Matteo Strukul

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Matteo Strukul al Salone Internazionale del Libro di Torino nel 2014

Matteo Strukul (Padova, 8 settembre 1973) è uno scrittore italiano vincitore del Premio Bancarella 2017 col suo libro I Medici.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Laureato in Giurisprudenza presso l'Università degli Studi di Padova, ha poi conseguito un Dottorato di ricerca in Diritto Europeo dei Contratti presso l'Università Ca' Foscari di Venezia. Sposato con Silvia, vive tra Padova, Berlino e la Transilvania.

Nel 2017 ha vinto il Premio Bancarella per il suo I Medici: Una dinastia al potere,[1] primo romanzo in una tetralogia di romanzi storici comprendente anche I Medici: Un uomo al potere,[2] I Medici: Una regina al potere[3] e I Medici: Decadenza di una famiglia,[4]. Lo stesso anno, l'associazione Alumni dell'Università di Padova lo premia inserendolo tra gli "Alumni of the Year".[5][6]

Ha pubblicato in totale nove romanzi, due biografie musicali,[7][8] due albi a fumetti,[9][10] due novelle in formato elettronico[11][12] e diversi racconti, alcuni dei quali pubblicati all'interno di antologie.[13][14] Ha lavorato anche come traduttore di romanzi e fumetti per Edizioni BD e come editor per la stessa BD, per la quale ha curato la collana Revolver,[15] e per la Multiplayer.it Edizioni.[16]

Sugarpulp e SugarCon[modifica | modifica wikitesto]

Matteo Strukul con Tim Willocks alla SugarCon di Padova (2014)

Nel 2009 Strukul fonda, insieme a Matteo Righetto, il movimento letterario Sugarpulp,[17] del quale scrive il manifesto programmatico. Diventa il direttore artistico del festival letterario SugarCon. Dal 2015, è direttore artistico anche di Chronicae,[18] il primo festival in Italia dedicato al romanzo storico, con sede a Piove di Sacco.

Carriera letteraria[modifica | modifica wikitesto]

Biografie musicali[modifica | modifica wikitesto]

Iniziata una carriera come giornalista e addetto stampa, i primi lavori pubblicati da Strukul sono due biografie musicali: Il cavaliere elettrico. Viaggio romantico nella musica di Massimo Bubola (2008)[7] e Nessuna resa mai. La strada, il rock e la poesia di Massimo Priviero (2010),[8] entrambe per la Meridiano Zero.

Trilogia di Mila Zago[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2011 pubblica il suo primo romanzo, La ballata di Mila,[19] per la collana Sabot/Age delle Edizioni E/O curata da Massimo Carlotto[20]. L'associazione Schio Comics dedica a Mila Zago una serie di 27 "ritratti" a opera di vari disegnatori di fumetti.[21]

Nel 2012 Strukul pubblica, in due parti, il romanzo a fumetti Red Dread: Mila, Delta macchiato di sangue, illustrato da Alessandro Vitti.[9][10]. La seconda parte si aggiudica il premio "Leone di Narnia" come miglior miniserie[22] e riceve recensioni positive anche da parte dell'autore e fumettista statunitense Victor Gischler. L'anno seguente, Mila Zago ritorna in Regina nera. La giustizia di Mila, di nuovo nella collana Sabot/Age di Edizioni E/O.[23] Il romanzo viene lodato in particolare per l'impegno sociale nella denuncia del femminicidio[24][25].

Matteo Strukul alla SugarCon di Padova nel 2014

All'inizio del 2014, La ballata di Mila viene tradotta in inglese da Marco Piva-Dittrich e Allan Guthrie, venendo pubblicata con il titolo di The Ballad of Mila da Exhibit A, una imprint di Angry Robot, e viene distribuita nelle nazioni di lingua inglese con una prefazione di Victor Gischler e una postfazione di Tim Willocks. Nel 2017, La ballata di Mila viene pubblicato in tedesco dalla casa editrice Suhrkamp Verlag Ag. La regista Lyda Patitucci ha girato un trailer per un potenziale film dedicato a Mila Zago.[26] Tale trailer è stato premiato come miglior pitch trailer alla XII edizione del Trailers FilmFest di Catania.[27]

La terza avventura di Mila Zago è Cucciolo d'uomo. La promessa di Mila, pubblicata nel 2015 nella collana Sabot/Age di Edizioni E/O.[28]

I romanzi singoli[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2014, Strukul pubblica La giostra dei fiori spezzati (nella collana Omnibus di Mondadori) che viene selezionato tra i semifinalisti del Premio Scerbanenco 2014.[29][30] Si tratta di un thriller storico ambientato nella Padova del 1888.[31]

Nell'ottobre 2015 Strukul dà alle stampe il suo quinto romanzo intitolato I cavalieri del Nord,[32] romanzo a metà tra thriller storico, romanzo di avventura e fantasy, ambientato nell'Europa del 1240.

