Grand Theft Auto: San Andreas

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Grand Theft Auto: San Andreas
videogioco
Gta San Andreas.png
Screenshot del gioco
PiattaformaPlayStation 2, Xbox, PlayStation 3, Xbox 360, PlayStation 4, Xbox One, Microsoft Windows, iOS, Android
Data di pubblicazionePlayStation 2[1]:
Giappone 25 gennaio 2007
Flags of Canada and the United States.svg 26 ottobre 2004
Zona PAL 29 ottobre 2004
Flag of Australasian team for Olympic games.svg 29 ottobre 2004

Windows[2], Xbox[3]:
Flags of Canada and the United States.svg 7 giugno 2005
Zona PAL 10 giugno 2005
macOS:
Mondo/non specificato 12 novembre 2010
iOS:
Mondo/non specificato 12 dicembre 2013
Android:
Mondo/non specificato 20 dicembre 2013
Windows Phone:
Mondo/non specificato 27 gennaio 2014
Xbox 360:
Mondo/non specificato 26 ottobre 2014
PlayStation 3:
Mondo/non specificato 1º dicembre 2015
PlayStation 4:
Mondo/non specificato 6 dicembre 2015
Xbox One:
Mondo/non specificato 7 giugno 2018

GenereAvventura dinamica
TemaAnni '90
OrigineRegno Unito
SviluppoRockstar North
PubblicazioneRockstar Games
ProduzioneLeslie Benzies
ProgrammazioneObbe Vermeij, Adam Fowler
Direzione artisticaAaron Garbut
SceneggiaturaDan Houser, Christian Cantamessa, DJ Pooh
MusicheMichael Hunter
SerieGrand Theft Auto
Modalità di giocoGiocatore singolo, multigiocatore
Motore graficoRenderWare
Distribuzione digitaleSteam, Xbox Live, PlayStation Network
Requisiti di sistemaMinimi (PC)
  • Sistema operativo Windows 2000 Professional (SP 1) o Windows XP (SP 1)
  • Processore Intel Pentium III o Athlon 1 GHz;
  • RAM 256 MB
  • Lettore DVD-ROM 8x
  • Disco rigido con 3,6 GB di spazio libero
  • Scheda video 64 MB e driver compatibili con DirectX 9
  • Scheda audio compatibile con DirectX 9

Requisiti consigliati (PC)

  • Sistema operativo Windows 2000 Professional (SP 1) o Windows XP (SP 1)
  • Processore Intel Pentium 4 o AMD Athlon XP (o superiori) 1 GHz
  • RAM 384 MB (o superiore)
  • Lettore DVD-ROM 16x
  • Disco rigido con 4,7 GB di spazio libero
  • Scheda video 128 MB (o superiore) e driver compatibili con DirectX 9
  • Scheda audio con supporto surround compatibile con DirectX 9

Minimi (Linux)

  • Distribuzione con kernel almeno della serie 2.6.24-16
  • DirectX 9
  • Wine aggiornato almeno alla versione 1.0
  • Driver video correttamente installati e configurati per l'accelerazione 3D
  • Processore Intel Pentium 4 o AMD Athlon XP (o superiori) 1 GHz
  • RAM 512 MB (o superiore)
  • Lettore DVD-ROM 16x
  • Disco rigido con 4,7 GB di spazio libero
  • Scheda video 128 MB (o superiore)
  • Scheda audio con supporto surround compatibile con DirectX 9
Fascia di etàBBFC18 · CEROZ · DJCTQ: 18 · ESRB: AO (Xbox), M (PS2, PC) · OFLC (AU): MA15+ · OFLC (NZ): R18 · PEGI: 18 · USK: 16
Preceduto daGrand Theft Auto Advance
Seguito daGrand Theft Auto: Liberty City Stories

Grand Theft Auto: San Andreas, noto anche come GTA: San Andreas o semplicemente San Andreas, è un videogioco action-adventure del 2004, sviluppato da Rockstar North e pubblicato da Rockstar Games per PlayStation 2, PlayStation 3, Xbox, Xbox 360, PC, smartphone e tablet. Si tratta del quinto capitolo della celebre saga di videogiochi Grand Theft Auto.

Originariamente pubblicato nell'ottobre del 2004 in esclusiva per PlayStation 2, il gioco uscì anche per Xbox e Microsoft Windows nel giugno del 2005. Successivamente ne venne realizzata una versione digitale distribuita a partire dal 4 gennaio 2008 su Steam, dal 20 ottobre 2008 su Xbox 360 e dall'11 dicembre 2012 su PlayStation 3. Dal dicembre del 2013 Grand Theft Auto: San Andreas è disponibile anche sui dispositivi iOS, Android e Windows Phone. Il 26 ottobre 2014, per festeggiare il decimo anniversario del gioco, Rockstar Games ha rilasciato sul marketplace di Xbox 360 una nuova versione con risoluzione a 720p, poi pubblicata anche per PlayStation 3 e PlayStation 4 rispettivamente il 1º e il 6 dicembre 2015.

Complessivamente Grand Theft Auto: San Andreas ha venduto circa 27,5 milioni di copie al settembre del 2011,[4] diventando così il videogioco per PlayStation 2 più venduto di tutti i tempi ed è il ventiquattresimo più venduto di sempre.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Carl Johnson, detto "CJ", è un delinquente di strada afroamericano, membro della Grove Street Family, una gang delle periferie di Los Santos. Nel 1987 il fratello minore Brian rimane ucciso mentre era sotto la sua responsabilità: in seguito a questo episodio CJ è attanagliato dai sensi di colpa e perde il rispetto di amici e famigliari, che lo accusano di essersi comportato da vigliacco e di non aver fatto abbastanza per proteggere il fratello. Carl decide quindi di abbandonare la città e si trasferisce a Liberty City, dove trascorre cinque anni vivendo di piccole rapine e compiendo saltuariamente omicidi e furti per Joey Leone, membro della famiglia mafiosa dei Leone. Nel 1992 la madre Beverly viene uccisa in un agguato dal gruppo dei Ballas, gang rivale della Grove Street Family e CJ decide di far ritorno a casa per partecipare ai funerali.

Appena arrivato in città CJ viene fermato dalla C.R.A.S.H., l'unità anticrimine della polizia di Los Santos, il cui capo Frank Tenpenny è un agente corrotto che invece di combattere le gang le manovra e le sfrutta per ottenere un ritorno personale. Tenpenny e alcuni agenti suoi complici hanno appena ucciso il loro collega Ralph Pendelbury, che era venuto a conoscenza della dilagante corruzione della C.R.A.S.H. e minacciano di far ricadere su Carl la responsabilità dell'omicidio. A causa di questo ricatto CJ è costretto a mettersi al servizio di Tenpenny, che nel corso dell'intero gioco lo obbliga più volte a "sporcarsi le mani" per portare avanti le sue attività illecite.

Tornato a casa, CJ ritrova il fratello maggiore Sweet, la sorella minore Kendl, e gli amici Big Smoke e Ryder, che lo informano della pessima situazione in cui versa la gang: molti dei membri sono stati uccisi, altri sono entrati nel tunnel della droga, le "famiglie di Grove Street" che un tempo componevano la gang sono oggi divise in bande avversarie e in guerra tra loro, favorendo il rafforzamento della gang avversaria dei Ballas. Vista la situazione e nonostante la fredda accoglienza datagli dal fratello e da alcuni degli amici, CJ decide di non tornare a Liberty City e di rimanere nel suo vecchio quartiere per aiutare la banda, anche perché spinto dal desiderio di vendicare la morte della madre e vincolato dal ricatto di Tenpenny che minaccia di incastrarlo per un omicidio da lui mai commesso.

Incomincia così una fase di restaurazione del potere della gang, durante la quale CJ e i suoi compari provvedono a ripristinare i graffiti che segnalano la presenza territoriale della banda, stroncano il traffico di droga nel quartiere e si procurano delle armi con le quali portano avanti numerosi scontri a fuoco e sparatorie da automobili ai danni dei Ballas. CJ riesce a riguadagnare il rispetto del fratello e Sweet organizza un incontro con i capi delle altre "famiglie" nel tentativo di riunirle sotto un'unica gang, ma le trattative sfumano a causa di una retata della polizia. Questo momento di ripresa però è solo temporaneo: mentre Sweet si è recato a un incontro dei Ballas per attaccarli, Cesar Vialpando (il fidanzato messicano-statunitense di Kendl) avverte CJ di aver scoperto che Big Smoke e Ryder sono in combutta con i Ballas e con Tenpenny. L'incontro al quale si è recato Sweet si rivela infatti una trappola, tesa dai Ballas e dalla polizia corrotta; Carl si reca in soccorso del fratello, ma quest'ultimo viene gravemente ferito e il fuoco dei Ballas li tiene accerchiati fino all'arrivo della polizia.

