Dan Houser

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Dan Houser (Londra, 24 maggio 1974) è un autore di videogiochi britannico.

Vicepresidente e cofondatore (insieme al fratello Sam Houser) della casa produttrice di videogiochi Rockstar Games, è divenuto famoso per aver prodotto, insieme al fratello Sam Houser, la serie di videogiochi Grand Theft Auto a partire dal terzo capitolo. È responsabile inoltre della produzione dei videogiochi Canis Canem Edit, Red Dead Redemption e Max Payne 3. Nel 2009 la rivista statunitense TIME lo ha collocato al 37º posto nella classifica dei 100 uomini più influenti del mondo.[1]

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Dan Houser nasce a Londra il 24 maggio 1974, figlio dell'avvocato Walter Houser e dell'attrice Geraldine Moffat, e fratello di Sam Houser.[2] Compie i primi studi presso la St Paul's School a Londra per poi laurearsi presso l'università di Oxford.[3]

Nonostante il desiderio di diventare musicista, Dan è da sempre stato affascinato verso la narrativa fin dalla giovane età. Durante l'infanzia trascorreva buona parte del suo tempo presso una videoteca di Londra, e ha guardato molti film americani e spaghetti western. Il suo film preferito è I guerrieri della notte di Walter Hill.[4]

Nel 1996 ottiene un lavoro part-time presso BMG Interactive (presso cui lavorava anche il fratello) come collaudatore di CD-ROM e l'anno successivo viene assunto a tempo pieno.[2][5] Dopo l'acquisizione di BMG Interactive da parte di Take Two Interactive, Dan e suo fratello si trasferiscono con l'azienda a New York e fondano Rockstar Games.[2]

Nonostante lo status di creatori della serie Grand Theft Auto, uno dei franchise più di successo di tutti i tempi, Dan e suo fratello Sam hanno evitato le luci della ribalta, concentrandosi nel brand di Rockstar Games, piuttosto che ricevere i benefici personali dei loro giochi di successo.

Produttore esecutivo[modifica | modifica wikitesto]

Scrittore[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatore[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Rockstar: Sam e Dan Houser tra i 100 uomini più influenti del mondo | Console Tribe, su console-tribe.com, 4 maggio 2009. URL consultato il 10 aprile 2016.
  2. ^ a b c (EN) Ben Mckelvey, Meet the brains behind Grand Theft Auto, in Stuff.co.nz, 27 dicembre 2012. URL consultato il 10 aprile 2016.
  3. ^ (EN) Rob Waugh, Grand Theft Auto: The reckoning, su Mail Online, 24 agosto 2007. URL consultato il 10 aprile 2016.
  4. ^ (EN) Chris Suellentrop, Q. and A.: Rockstar’s Dan Houser on Grand Theft Auto V, in The New York Times, 9 novembre 2012. URL consultato il 10 aprile 2016.
  5. ^ (EN) Kevin Gifford, Rockstar's Dan Houser: Big in Japan?, su 1Up.com, 26 ottobre 2011. URL consultato il 10 aprile 2016 (archiviato dall'url originale il 27 aprile 2014).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN106390651 · ISNI (EN0000 0000 7497 5100 · WorldCat Identities (EN106390651
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie