Calcidio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
manoscritto medievale del Timeo di Platone, tradotto da Calcidio

Calcidio (in latino: Calcidius, fl. IV secolo; ... – ...) è stato un filosofo romano.

Nulla si sa della sua vita, ma è certo che fosse cristiano viste le citazioni bibliche contenute nella sua opera. È noto unicamente per la sua parziale traduzione in latino, con relativo commento, dedicata al vescovo Osio di Cordova, del Timeo di Platone, di grande importanza per la cultura del mondo medievale, fino alla diffusione dei testi platonici provenienti dalle fonti arabe e soprattutto bizantine. Il Timeo di Calcidio costituì una delle opere filosofiche più utilizzate nello studio della dialettica nelle università fino al XII secolo.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Traduzioni[modifica | modifica wikitesto]

Studi[modifica | modifica wikitesto]

  • J. Den Boeft, Calcidius on Demons, Leiden, Brill, 1977 ISBN 90-04-05283-6
  • J. Den Boeft, Calcidius on Fate. His Doctrine and Sources, Leiden, Brill, 1997 ISBN 90-04-01730-5
  • J. C. M. Van Winden, Calcidius on Matter. His Doctrine and Sources, Leiden, Brill, 1965.


Controllo di autorità VIAF: (EN266558598 · LCCN: (ENn79027140 · ISNI: (EN0000 0001 1578 6120 · GND: (DE118669036 · BNF: (FRcb122138734 (data)
filosofia Portale Filosofia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di filosofia