Dopo questo drammatico evento, tutti i protagonisti della gang sono separati: Sweet sopravvive alle ferite ma finisce in carcere; CJ, che a Tenpenny è più utile in libertà che in cella, viene catturato e portato nella campagna fuori Los Santos; Big Smoke e Ryder, fino a quel momento tra gli amici più stretti, diventano nemici e traditori, essendo responsabili anche di aver coperto l'omicidio della madre Beverly avvenuto per mano dei Ballas. Nelle Badlands Carl è obbligato a prestarsi ai loschi affari degli agenti corrotti, che sono nuovamente minacciati di essere scoperti, ed è ricattato con la minaccia di torturare il fratello o di consegnarlo ai Ballas. In un sol colpo non solo si infrange il sogno di conquistare i quartieri delle gang nemiche, ma persino Grove Street cade nelle mani dei Ballas.

In questa fase Carl cerca di accumulare il denaro necessario per trovare una nuova sistemazione, esigenza che lo porta a conoscere Catalina (la cugina di Cesar), con la quale compie delle rapine e instaura una breve e tempestosa relazione amorosa; Wu Zi Mu, il boss non vedente della Triade locale, oltre che appassionato di corse clandestine, e The Truth, un anziano coltivatore e consumatore di Marijuana, oltre che hippy ossessionato dalle teorie del complotto. Guidato da quest'ultimo, Carl si stabilisce insieme con Cesar e Kendl a San Fierro, dove si guadagna da vivere gestendo un'officina. CJ scopre che il potere di Big Smoke e dei Ballas deriva dallo spaccio di un'enorme quantità di droga che gli viene fornita da un'associazione criminale di San Fierro, il Sindacato Loco. Nel tentativo di eliminare questa fonte di ricchezza, CJ si infiltra in questa organizzazione e lavora per conto di Jizzy B, un pappone, T-Bone Mendez, un sicario, e il loro capo Mike Toreno. Allo stesso tempo CJ collabora con Wu Zi Mu, il capo della Triade conosciuto in precedenza, aiutandolo a sconfiggere una gang vietnamita rivale e ottenendo in cambio supporto nel distruggere i Loco. Inoltre CJ, su consiglio della sorella Kendl, stabilisce un vero e proprio impero acquistando proprietà, tra cui un autosalone di cui prende possesso assieme a Cesar, e un negozio di auto, aerei e elicotteri radiocomandati gestito da un giovane elettricista Zero, dove riciclare il proprio denaro. L'operazione è un successo: Carl uccide i membri del sindacato, il pappone Jizzy B, il sicario T-Bone Mendez, l'ex amico Ryder (che si scopre essere un grande amico di Mendez) e assassinando apparentemente anche il capo dei Loco Mike Toreno, abbattendo il suo elicottero.

Poco dopo si scoprirà che Mike Toreno non è mai stato sul velivolo, ed è in realtà un agente segreto sotto copertura, che lavora per un'agenzia governativa molto potente impegnata a difendere gli interessi americani a livello internazionale, tenendo lontano il pericolo comunista[5] e perpetuando il dominio imperialista degli USA nei paesi del terzo mondo[6], che non si fa scrupolo di ricorrere a mezzi al limite del legale per raggiungere i suoi machiavellici e torbidi scopi. Promettendogli la liberazione di Sweet, Toreno ordina a Carl di compiere per suo conto delle pericolose missioni di contrabbando internazionale di droga e armi, nonché di contrasto delle agenzie governative rivali a quella di Toreno (maggiormente ligie alla legge), usando come base un vecchio aeroporto abbandonato nel deserto di Bone County dove Carl impara a pilotare aerei e elicotteri.

Nel frattempo il cerchio si sta chiudendo intorno a Tenpenny: il suo complice Hernandez, esecutore materiale dell'omicidio di Pendelbury, in preda ai sensi di colpa confessa il misfatto alla FBI e DEA. Tenpenny uccide Hernandez e obbliga Carl a far sparire le prove contro di lui; a missione compiuta l'agente si sente ormai sicuro di non essere scoperto e affida al complice Pulaski il compito di far fuori anche Carl. Ma mentre è costretto a scavare la fossa per sé e per Hernandez, grazie a una distrazione dell'agente che lo tiene sotto mira, la situazione si ribalta ed è CJ, dopo un inseguimento a uccidere Pulaski.

Contemporaneamente Wu Zi Mu apre un casinò a Las Venturas e in cambio dell'aiuto di CJ nel fronteggiare le tre famiglie mafiose proprietarie di un casinò rivale (il "Caligula's"), il capo della triade gli offre una quota degli introiti. CJ accetta l'offerta e insieme con la triade organizza un complesso piano per rapinare il Caligula's. Per avere accesso al casinò si mette al servizio del boss Salvatore Leone, prendendo parte alla guerra di mafia contro i Forelli e i Sindacco; peraltro CJ farà la conoscenza della Croupier del Caligula's Millie, che lo aiuterà ad avere il pass per entrare con facilità nel casinò e diventerà anche la sua seconda fidanzata. È durante i lavori per Leone che CJ conoscerà il cantante Maccer, il suo manager Kent Paul e l'avvocato tossicodipendente Ken Rosenberg, che gestisce gli affari delle Mafie e rischia la vita in caso una si avvantaggiasse sulle altre; alla fine CJ con uno stratagemma salva la vita a tutti e tre, facendoli fuggire dalla città.

Nel mentre CJ sventa il tentativo di suicidio di Madd Dogg, il più famoso rapper di Los Santos, caduto in disgrazia dopo che lo stesso CJ, per aiutare OG Loc (giovane membro dei Grove che voleva diventare un rapper, uscito di carcere a inizio gioco), lo aveva derubato del quaderno delle rime e ne aveva assassinato il manager. Compiuto il colpo a Las Venturas, CJ aiuta Dogg a riprendersi la villa dove abitava, che era caduta nelle mani di Big Poppa, uno spacciatore dei Vagos, e insieme con il rapper fa ritorno a Los Santos. Inoltre Carl diventa il nuovo manager di Dogg, assumendo rispettivamente come contabile e tecnici del suono, Rosenberg, Paul e Maccer.

Dopo un'ultima rischiosa missione per Toreno (grazie alla quale CJ riesce ad appropriarsi di un jet militare sottratto sempre alla guardia militare che cerca di screditare Toreno), Sweet viene finalmente scarcerato. Grazie ai proventi del casinò, nella villa di Madd Dogg Carl vive ormai nell'agiatezza e vorrebbe lasciar perdere la vecchia e pericolosa vita da gangster di strada, ma Sweet gli rimprovera di aver tradito i suoi stessi ideali e lo riporta all'intento iniziale: far tornare grande la gang e vendicarsi una volta per tutte di Big Smoke e i Ballas. Così Carl e Sweet ritornano a Grove Street riuscendo a riconquistarla e a riprendersi anche altri territori finiti in mano ai Ballas.

Nel frattempo i crimini dell'agente Tenpenny vengono finalmente scoperti, suscitando grande scandalo nell'opinione pubblica, ma nonostante le gravi accuse di omicidio, corruzione, spaccio e prostituzione il procuratore distrettuale decide di archiviare il caso per insufficienza di prove, tra l'altro oscurate da Carl negli incarichi assegnati dallo stesso Tenpenny. Alla notizia Los Santos precipita nel caos: l'intera città va in rivolta e la gente, che non si fida più della polizia, appicca incendi, fa esplodere automobili e incomincia a sparare nelle strade, con i malviventi che ne approfittano per rubare nelle case; l'evento è ispirato alle sommosse realmente avvenute nel 1992.