Nell'aprile del 2016 Strukul pubblica per Time Crime Il sangue dei baroni,[33] romanzo a metà tra thriller e commedia nera ambientato nel mondo dell'Università di Padova.

Nel 2018 Strukul ha pubblicato per la Mondadori Giacomo Casanova. La sonata dei cuori infranti, romanzo incentrato sulla figura del famoso seduttore.

Tetralogia de I Medici[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2016 Strukul pubblica, per Newton Compton Editori, I Medici - Una dinastia al potere, primo volume di una tetralogia di romanzi storici dedicati alla famiglia fiorentina. Viene seguito, nello stesso anno, da I Medici - Un uomo al potere, nel 2017, da I Medici - Una regina al potere e I Medici - Decadenza di una famiglia.

Il primo volume della serie si aggiudica, nel 2017, la sessantacinquesima edizione del Premio Bancarella.

La saga di Strukul si rivela un best seller internazionale[senza fonte]. Una dinastia al potere è stata tradotta in numerose lingue, fra cui l'olandese, lo spagnolo, il serbo e lo slovacco.

Racconti e romanzi brevi[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2013 Strukul contribuisce con il racconto Parole per i codardi a Nessuna più. Quaranta scrittori contro il femminicidio, un'antologia curata da Marilù Oliva con il patrocinio di Telefono Rosa.[13] Oltre a Strukul e Oliva, vi partecipano tra gli altri Maurizio de Giovanni, Lorenza Ghinelli, Romano De Marco, Francesca Bertuzzi e Loriano Macchiavelli.[34]

Nel 2013 pubblica il racconto Sinfonia con vampiri e eroi nell'antologia Le realtà in gioco. Storie straordinarie per vite ordinarie di Multiplayer.it Edizioni, alla quale partecipano anche, tra gli altri, Tullio Avoledo e Roberto Recchioni.[14]

Alla fine dello stesso anno Strukul ha pubblicato, insieme a Marco Piva-Dittrich, la novella Trovate Skuld!, in formato digitale, per la LA Case Books di Los Angeles.[11] L'opera è stata contemporaneamente pubblicata anche in lingua inglese, tradotta dagli autori, con il titolo di Find Skuld!.[35] Trovate Skuld! ha avuto un seguito l'anno successivo con Fermate Skuld!,[12] anch'esso pubblicato contemporaneamente anche in inglese come Stop Skuld!.[36]

Le traduzioni[modifica | modifica wikitesto]

Strukul lavora anche come traduttore; per le Edizioni BD ha tradotto il romanzo L'impiccato di Russel D. McLean[37] e numerose opere a fumetti tra cui L'orrore e altre storie (comprendente il racconto vincitore del premio Gran Guinigi del 2013, L'orrore di Dunwich, scritto da Joe R. Lansdale basandosi su un racconto di H.P. Lovecraft),[38]

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Biografie[modifica | modifica wikitesto]

Romanzi[modifica | modifica wikitesto]

Serie di Mila Zago[modifica | modifica wikitesto]

Serie de I Medici[modifica | modifica wikitesto]

Romanzi non legati a una serie[modifica | modifica wikitesto]

Racconti[modifica | modifica wikitesto]

  • Sinfonia con vampiri e eroi in Le realtà in gioco. Storie straordinarie per vite ordinarie (2013), Multiplayer Edizioni.
  • Parole per i codardi in Nessuna più. Quaranta scrittori contro il femminicidio (2013), Elliot edizioni.
  • Trovate Skuld!, con Marco Piva-Dittrich (2013), LA Case Books (in formato digitale).
  • Fermate Skuld!, con Marco Piva-Dittrich (2014), LA Case Books (in formato digitale).

Fumetti[modifica | modifica wikitesto]

  • Red Dread: Mila, Delta macchiato di sangue, con Alessandro Vitti (2012, in due parti).

