Flavio Sallustio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altre personalità del mondo romano, vedi Sallustio (disambigua).

Flavio Sallustio (latino: Flavius Sallustius; ... – ...) è stato un politico romano. Fu vicarius Hispaniarum, vicarius quinque provinciarum, prefetto del pretorio delle Gallie dal 361 al 363.

Fu amico dell'imperatore Giuliano e gli si è attribuito il breve trattato in lingua greca Perì theòn kaì kòsmou (Περί θεών καί κόσμου, Gli Dei e il Mondo).

L'attribuzione non è sicura tanto che si è pensato che l'opera fosse di Sallustio di Emesa, un sofista del V, VI secolo oppure di un Sallustio grammatico o di uno dei due Sallusti vicini a Giuliano il Flavio Sallustio prefetto delle Gallie o Saturnino Secondo Salustio prefetto d'Oriente nel quale G. Rochefort ha riconosciuto il vero autore dell'opera composta fra il marzo e il giugno 362 d.C. [1]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Saturnino Secondo Salustio.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Francesco Adorno, La filosofia antica, Volume 4, Feltrinelli Editore, 1992 p.310 nota 11