Durante i disordini, Sweet scopre che Big Smoke si nasconde nella "Reggia del Crack", una fortezza piena di guardie a East Los Santos: i fratelli Johnson decidono pertanto di compiere la loro vendetta. Arrivato sul posto però Carl chiede al fratello di lasciargli eliminare Big Smoke da solo, in memoria di suo fratello Brian e di sua madre; qui Sweet perdona definitivamente CJ per i suoi errori. Dopo aver superato i vari piani dell'edificio, Carl finalmente arriva a Smoke e dopo un lungo scontro riesce ad avere la meglio. In punto di morte l'ex amico rivela a Carl di aver tradito Grove Street perché accecato dal denaro e dal potere; In questo frangente soggiunge Tenpenny, che coglie CJ di sorpresa e lo tiene sotto mira. L'agente, ormai braccato dai cittadini in rivolta, ha intenzione di freddare CJ per poi lasciare la città con i soldi di Big Smoke, ma Carl riesce a sfuggirgli e a impugnare un'arma. Il poliziotto si dà alla fuga, incendiando l'edificio dietro di sé, ma Carl lo insegue e riesce a uscire dal palazzo prima della sua esplosione. Tenpenny tenta di fuggire su un camion dei pompieri corazzato; nel lungo inseguimento Carl deve salvare Sweet che rischia di essere buttato giù dal camion a cui si era aggrappato. Sul ponte di Ganton, Tenpenny perde il controllo del mezzo, che precipita nella sottostante Grove Street, là dove tutto era cominciato; gravemente ferito, il poliziotto chiede inutilmente aiuto e rivendica di aver agito sempre nel nome di un bene superiore, per poi morire a causa delle ferite riportate.

Con la morte di Tenpenny, CJ riesce finalmente a sconfiggere il suo aguzzino e le proteste di Los Santos si placano. Arriva così la tanto desiderata prosperità per le "Grove Street Families", che si trovano a gestire attività in tutto lo stato di San Andreas; anche Madd Dogg torna al successo vincendo il primo disco d'oro. Mentre si festeggia e si discute sul futuro della gang, CJ preferisce uscire e fare un giro nel quartiere, tornato finalmente alla tranquillità.

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

Principali[modifica | modifica wikitesto]

Carl Johnson (CJ)[modifica | modifica wikitesto]

Noto anche come "CJ", Carl Johnson è il protagonista di Grand Theft Auto: San Andreas. Secondo di quattro fratelli, Carl è un criminale afroamericano cresciuto nel ghetto di Ganton (un piccolo quartiere di Los Santos) nonché uno dei leader della locale gang, le Famiglie di Grove Street. Ha un fratello maggiore, Sean "Sweet" Johnson (comandante di Grove Street), e una sorella minore, Kendl Johnson. Aveva anche un fratello minore, Brian Johnson, morto nel 1987 in circostanze che non ci vengono chiarite all'interno del gioco. Tale evento spinse CJ a lasciare Los Santos per recarsi a Liberty City, dove rimase per cinque anni, cioè fino alla morte della madre, assassinata dai Ballas, una gang rivale. Nei cinque anni antecedenti la morte di sua madre, Carl divenne un sicario e ladro della mafia lavorando per Joey Leone. Dopo essere stato informato da Sweet della morte della loro madre, CJ ritorna a casa sua a Los Santos per il funerale di lei. Freddamente riaccolto dal fratello Sweet, che lo incolpa della morte di Brian e lo considera un codardo per essersene andato, CJ riguadagna lentamente la stima di questi compiendo missioni a favore della propria gang. È doppiato da Young Maylay.[7]

Melvin Harris (Big Smoke)[modifica | modifica wikitesto]

Meglio noto come "Big Smoke", Melvin Harris deve il proprio soprannome alla sua obesità e alla sua abitudine di fumare sigari. Egli è un criminale afroamericano e il boss dei Grove Street nonché un amico di famiglia dei Johnson. Apparentemente calmo e saggio, Smoke appare inizialmente come un personaggio positivo e leale, per poi rivelarsi un traditore: egli infatti si allea con i Ballas divenendo il gestore del loro magazzino del Crack e con il loro aiuto allestisce un enorme narcotraffico che lo rende estremamente ricco. Big Smoke diverrà piuttosto famoso a Los Santos dopo la missione "The Green Sabre", come scopriamo mentre CJ è a San Fierro. È doppiato da Clifton Powell[7].

Sean Johnson (Sweet)[modifica | modifica wikitesto]

Noto come "Sweet", Sean Johnson è il fratello maggiore di CJ, nonché il capo delle Famiglie di Grove Street. Quando il fratello minore Brian morì, Sweet ritenne CJ responsabile del nefasto evento per non aver badato a loro fratello e, dopo che quest'ultimo lasciò Los Santos per Liberty City, lo considerò un codardo. Nonostante possa apparire ingenuo, è in realtà molto influente e incontrollabile. Per Sweet le famiglie di Grove Street non sono solo la sua gang, ma anche la sua ragione di vita. Per le famiglie di Grove e il suo quartiere, Sweet darebbe anche l'anima, continuando a restare fedele alla sua gang (a differenza di Smoke e Ryder) anche quando incomincia a decadere a causa della droga e delle gang rivali. È doppiato da Faizon Love[7].

Kendl Johnson[modifica | modifica wikitesto]

Kendl è la sorella minore di Sweet e CJ. È in contrasto con Sweet perché lei vorrebbe frequentare Cesar Vialpando, il capo della gang di strada dei Varrios Los Aztecas. Kendl ha la tendenza a voler far successo, uscendo dalla mentalità del ghetto che hanno i fratelli maggiori. Kendl è senza dubbio la persona più razionale e accorta nella famiglia di Carl. Veste sempre di verde come Sweet, Big Smoke e Ryder sebbene non è noto se anche lei faccia parte o abbia fatto parte della gang delle Famiglie. È doppiata da Yo-Yo[7].

Lance Wilson (Ryder)[modifica | modifica wikitesto]

Meglio noto come "Ryder", è uno dei migliori amici della famiglia Johnson, nonché uno dei membri anziani delle Famiglie di Grove Street. È un tossicodipendente consumatore abituale di fenciclidina, che è solito chiamare "water" nel gioco (sebbene in italiano venga erroneamente tradotto come "polvere"). Infatti è solito fumare sigari imbevuti proprio in tale sostanza, che talvolta si produce anche da solo come vediamo nella missione "Catalyst". Ha un carattere chiassoso, scatenato, menefreghista e più volte dice di sentirsi invincibile, probabilmente a causa delle droghe che assume. Il personaggio di Ryder è chiaramente ispirato al rapper Eazy-E, soprattutto per quel che riguarda l'aspetto fisico e il suo modo di vestire. Infatti, Ryder indossa costantemente degli occhiali da sole scuri e un cappello con la scritta "San Andreas", come Eazy-E che era solito portare un cappello con su la scritta "Compton", la sua città natale. Inoltre secondo quanto affermato da diversi personaggi del gioco, Ryder è un ragazzo di statura bassa (anche Eazy-E era piuttosto basso, essendo alto 1,60 m). È doppiato da MC Eiht[7].

Jeffrey Cross (OG Loc)[modifica | modifica wikitesto]

Jeffrey, noto anche come "OG Loc", è un vecchio amico di quartiere di CJ e dei suoi compari e vorrebbe essere un membro delle Famiglie di Grove Street, sebbene non abbia mai svolto alcun lavoro importante per la gang come affermato da Sweet in GTA San Andreas: The Introduction. È un più giovane rispetto a CJ e agli altri gangster di strada, ed è anche un ragazzo molto insicuro ed emotivamente fragile, malgrado tenti di mascherarlo sfoggiando un atteggiamento ribelle e aggressivo. Loc infatti è solito commettere reati minori come non pagare le multe e rubare auto, per poi farsi volutamente arrestare, per cercare di crearsi una reputazione a Grove Street. Inoltre possiede un look chiaramente ispirato al famoso rapper degli anni '90, Tupac Shakur. Come quest'ultimo, Loc vorrebbe sfondare nel mondo del gangsta rap, infatti si cimenta nel freestyle, e organizza feste e concerti in cui canta i pezzi da lui scritti. OG Loc è doppiato da Jonathan "Jas" Anderson[7].

