praticamente nessun studioso del Medioevo che non riconoscesse la sfericità [della terra] e persino non sapesse la sua circonferenza approssimativa".[9]

Lo storico Jeffrey Burton Russell afferma che l'errore della Terra piatta prosperò soprattutto tra il 1870 e il 1920 e ha a che fare con il contesto ideologico creato dalla lotte sull'evoluzione biologica. Russell sostiene che "con poche straordinarie eccezioni nessuna persona istruita nella storia della civiltà occidentale dal III secolo a.C. in poi credeva che la Terra fosse piatta", e attribuisce la diffusione del mito della Terra piatta alle storie di John William Draper, Andrew Dickson White, e Washington Irving.[1][2][10]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Russell, Inventing the Flat Earth, p.3.
  2. ^ a b Russel, The Myth of the Flat Earth.
  3. ^ a b (EN) Douglas Main, Even in the Middle Ages, People Didn't Think the Earth was Flat, in Newsweek, 28 gennaio 2016. URL consultato il 6 febbraio 2020.
  4. ^ (EN) D.R. Dicks, Early Greek Astronomy to Aristotle, Ithaca, N.Y., Cornell University Press, 1970, pp. 72–198, ISBN 978-0-8014-0561-7.
  5. ^ (EN) Lesley B. Cormack, That before Columbus, geographers and other educated people knew the Earth was flat, in Ronald L. Numbers, Kostas Kampourakis (a cura di), Newton's Apple and Other Myths about Science, Harvard University Press, 2015, pp. 16–22, ISBN 978-0-674-91547-3. URL consultato il 6 febbraio 2020.
  6. ^ (EN) Medieval Science, Technology, and Medicine: An Encyclopedia, New York, Routledge, 2005, p. 189, ISBN 0-415-96930-1, OCLC 61228669. URL consultato il 6 febbraio 2020.
    «They presented the view [of] a spherical Earth. To this school belonged […] Armennian scholar Anania Shirakatsi».
  7. ^ Gombrich.
  8. ^ Gould_1997.
  9. ^ Lindberg e Numbers, pp. 338–354.
  10. ^ Russel.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]