Rockstar Vienna

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Rockstar Vienna
Logo
Stato Austria Austria
Fondazione 4 gennaio 1993
Chiusura 11 maggio 2006
Sede principale Austria Vienna, Austria
Gruppo Rockstar Games
Settore Sviluppo di videogiochi

Rockstar Vienna, nota come neo Software Produktions GmbH fino al 2003, era un'azienda austriaca dedita allo sviluppo di videogiochi, fondata il 4 gennaio 1993 nella città di Vienna e chiusa l'11 maggio 2006.

Nel febbraio del 2001 la società venne acquisita dalla Take Two Interactive, che la unì alla Rockstar Games nel gennaio del 2003.[1] L'11 maggio 2006 Take-Two Interactive chiuse Rockstar Vienna e licenziò tutti i suoi 100 dipendenti.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Prima del 2003 la società sviluppò diversi videogiochi, tra cui Whale's Voyage (1993), Der Clou! (1994), Rent-a-Hero (1999), Alien Nations (2000) e The Sting! (2001). Nell'ultimo periodo di vita si occupò invece di convertire videogiochi per PC su console, come Max Payne, Max Payne 2 e Grand Theft Auto: Double Pack (contenente Grand Theft Auto III e Grand Theft Auto: Vice City).

L'11 maggio 2006 Take-Two Interactive chiuse Rockstar Vienna senza nessuna comunicazione preventiva; agli impiegati della società fu addirittura impedito l'accesso agli uffici dal personale di sicurezza.[2]

Il 17 gennaio 2007 il fondatore di Rockstar Vienna annunciò ufficialmente la formazione di una nuova società di videogiochi, la Games That Matter Productions GmbH.[3][4]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Rap Sheet - Rockstar Vienna, MobyGames. URL consultato il 23-5-2006.
  2. ^ 100 Rockstar Vienna Devs Fired, kotaku.com.
  3. ^ Games That Matter Productions GmbH, games-that-matter.com.
  4. ^ Games That Matter announced, gamespot.com.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]