Cesar Vialpando[modifica | modifica wikitesto]

Cesar Vialpando è il fidanzato di Kendl, la sorella minore di CJ, nonché uno dei capi dei Varrio Los Aztecas, una gang ispanica di Los Santos. A causa di ciò, inizialmente Sweet non tollerava la relazione fra Kendl e Cesar, ma nelle fasi finali del gioco tale astio sembra essere venuto meno, tanto che lo stesso Sweet ordina a CJ di aiutare i Varrios Los Aztecas quando questi ultimi sono in difficoltà, poiché vuole che il fratello onori i propri debiti. Durante il gioco, Cesar diverrà il miglior amico di Carl e gli sarà indispensabile durante più missioni del gioco, e soprattutto nel gestire il suo garage di San Fierro. Ha un debole per le corse clandestine, le auto modificate e i tatuaggi (ne ha il corpo ricoperto) e si esprime con un forte accento messicano. L'aspetto del personaggio è vagamente ispirato alla figura di César Sánchez, un gangster ispanico interpretato da Clifton Collins Jr. (doppiatore, nel gioco, dello stesso Cesar) nel film 187 codice omicidio (1997) di Kevin Reynolds, pellicola in cui figurava, tra l'altro, anche Samuel L. Jackson, doppiatore del corrotto agente Frank Tenpenny.

Famiglie di Grove Street[modifica | modifica wikitesto]

Sono la gang del protagonista Carl Johnson. Sono chiaramente ispirati alle reali gang di strada afroamericane, come i Bloods e i Crips. Le famiglie di Grove vestono abiti hip hop di colore verde come riferimento al bar "Ten Green Bottles" presente nella cittadina di Ganton (caricatura di Compton, piccola cittadina di Los Angeles piuttosto nota per l'alto tasso di criminalità e bande presenti) dove risiede il quartier generale della gang: Grove Street. Alcuni membri delle famiglie, come CJ, ogni tanto continuano a chiamare la gang Orange Grove Families per indicare la loro appartenenza alla banda originale, ovvero sin da quando venne formata. I GSF (i gangster di Grove), un tempo erano forti e temuti ma attualmente sono caduti in rovina a causa delle droghe che assumono, difatti all'inizio del gioco la banda verrà tenuta in piedi solo da alcuni OG della gang (CJ, Sweet, Ryder e Big Smoke). In particolare la banda si è indebolita a seguito della cattiva gestione della gang da parte del leader Sweet, che assorto da lutti e problemi famigliari, durante l'assenza di CJ, smise di interessarsi agli affari interni delle famiglie portandole inconsciamente quasi alla rovina. A causa di ciò alcuni membri delle famiglie si distaccarono da Grove creando i set di Seville e Temple mentre i membri di Grove si diedero al consumo di crack indebolendosi sempre più. Fu così che i Ballas e i Vagos presero il controllo di quasi tutti i sobborghi della città, mentre le famiglie incominciarono dispute e scontri tra loro stessi.

Ballas[modifica | modifica wikitesto]

I Ballas sono la gang afroamericana più vecchia di Los Santos. Anche loro sono chiaramente ispirati ai Bloods e ai Crips. Il loro colore ricorrente è il viola scuro e il loro abbigliamento è prevalentemente hip hop come per le famiglie. Sono rivali giurati delle Famiglie di Grove Street che da anni impediscono ai Ballas di appropriarsi di Ganton e prendere il pieno controllo dei sobborghi della città. I Ballas si occupano di quasi tutte le attività criminali delle zone malfamate di Los Santos tra cui spaccio di marijuana, eroina e crack, prostituzione, contrabbando d'armi, furti e rapine. Sono rivali delle famiglie di Grove in molte di queste attività mentre sono alleati dei Vagos nel giro dello spaccio e stanno cercando di fare affari con alcuni membri della Mafia Russa nel giro del contrabbando d'armi. I Ballas possiedono ben 28 territori a Los Santos tra cui quasi tutta la parte est di Los Santos (East Los Santos) e alcuni territori a Idlewood e Wlewood (che a detta di Sweet e altri personaggi in precedenza appartenevano alle famiglie) e alcuni territori nella zona di Market e Verona Beach. I Ballas si dividono in quattro set i Front Yard, i Kilo Tray, i Rollin Heights e i Temple Drive (questi ultimi nati di recente a causa dell'indebolimento delle famiglie). Ognuno di questi set possiede più graffiti di colore viola nei propri territori e il giocatore potrà taggarli coprendoli con i colori di Grove Street.

Frank Tenpenny[modifica | modifica wikitesto]

Poliziotto afroamericano corrotto nonché capo della unità antigang nota come "C.R.A.S.H.". Frank Tenpenny è il principale antagonista del gioco, nonché boss finale, insieme a Big Smoke, di GTA: San Andreas. Quando Carl giunge a Los Santos per il funerale della madre, Tenpenny lo ricatta minacciandolo di incastrarlo per l'omicidio di un poliziotto, Ralph Pendelbury. Con questo ricatto, nel corso del gioco il poliziotto si servirà più volte di CJ per assassinare i testimoni dei propri crimini. Molto astuto, Tenpenny aveva programmato di aiutare le gang dei Ballas e dei Vagos a incominciare il più grande traffico di droga dello Stato, coinvolgendo il suo collega, Pulaski e lasciando la gestione degli affari a Big Smoke e Ryder. Tuttavia Tenpenny aveva in realtà in mente di tradire tutti alle fine e di accaparrarsi tutti i guadagni del narcotraffico, e infatti lascerà che CJ assassini tutti i suoi complici. È doppiato da Samuel L. Jackson[7] al quale l'aspetto del personaggio di Tenpenny è anche vagamente ispirato.

Eddie Pulaski[modifica | modifica wikitesto]

Pulaski fa parte dei C.R.A.S.H. ed è il braccio destro di Tenpenny. Arrogante, crudele, spietato ma ingenuo, appoggia Tenpenny e gli obbedisce, credendo di avere la situazione sotto controllo, senza rendersi conto che egli lo sta solo sfruttando e che intende uccidere anche lui. Quando l'agente Hernandez tradisce lui e Tenpenny, Pulaski si appresta a eliminare CJ e il poliziotto messicano ma quest'ultimo, sacrificandosi, permette a CJ di salvarsi e di inseguire e uccidere Pulaski. È doppiato da Chris Penn[7].

Jimmy Hernandez[modifica | modifica wikitesto]

Giovane recluta all'interno della unità C.R.A.S.H., Jimmy Hernanez non è spietato quanto i propri colleghi, ma è una matricola facilmente manovrabile. Costretto dai colleghi a dare il colpo di grazia all'agente Pendelbury (che minacciava di denunciare Tenpenny e Pulaski), nell'introduzione, Hernandez verrà divorato dai sensi di colpa per tutta la storia del gioco ma solo alla fine si deciderà a denunciare i suoi complici, venendo tuttavia messo a tacere in modo analogo a Pendelbury. Hernandez verrà colpito violentemente alla testa da un badile, da Tenpenny. Dopo essere stato creduto morto CJ verrà costretto a scavare una fossa per lui e per sé stesso da Pulaski, ma Hernandez si riprenderà aggredendo il collega. Tuttavia verrà subito ucciso da Pulaski, ma il suo sacrificio permetterà a CJ di sfuggire a Pulaski e di eliminarlo. È doppiato da Armando Riesco[7].

Secondari[modifica | modifica wikitesto]

Catalina[modifica | modifica wikitesto]

Principale antagonista di Grand Theft Auto III, Catalina compare anche in San Andreas che si svolge 9 anni prima. Qui scopriamo che è la cugina di Cesar Vialpando, è proprio quest'ultimo che le farà conoscere CJ affidandole il compito di aiutarlo a sopravvivere mentre questi si trova nelle campagne presso Whestone. All'apparenza potrebbe sembrare una bella ragazza di campagna di origini ispaniche, ma in realtà Catalina è una criminale nonché una donna molto violenta e con diversi disturbi mentali e problemi di autocontrollo. È doppiata da Cynthia Farrell[7].

Claude Speed[modifica | modifica wikitesto]

Misterioso personaggio corridore di gare clandestine, egli è il silenzioso protagonista di Grand Theft Auto III, Claude. In Grand Theft Auto: San Andreas comparirà durante due missioni e in una di queste bisognerà batterlo in una gara clandestina. Anche in tale gioco egli mantiene il proprio mutismo.