Traduzioni[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Il Corriere - Redazione Cultura, Premio Bancarella 2017, il vincitore è Matteo Strukul, Il Corriere, 17 luglio 2017. URL consultato il 17 luglio 2017., I Medici: Una dinastia al potere, Newton Compton, ISBN 978-8854194793
  2. ^ Matteo Strukul (2016), I Medici: Un uomo al potere, Newton Compton, ISBN 978-8854195073
  3. ^ Matteo Strukul (2017), I Medici: Una regina al potere, Newton Compton, ISBN 978-8854195080
  4. ^ Matteo Strukul (2017), I Medici: Decadenza di una famiglia, Newton Compton, ISBN 978-8822710246
  5. ^ Welcome Alumni 2017, Alumni, 2017. URL consultato il 28 novembre 2017.
  6. ^ Giacomo Brunoro, Matteo Strukul vince il premio “Alumni of the Year 2017”, Corriere del Veneto, 27 novembre 2017. URL consultato il 28 novembre 2017.
  7. ^ a b Matteo Strukul (2008), Il cavaliere elettrico. Viaggio romantico nella musica di Massimo Bubola, Meridiano Zero, ISBN 978-8882371807
  8. ^ a b Matteo Strukul (2010), Nessuna resa mai. La strada, il rock e la poesia di Massimo Priviero, Meridiano Zero, ISBN 978-8882372149
  9. ^ a b Matteo Strukul e Alessandro Vitti (2012), Red Dread: Mila, Delta macchiato di sangue (atto primo), Lateral Publish, ISBN 978-8897807001
  10. ^ a b Matteo Strukul e Alessandro Vitti (2012), Red Dread: Mila, Delta macchiato di sangue (atto secondo), Lateral Publish, ISBN 978-8897807025
  11. ^ a b Matteo Strukul e Marco Piva-Dittrich (2013), Trovate Skuld!, LA Case Books, ISBN 978-8868700249
  12. ^ a b Matteo Strukul e Marco Piva-Dittrich (2014), Fermate Skuld!, LA Case Books, ISBN 978-8868700713
  13. ^ a b Marilù Oliva [a cura di] (2013), Nessuna più, Elliot, ISBN 978-8861923416
  14. ^ a b AAVV (2013), Le realtà in gioco. Storie straordinarie per vite ordinarie, Multiplayer.it, ISBN 978-8863552300
  15. ^ Intervista a Matteo Strukul (Revolver Ed.), Corpi Freddi, 15 febbraio 2012. URL consultato il 7 ottobre 2014.
  16. ^ Matteo Strukul. La ballata di Mila, RAI Letteratura. URL consultato il 9 ottobre 2014.
  17. ^ Autori Sugarpulp, Sugarpulp. URL consultato il 7 ottobre 2014.
  18. ^ Andrea Andreetta, Chronicae: staff, Chronicae. URL consultato il 14 giugno 2017.
  19. ^ Matteo Strukul (2011), La ballata di Mila, E/O, ISBN 978-8866320166
  20. ^ Rock Reynolds, Letture balorde di fine estate, in L'Unità, 26 settembre.
  21. ^ Andrea Andreetta, Mila Zago Tribute, Sugarpulp, 28 marzo 2013. URL consultato il 5 ottobre 2014.
  22. ^ Umberto Ruffino, Red Dread vol.2, ItalNews, 13 settembre 2012. URL consultato il 6 ottobre 2014.
  23. ^ Matteo Strukul (2013), Regina nera. La giustizia di Mila, E/O, ISBN 978-8866323129
  24. ^ Mauro Trotta, La combattente in nome del genere, in Il Manifesto, 15 agosto.
  25. ^ Giuliano Ramazzina, Mila, la sanguinaria 'fragile', in Il Resto del Carlino, 22 marzo.
  26. ^ Jonathan Richardson, Watch Out! Mila is Slashing and Shooting Her Way to the Movies!, Exhibit A, 20 marzo 2014. URL consultato il 6 ottobre 2014 (archiviato dall'url originale il 7 agosto 2014).
  27. ^ I premi del Trailers FilmFest 2013, Trailers FilmFest. URL consultato il 6 ottobre 2014.
  28. ^ Matteo Strukul (2015), Cucciolo d'uomo: La promessa di Mila, Edizioni E/O, ISBN 978-8866326090
  29. ^ Matteo Strukul (2014), La ballata dei fiori spezzati, Mondadori Omnibus, ISBN 978-8804628545
  30. ^ Premio Giorgio Scerbanenco - La Stampa: la classifica, Courmayeur Noir in Festival, 3 dicembre 2014. URL consultato il 3 dicembre 2014.
  31. ^ Matteo Strukul: La giostra dei fiori spezzati, Mondadori. URL consultato il 6 ottobre 2014.
  32. ^ Matteo Strukul (2015), I cavalieri del nord, Multiplayer Edizioni, ISBN 978-8863553338
  33. ^ Matteo Strukul (2016), Il sangue dei baroni, Rime Crime, ISBN 978-8866882725
  34. ^ Marilù Oliva, Nessuna più, Libro Guerriero. URL consultato il 6 ottobre 2014.
  35. ^ Matteo Strukul and Marco Piva-Dittrich (2013), Find Skuld!, LA Case Books, ISBN 978-8868700089
  36. ^ Matteo Strukul and Marco Piva-Dittrich (2014), Stop Skuld!, LA Case Books, ISBN 978-8868700737
  37. ^ Russel D. McLean (2012), L'impiccato (trad. Matteo Strukul), Edizioni BD, ISBN 978-8866346036
  38. ^ 2013, L'orrore e altre storie, Edizioni BD, ISBN 978-8866347521

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]