The Truth[modifica | modifica wikitesto]

Ovvero " La verità" è un pacifico hippie, il cui vero nome è sconosciuto. Si guadagna da vivere producendo e vendendo marijuana, della quale è anche un assiduo consumatore oltre a svariati altri tipi di droghe. Truth possiede una fattoria in Flint County dove coltiva svariate piantagioni di marijuana che CJ lo aiuterà a bruciare durante una retata a sorpresa della polizia nella missione "Are you going to San Fierro". Inoltre è ossessionato da numerose teorie del complotto, in particolare quelle che riguarderebbero l'insabbiamento dell'esistenza degli extra-terrestri. The Truth verrà presentato a Carl da Tenpenny dopo che quest'ultimo avrà portato CJ nella contea di campagna nota come Whetstone, vicino Los Santos per svolgere delle missioni per suo conto. È doppiato da Peter Fonda.[7]

Wu Zi Mu[modifica | modifica wikitesto]

Più noto come Woozie, Wu Zi Mu è a capo dei Mountain Cloud Boys, la fazione della Triade Cinese in San Andreas. Affetto da cecità, egli ha rimediato al suo handicap affinando gli altri sensi, al punto di riuscire a gareggiare in corse clandestine e battere Carl ai videogiochi. È chiamato dai suoi uomini "Talpa Fortunata" per la sua incredibile fortuna. Si rivelerà un preziosissimo alleato di CJ al quale offrirà anche l'opportunità di diventare suo socio in affari e gestire il casinò Four Dragons di Las Venturas assieme a lui e al Ran Fa Li, capo anziano ed influente delle Triadi Cinesi. Il Four Dragons, tuttavia genererà contrasti con la Mafia, che controlla l'altro casinò della città, il Caligula's, e in risposta Woozie e CJ organizzeranno una rapina ai danni di tale struttura. È doppiato da: James Yaegashi.[7]

Sindacate Loco[modifica | modifica wikitesto]

La "Sindacate Loco" ("Il Sindacato Folle") è un'organizzazione criminale dedita allo spaccio di droga a San Fierro. I capi del Sindacato sono Mike Toreno (agente CIA sottocopertura), T-Bone Mendez e Jizzy B. Costoro sono in affari con Big Smoke e Ryder, partecipando al loro traffico di droga proveniente da Los Santos. Comprano la cocaina proprio da Big Smoke e la raffinano in un loro deposito del crack a San Fierro gestito dalla gang dei San Fierro Rifas. CJ dovrà infiltrarsi nell'organizzazione del Sindacato, fingendosi loro alleato e lavorando per loro per poter invece raccogliere informazioni e sgominarla dall'interno, uccidendone i capi e infliggendo così un duro colpo anche al traffico di Crack di Big Smoke.

Jizzy B.[modifica | modifica wikitesto]

Jizzy è il pappone più famoso e influente di San Fierro, nonché il factotum del Sindacato Loco, cioè colui che detiene i contatti. Possiede uno strip club a San Fierro che usa come copertura per le proprie attività illecite. Tipico è il suo vestito viola da pappone, con cui lo vedremo tutto il tempo: egli è molto insicuro e pericoloso perché soggetto a sbalzi d'umore improvvisi. Lo si vede spesso in disaccordo con T Bone Mendez, malgrado i due siano complici, in quanto Jizzy considera troppo bassa la parte di profitto offertagli da T Bone e Mike Toreno, nel traffico di droga del Sindacato Loco. Tenta di coprire le sue insicurezze facendosi circondare dalle sue prostitute e assumendo cocaina. Viene ucciso da CJ nella missione "Ice Cold Killa". È doppiato da Charlie Murphy[7].

T-Bone Mendez[modifica | modifica wikitesto]

Capo dei San Fierro Rifa, T-Bone Mendez è il sicario del Sindacato. Irascibile e paranoico: dubita della lealtà di chiunque poiché è convinto che qualcuno stia indagando sul loro Sindacato e non esita a essere violento con le persone di cui sospetta. In uno dei dialoghi della versione beta del gioco, Cesar affermava di conoscere già T-Bone, in quanto quest'ultimo si era fatto una reputazione tra le gang ispaniche in passato, uccidendo diversi membri dei Varrio Los Aztecas in galera. Viene ucciso da CJ e Cesar Vialpando. È doppiato da Kid Frost[7].

Mike Toreno[modifica | modifica wikitesto]

Capo del Sindacato, Mike Toreno inizialmente appare come un narcotrafficante barone della droga. In seguito egli rivela d'essere invece un agente governativo (probabilmente della CIA visti i suoi contatti in America Latina) e afferma di aver preso parte al Sindacato Loco sia per tenere sotto controllo tale associazione criminale, sia per ricavare il denaro necessario al "mantenimento dello status quo", rimanendo però alquanto vago. Egli obbligherà CJ nel compiere pericolose missioni, con il compromesso di far scarcerare Sweet. Dopo aver recuperato un Jet Hydra da una nave anfibia, ricompenserà il protagonista ordinando la scarcerazione del fratello, dimostrandosi così un uomo di parola. È doppiato da James Woods[7].

La Triade[modifica | modifica wikitesto]

La Triade è una federazione di gang cinesi di San Andreas che vestono di nero e hanno alcuni territori a Chinatown e a Downtown San Fierro. Sono delle gang molto pericolose e ben armate possedendo oltre alle pistole 9 mm anche AK 47. Sono generalmente non violente e gestiscono attività di racket, di protezione e di scommesse. A Los Santos, ci sono due Triadi: i Mountain Cloud Boys capeggiati da Woozie e i Blood Feathers capeggiati da Ran Fa Li che è anche il leader dell'intera Triade Cinese di San Andreas anche nota come Red Gecko Tong, una fazione sotto cui si riuniscono tutte le Triadi delle costa occidentale. Ran Fa Li, noto anche come Mr. Farlee, è un vecchio boss orientale che non conosce l'inglese al punto da aver sempre bisogno di un interprete fra i suoi assistenti.

Maccer[modifica | modifica wikitesto]

Maccer è un musicista britannico che, ottenuto un certo successo in madrepatria, decide di recarsi in America per far conoscere al mondo il proprio stile musicale, incominciando dallo Stato di San Andreas. Sfortunatamente però, durante la sua prima notte passata nel deserto dello Stato lui e la sua band si aggregano a un peyote party organizzato da The Truth, dove finisce per venire narcotizzato insieme con il suo manager Kent Paul e il loro gruppo. Al suo risveglio l'intera band è dispersa con l'esclusione proprio di Maccer e Paul incapaci anche solo di camminare sulle loro gambe che vengono poi ritrovati da CJ e riportati a Las Venturas su richiesta di Truth. La sua caratteristica principale è la capacità di masturbarsi in qualsiasi situazione, eccitandosi continuamente. È doppiato da Shaun Ryder.

Kent Paul[modifica | modifica wikitesto]

Già apparso in Grand Theft Auto: Vice City, Kent Paul è il manager di Maccer, nonché amico di Ken Rosenberg. Viene introdotto in Grand Theft Auto: San Andreas quando Truth invia CJ a salvare lui e Maccer, dopo averli dimenticati nel deserto a causa dell'uso di droga. Salvatore Leone ne ordina l'uccisione insieme con Maccer e Ken Rosenberg, ma CJ riesce a salvare il trio e Paul diviene il tecnico del suono di Madd Dogg. È doppiato da Danny Dyer.[7].

Ken Rosenberg[modifica | modifica wikitesto]

Già apparso in Grand Theft Auto: Vice City, Ken Rosenberg è un avvocato penalista radiato dall'albo per dipendenza da cocaina. Necessitando di un lavoro, egli ha accettato il compito di amministrare il casinò Caligula's per conto delle tre famiglie mafiose che lo possiedono: i Sindacco, i Forelli e i Leone. Tale posizione è estremamente rischiosa, poiché se una delle tre famiglie dovesse avvantaggiarsi sulle altre egli verrebbe assassinato. Salvatore Leone ne ordina l'assassinio insieme con Kent Paul e Maccer, ma CJ riesce a salvare il trio e successivamente egli diviene il contabile di Madd Dogg. È doppiato da William Fichtner[7].

Salvatore Leone[modifica | modifica wikitesto]

Già apparso in Grand Theft Auto III, Salvatore Leone è il boss della famiglia Leone. Ha raggiunto un accordo con i Sindacco, e ha accettato di versare cinque milioni di dollari nelle loro casse in cambio di una quota al "Caligula's", pretendendo però che il casinò venisse gestito da un individuo imparziale che mantenesse l'equilibrio fra le tre famiglie mafiose proprietarie dello stesso: Ken Rosenberg. Successivamente, egli stesso ordinerà a CJ di assassinare Rosenberg insieme con i suoi amici Kent Paul e Maccer, ma Carl lo ingannerà, salvando il trio e rapinando il casinò. È doppiato da Frank Vincent[7].

Mafia Italiana[modifica | modifica wikitesto]

La mafia italiana è presente a Las Venturas e gestisce il Casinò Caligula's (parodia del reale Caesar Palace). In particolare tre famiglie gestiscono tale attività: i Sindacco che sono i proprietari, i Leone e i Forelli che hanno entrambi una quota di diversi milioni di dollari al casinò. Tutte le famiglie sono interessate a imbrogliare le altre e a rubare tutti i soldi per loro, ma nessuno può fare la sua mossa, non in maniera esplicita per lo meno senza far scoppiare una guerra di mafia. Per questo hanno deciso di assumere come membro neutrale Ken Rosemberg per gestire il Casinò.L'unico boss a comparire nel gioco è Salvatore Leone, padrino dei Leone, oltre a lui compare anche Johnny Sindacco dei Sindacco, figlio del padrino dell'omonima famiglia.

Madd Dogg[modifica | modifica wikitesto]

Uno dei rapper più famosi di Los Santos, vive in una villa favolosa a Vinewood. Nei suoi album "Huslin' Like Gangstaz", "Still Madd" e "Forty Dogg" rappa sul mondo dei gangster, sebbene ne sia quasi del tutto estraneo. Solo quando CJ diventa suo manager scopre realmente il mondo della malavita. Dopo l'omicidio del suo manager da parte di CJ, si dà all'alcol e alla droga, vendendo la sua casa da milioni di dollari a uno spacciatore noto come Big Poppa, membro dei Vagos. A causa di ciò Dogg arriva persino a pensare al suicidio. È però lo stesso Carl a salvarlo, reo di sensi di colpa per essere stato lui la causa della rovina del rapper avendo agito su commissione di OG Loc, che credeva un amico, per far fallire Madd Dogg. Madd Dogg è la riproduzione videoludica del rapper Ice Cube, anche se questo porta una versione rigirata del nome del famoso rapper Snoop Dogg. È doppiato da Ice-T[7].

Beverly Johnson[modifica | modifica wikitesto]

Beverly è la madre di Carl, Sweet, Kendl e Brian Johnson. Nel 1987 Beverly perde suo figlio Brian tragicamente. Nel 1992 Beverly viene anch'essa uccisa da una delle gang locali, i Ballas, durante un attacco mirato alla Grove Street Families di cui suo figlio Sweet è il capo. La morte di Beverly è l'evento che mette in moto le avventure di Carl a San Andreas che avendo saputo del tragico evento ritorna a Los Santos dopo essere stato per cinque anni a Liberty City. Il volto di Beverly può essere visto in una delle foto appese al muro nella casa di Carl.

Brian Johnson[modifica | modifica wikitesto]

Brian è il fratello minore di Carl, Sweet e Kendl Johnson ed il figlio più giovane di Beverly Johnson. Brian rimase vittima circa cinque anni prima l'inizio della storia del gioco, durante un tragico incidente che tuttavia non viene mai specificato durante la storia, ma al quale pare fosse presente anche Carl. Molti dei parenti e amici di CJ, all'inizio del gioco definiscono il protagonista come un codardo che ha abbandonato la città dopo aver lasciato morire suo fratello, Brian, e malgrado Carl sembri restio a parlarne alla fine del gioco ammetterà che Brian è morto a causa sua.

Modalità di gioco[modifica | modifica wikitesto]

Il gioco rivoluziona diversi aspetti di gioco e rivoluziona completamente alcune meccaniche di gioco. Per la prima volta nella saga, è possibile personalizzare il personaggio tagliando capelli, modellando il fisico andando in palestra oppure mangiando molto, gestire il vestiario e altro. Inoltre è possibile personalizzare auto, avere relazioni, acquistare case, andare in locali, esplorare zone rurali, fare diverse attività secondarie, interagire con i pedoni, nuotare e molto altro; inoltre il gioco è il primo capitolo della serie ad avere l'esplorazione subacquea.

Ambientazione[modifica | modifica wikitesto]

Il videogioco è ambientato nel 1992 nello Stato fittizio di San Andreas che è basato su alcune regioni degli Stati di California e Nevada. San Andreas comprende tre metropoli: Los Santos che corrisponde alla reale Los Angeles, San Fierro basata su San Francisco e Las Venturas ovvero Las Vegas.[8] Le tre città sono collegate con vari ponti, autostrade, linee ferroviarie e aeree. Oltre a queste città, la mappa del gioco offre molti altri punti di interesse: tre diverse zone di campagna, un deserto, dodici città rurali, una base militare, montagne, un aeroporto abbandonato e alcuni boschi.

Armi e oggetti[modifica | modifica wikitesto]

Sono presenti circa 45 differenti tipi di armi: da quelle per corpo a corpo (come tirapugni), mazze (da baseball), una katana, una motosega o mazzi di fiori, vari modelli di fucili, mitragliatori, pistole e lanciarazzi, fino ad arrivare a un Minigun. Inoltre sono disponibili oggetti utili per il completamento di alcune missioni, come bombolette spray (utili per disegnare graffiti e utilizzabile come arma), una macchina fotografica (utilizzata per fotografare dei soggetti durante le missioni e per trovare le 50 fotografie a San Fierro), un estintore (utilizzato nelle missioni in cui occorre spegnere il fuoco o come arma), un paracadute, occhiali a infrarossi e un jetpack. Nel gioco esistono inoltre armi "improvvisate", quali mazzi di fiori, vibratori e dildi, di questi ultimi ne esistono di tre differenti tipi, tuttavia solo due sono reperibili nel gioco, per averli tutti è necessario l'utilizzo di un trucco.

Gang[modifica | modifica wikitesto]

Una delle caratteristiche di Grand Theft Auto: San Andreas è la presenza nel gioco di numerose gang. La presenza delle gang è fondamentale per una delle meccaniche del gioco, ovvero la conquista dei territori, che il giocatore avrà la facoltà di sottrarre a Ballas e Vagos tramite le "guerre fra gang". Le varie bande si distinguono principalmente per il colore e il tipo di abbigliamento e i veicoli utilizzati dai loro membri

Veicoli[modifica | modifica wikitesto]

Come negli altri capitoli di GTA, anche in San Andreas non sono presenti automobili di marchi reali, ma solamente ispirate a modelli esistenti. Tra le novità introdotte ci sono tre modelli di biciclette, moto e aeroplani; inoltre, come in passato, utilizzando alcuni tipi di veicoli è possibile attivare missioni secondarie: ad esempio, salendo su un taxi si potrà trasportare delle persone a destinazione, mentre salendo su un camion dei pompieri si dovranno spegnere incendi per la città, con un'ambulanza si dovranno portare le persone ferite all'ospedale e con un tipo speciale di macchina si potranno effettuare missioni di "protezione" su alcune prostitute. I modelli di automobili rispecchiano le varie ubicazioni del mondo di gioco: ad esempio, nelle zone portuali e industriali sarà più facile trovare camion e furgoni, mentre in quelle più lussose saranno presenti cloni di Porsche e Ferrari (per esempio la Turismo).

Sono state inserite delle scuole di guida per auto, moto, barche e aerei, per migliorare l'abilità del personaggio nella guida sportiva e/o acrobatica. In ogni caso, a prescindere dal fatto che si frequenti o meno una scuola di guida, più il giocatore starà alla guida (senza commettere particolari errori) più vedrà aumentato il proprio grado di abilità nella guida di quella specifica categoria di veicoli.

Polizia e livelli di sospetto[modifica | modifica wikitesto]

In GTA San Andreas il livello di sospetto è simile agli altri titoli della serie. Le stelle sono sei e indicano il livello di sospetto partendo da una stella dove la polizia tenta di arrestare il giocatore e arrivando a 6 stelle dove arriva un esercito militare per eliminare il giocatore. Nel caso aveste una stella la polizia vi darà la caccia non dando però molta attenzione. Se però voi eliminate un agente di polizia il livello di sospetto si incrementa salendo a 2 stelle. Quando si raggiungono le 3 stelle la polizia sarà ovunque e vi darà la caccia con l'intenzione di eliminarvi; essa alcune volte userà il fucile a pompa. Inoltre se siete su un veicolo saranno frequenti i posti di blocco. A partire dalle 3 stelle arriverà anche l'elicottero della polizia. Se si raggiungono le 4 stelle arriverà, oltre alla polizia, la squadra SWAT a bordo dell'Enforcer, un furgone che contiene 4 agenti SWAT. Inoltre i posti di blocco saranno formati dagli SWAT e non più dalla polizia. Questi agenti possono raggiungere la scena anche dall'elicottero della polizia che, grazie a delle funi, li calerà a terra. Arrivati alle 5 stelle, oltre alla polizia si presenterà la FBI. I posti di blocco sono sostituiti dagli FBI Rancher ma dall'elicottero della polizia scenderanno comunque gli agenti SWAT. Quando arriverete a 6 stelle arriverà l'esercito, a bordo dei carri armati chiamati Rhino e dei Barracks (camion militari).

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Alla sua uscita, GameSpot lo ha definito come il miglior capitolo della serie realizzato per la console PlayStation 2[9], mentre IGN lo ha decretato come il gioco con la migliore trama del 2004[10]. Al 2010, secondo il Guinness dei primati, risulta essere il 3º gioco più venduto di tutti i tempi[11][12].

La rivista Play Generation classificò il minigioco del casinò come il terzo più "cool"[13] e San Andreas come la città più pulsante[14] tra i titoli disponibili su PlayStation 2.

Problematiche di distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Hot Coffee[modifica | modifica wikitesto]

A metà del giugno 2005 su Internet cominciò a circolare una patch chiamata Hot Coffee, in grado di sbloccare contenuti pornografici già presenti nelle versioni PC del gioco ma esclusi dalla versione finale senza eliminare questi file definitivamente. Le proteste di molte associazioni di genitori portarono anche all'interessamento della senatrice Hillary Clinton[15]. La patch fece molto discutere, in quanto pare che i contenuti "extra" non fossero stati aggiunti con la patch bensì solo "sbloccati", dato che erano già presenti nel videogioco. Perciò l'organizzazione che si occupa del rating dei videogiochi negli Stati Uniti, l'ESRB, alla luce di questi avvenimenti cambiò la categorizzazione del gioco ad Adults Only, "Solo per adulti". In Europa il PEGI ha classificato il gioco nella categoria 18+, con avvisi su linguaggio forte e violenza. Rockstar, in seguito, ha reso disponibile un'ulteriore patch in grado di rimuovere tali sequenze dal gioco, oltre che a pubblicare una nuova versione già priva di esse. Contemporaneamente alcuni giocatori intrapresero una class action contro il distributore del gioco reo di aver messo in commercio un titolo con contenuti pornografici senza dichiararli esplicitamente.

L'8 novembre 2007 Take Two Interactive raggiunse un accordo con la corte e decise di pagare 35 dollari a ogni giocatore che si fosse dichiarato offeso dai contenuti del gioco. Il New York Times dichiarava che al 25 giugno 2008 2.676 persone avevano richiesto il rimborso. Una seconda class action era stata intentata dagli azionisti contro la società rea di aver danneggiato le vendite per via della riclassificazione del gioco. Questa class action ha costretto nel settembre del 2009 il produttore a pagare 20 milioni di dollari quale risarcimento danni per i mancati guadagni del gioco.[16] Della modalità in sé, essa simula un rapporto sessuale, con una barra chiamata "eccitazione" da far aumentare con movimenti ritmici.

Colonna sonora[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Colonna sonora di Grand Theft Auto § Grand Theft Auto: San Andreas.

Come nel precedente Vice City, la colonna sonora di San Andreas è suddivisa in varie stazioni radio, ognuna specializzata in un certo genere musicale. È possibile ascoltare una stazione radio a bordo di automobili, moto, aeroplani, elicotteri e imbarcazioni ma non sulle biciclette, sui trattori o sui veicoli di emergenza.[17]

Gli artisti presenti sono molto numerosi: Public Enemy, Gang Starr, Masta Ace, Kool G Rap per quanto riguarda l'East Coast rap e il Golden Age rap; Jerry Reed, Hank Williams e Patsy Cline per la musica country; Toto, The Who, Lynyrd Skynyrd e David Bowie per il rock. Inoltre ci sono anche radio Funk come Bounce FM, House come SF-UR, West Coast rap/Gangsta rap come Radio Los Santos, Heavy metal, Hard rock, Grunge come Radio X, Soul come Master Sounds 98.3, WCTR Talk Radio, New jack swing come CSR 103:9, Dub e Reggae come K-Jah West. L'introduzione è stata composta dal rapper Young Maylay, doppiatore di CJ, da cui deriva il suo album.[18]

Nella versione per PC, è possibile creare una stazione radio personalizzata che prenderà il nome di "Lettore brani utente" dove sarà possibile ascoltare brani di qualsiasi tipo scelti dal giocatore, per aggiungere un brano sarà sufficiente aggiungere il file mp3 della canzone nella cartella "User Tracks" presente in Documenti/GTA San Andreas User Files.[19]

Easter egg e leggende metropolitane[modifica | modifica wikitesto]

Grand Theft Auto: San Andreas è caratterizzato da un ampio numero di Easter egg (oggetti nascosti), misteri e leggende metropolitane, che hanno contribuito a rendere ancora più popolare il gioco. Nel corso degli anni successivi al lancio del gioco, infatti, sono nati tantissimi gruppi di videogiocatori appassionati intenti a investigare dei presunti misteri presenti all'interno del gioco.

Ad esempio a Los Santos è presente la Grotti, ditta che fa il verso alla nota azienda automobilistica Ferrari; a San Fierro, invece, si trova l'edificio Zombotech, chiara parodia della Umbrella Corporation della serie di videogiochi Resident Evil.

Bigfoot[modifica | modifica wikitesto]

Tra gli appassionati del gioco è nota una leggenda metropolitana secondo la quale tra i boschi di Back O Beyond e Flint County sarebbe possibile avvistare il Bigfoot. Secondo i sostenitori di questa teoria, una prova dell'esistenza della creatura nel gioco sarebbe la foto appesa nella parete vicino al televisore nella casa della madre di CJ: se si osserva tale immagine è possibile notare una figura massiccia dalla colorazione grigio-marrone chiaro di difficile identificazione nell'angolo in basso a sinistra dell'immagine; la misteriosa figura sembra avanzare verso l'osservatore. Tale foto raffigura un posto realmente esistente nel gioco, a Red County, e la figura che sembra essere un Bigfoot è in realtà una casa presente in tale zona e che nella foto risulta sbiadita e offuscata assomigliando vagamente alla creatura. Lo scan dei codici del gioco, tuttavia, ha fornito una stringa consistente in tre coordinate relative a zone boschive; le coordinate sono: Bf 00001, Bf 00002 e Bf 00003. Alcuni giocatori identificarono questo "Bf" come BigFoot, ma sembra che in realtà si tratti solo della BF-Injection, un'automobile presente in quelle zone nel videogioco.[20]

Terry Donovan della Rockstar Games, ha smentito ufficialmente le voci sull'esistenza del mostro nel videogioco, nella rivista Electronic Gaming Monthly nel gennaio 2005.[21] La smentita ufficiale da parte della Rockstar riguardo l'esistenza del Bigfoot si è avuta durante l'intervista Rockstar Speaks curata da Jordan di PlanetGrandTheftAuto in occasione dell'E3 di Los Angeles del 2005.[22]

Tuttavia esistono diverse modifiche del gioco che aggiungono questa creatura nei boschi circostanti alla città. Inoltre alcune di queste "mod" permettono di giocare delle missioni nelle quali bisogna uccidere il mostro (le modifiche sono installabili esclusivamente per la versione del gioco per il PC).

Leatherface[modifica | modifica wikitesto]

La seconda leggenda metropolitana nata su GTA: San Andreas riguarda la presenza nel corso del gioco del personaggio di Leatherface del film horror Non aprite quella porta. Le voci incominciarono a diffondersi in rete, quando qualcuno mise in giro la voce che fosse possibile sentire di notte strani rumori di motosega nella zona di Panopticon. Ben presto, le voci si fecero sempre più frequenti e alcuni videogiocatori incominciarono ad affermare di aver visto Leatherface nel gioco. Molti video che mostravano Leatherface in Grand Theft Auto: San Andreas furono immessi in rete, ma si rivelarono quasi tutti dei falsi. Persiste comunque la credenza che Leatherface sia nella zona di Red County, che va da Shady Cabin a Fisher's Lagoon e Panopticon, che utilizzi una motosega per uccidere le sue vittime, e che appaia nel corso del gioco alle spalle del giocatore uccidendone il personaggio virtuale all'istante. Come già successo per il caso di "Bigfoot", esistono diverse modifiche del gioco (per la versione PC) che aggiungono Leatherface nei boschi circostanti alla città; provengono infatti da queste "mod" i vari video postati sul web che ritraggono il serial killer nel videogioco.

Epsilonismo[modifica | modifica wikitesto]

Un'altra leggenda metropolitana diffusa riguardo a questo videogioco è quella dell'Epsilonismo, ovvero la religione fittizia presente nell'altrettanto fittizio mondo di San Andreas, che rappresenta probabilmente una parodia di Scientology. Secondo la leggenda, attenendosi ai princìpi noti di questa religione, si arriverebbe a incontrare il fantomatico dio alieno venerato dagli epsilonisti, detto Kifflom. Per fare ciò, si dovrebbe seguire un preciso percorso, definito Epsilon Program,[23] che prevede svariate azioni da compiere, comportamenti da tenere, abiti da indossare e perfino tatuaggi da fare all'interno del gioco. Alla fine di tale percorso, ci si troverebbe appunto faccia a faccia con Kifflom, che, sempre secondo le storie, assegnerebbe al giocatore una o più missioni aggiuntive, in cui si interverrebbe sulla fossa comune a El Castillo del Diablo. Questa leggenda non è mai stata ufficialmente smentita dalla Rockstar Games, che, anzi, l'ha alimentata creando un sito web interamente dedicato all'Epsilonismo,[24][25] che espone comandamenti e princìpi della setta. Il sito contiene anche presunte testimonianze di epsilonisti e un indirizzo ovviamente falso a cui i nuovi fedeli sarebbero tenuti a inviare denaro, che rimanda alle Isole Cayman. Esistono tuttavia numerose smentite su questa leggenda da parte di alcuni utenti, che avrebbero setacciato i file della versione PC di Grand Theft Auto: San Andreas in cerca degli elementi di cui parla l'Epsilon Program, senza trovare nulla.[26]

In Grand Theft Auto V l'Epsilon Program, invece, esiste realmente e il protagonista Michael De Santa potrà svolgere missioni per conto dei seguaci.

Bodybags[modifica | modifica wikitesto]

Un noto Easter egg del videogioco è la fossa comune a El Castillo del Diablo: se ci si dirige verso sud-ovest del cimitero degli aerei di Verdant Meadows, è possibile trovare una grossa buca con all'interno un mucchio di cadaveri in sacchi neri. Vicino a questa fossa è parcheggiato un furgoncino, probabilmente utilizzato per trasportare i corpi. Non è chiaro chi li abbia messi lì o cosa contengano, ma le idee più quotate è che i sacchi contengano dei testimoni oculari di alieni, probabilmente, ex dipendenti della vicina Area 69. Tuttavia pare che sulla stazione radio del gioco nota come K-Rose, ci sia un altro riferimento alle bodybags visto che la DJ Mary-Beth Maybell (Riette Burdick) afferma, sebbene sarcasticamente, di aver seppellito i suoi sei mariti "sottoterra"; le bodybags presenti nella fossa a El Castillo del Diablo sono proprio sei. Un'altra curiosità è come nella vicina città fantasma "Las Brujas" vi sia un cimitero abbandonato con esattamente sei lapidi. Le possibilità su chi o cosa le bodybags possano contenere e sull'identità di chi le abbia scaricate nella fossa di El Castillo del Diablo, sono quindi molteplici e restano ignote. Lo stesso CJ all'inizio di una delle missioni svolte per Mike Toreno, sembrava osservare da lontano con aria inquieta (tanto da spaventarsi poco dopo all'arrivo dello stesso Toreno) il canyon di El Castillo del Diablo dove sarebbero presenti le Bodybags.

Zombotech[modifica | modifica wikitesto]

A San Fierro è presente un edificio chiamato Zombotech con una statua che rappresenta il DNA dove è presente lo Zombie Lab, ovvero la parodia della Umbrella Corporation della serie di videogiochi Resident Evil. Tuttavia non vi è modo di ispezionare le sezioni dell'edificio interne ma è solo possibile vedere la piazza interna dell'edificio e leggere un cartello che da il benvenuto ai turisti.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Grand Theft Auto: San Andreas for PlayStation 2 – Release Summary, su GameSpot, CNET Networks. URL consultato il 3 febbraio 2008.
  2. ^ Grand Theft Auto: San Andreas for PC – Release Summary, su GameSpot, CNET Networks. URL consultato il 3 febbraio 2008.
  3. ^ Grand Theft Auto: San Andreas for Xbox – Release Summary, su GameSpot, CNET Networks. URL consultato il 3 febbraio 2008.
  4. ^ GTA IV Overtakes San Andreas in Lifetime Sales, in Kotaku.com, 15 settembre 2011.
  5. ^ Nella missione Highjack, Toreno dice: «Credevi che fossimo eroi? Stiamo combattendo una guerra lì fuori. Se faccio l'eroe e poi perdo, cosa succede? Comunismo in Ohio. Gente che condivide. Nessuno compra più niente.»
  6. ^ Nella missione Highjack, Toreno dice: «Sì, l'ultima volta che ci siamo visti dovevo risolvere dei problemi in America Latina con qualsiasi mezzo fosse necessario. Questo non basta a fare di me un narcotrafficante. I soldi guadagnati e le amicizie strette ci hanno aiutato immensamente a curare i nostri interessi.»
  7. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p q r s Titoli di coda di Grand Theft Auto: San Andreas
  8. ^ Città e contee di GTA San Andreas
  9. ^ Grand Theft Auto: San Andreas per PlayStation 2, su gamespot.com. URL consultato il 24 marzo 2009.
  10. ^ IGN - The best of 2004, su bestof.ign.com. URL consultato il 9 aprile 2009.
  11. ^ Guinness World Records 2009 Gamer's Edition, pagg. 108–109, ISBN 1-904994-45-8
  12. ^ I momenti chiave dei suoi 11 anni di storia, in Play Generation, n. 66, Edizioni Master, maggio 2011, pp. 16-17, ISSN 1827-6105 (WC · ACNP).
  13. ^ I minigiochi + cool, in Play Generation, n. 38, Edizioni Master, marzo 2009, p. 85, ISSN 1827-6105 (WC · ACNP).
  14. ^ La città + pulsante, in Play Generation, n. 66, Edizioni Master, maggio 2011, p. 89, ISSN 1827-6105 (WC · ACNP).
  15. ^ Clinton calls for federal game regulation, su GameSpot. URL consultato il 14 luglio 2005.
  16. ^ GTA, sesso per 20 milioni di dollari
  17. ^ Radio di GTA San Andreas, su gta-series.com.
  18. ^ San Andreas: The Original Mixtape
  19. ^ Inserire i propri mp3 in Gta San Andreas, su Gta Mod, 13 gennaio 2008. URL consultato il 14 giugno 2018 (archiviato dall'url originale il 5 novembre 2012).
  20. ^ Miti e leggende di San Andreas, su gtanetwork.it. URL consultato il 14 luglio 2019 (archiviato dall'url originale il 4 marzo 2016).
  21. ^ (EN) Scan della rivista (JPG), su x402.putfile.com. URL consultato il 14 giugno 2018 (archiviato dall'url originale il 29 ottobre 2008).
  22. ^ Misteri inesistenti su Gta-Expert.it
  23. ^ Pagina di GTA-Expert che illustra l'Epsilon Program
  24. ^ Sito ufficiale sull'Epsilon Program
  25. ^ Traduzione italiana del sito ufficiale sull'Epsilon Program
  26. ^ Pagina di GTA-Series che smentisce passo per passo la leggenda dell'Epsilon Program

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàLCCN (ENsh2006000135 · BNF (FRcb165999429 (data)
PlayStation Portale PlayStation: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di PlayStation