Gli amici immaginari di casa Foster

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Gli amici immaginari di casa Foster
serie TV d'animazione
Titolo orig.Foster's Home for Imaginary Friends
Lingua orig.inglese
PaeseStati Uniti
AutoreCraig McCracken
RegiaCraig McCracken, Rob Renzetti
ProduttoreVincent Aniceto, Ryan Slater, Mike Moon
SoggettoCraig McCracken, Lauren Faust, Mike Moon
MusicheJames L. Venable, Jennifer Kes Remington
StudioCartoon Network Studios, Boulder Media Limited
ReteCartoon Network
1ª TV13 agosto 2004 – 3 maggio 2009
Episodi79 (completa) in 6 stagioni
Durata ep.22 min
Rete it.Cartoon Network
1ª TV it.10 gennaio 2005 – 24 aprile 2010
Episodi it.79 (completa) in 6 stagioni
Generefantasy, commedia, avventura

Gli amici immaginari di casa Foster (Foster's Home for Imaginary Friends) è una serie televisiva animata statunitense del 2004, creata da Craig McCracken.

Ambientata in un mondo in cui gli umani convivono con i loro amici immaginari, la serie è incentrata su un ragazzo di nome Mac che viene spinto dalla madre ad abbandonare il suo amico immaginario Bloo. Dopo che i due scoprono un orfanotrofio dedicato ad ospitare amici immaginari abbandonati, Bloo si trasferisce e viene trattenuto nella casa fintanto che Mac lo visita ogni giorno. Nel frattempo, Mac e Bloo interagiscono con gli altri amici immaginari e il personale della casa, vivendo quotidianamente le loro avventure spesso trovandosi coinvolti in situazioni complicate.

La serie è stata trasmessa per la prima volta negli Stati Uniti su Cartoon Network dal 13 agosto 2004 al 3 maggio 2009, per un totale di 79 episodi (e 82 segmenti) ripartiti su sei stagioni. In Italia la serie è stata trasmessa su Cartoon Network dal 10 gennaio 2005 al 24 aprile 2010.[1]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

La serie racconta delle avventure di Mac, un bambino di 8 anni con il suo amico immaginario Bloo, che è stato creato quando lui aveva 3 anni. Un giorno, la madre di Mac consiglia al figlio di sbarazzarsi di Bloo perché ormai è diventato troppo grande per avere un amico immaginario, e così Bloo viene portato in un posto chiamato Casa Foster per amici immaginari, dove conosce Wilt, Eduardo, Coco, il direttore Mr. Herriman ed altri amici immaginari. Mac è convinto che dopo aver portato Bloo a Casa Foster, possa anche andarlo a trovare tutti i giorni ma Frankie Foster, la nipote della proprietaria della casa, gli spiega che lì gli amici immaginari vengono adottati da altri bambini. Madame Foster, la proprietaria, poi stabilirà che né Bloo né gli altri amici immaginari verranno mai adottati, ma solo se Mac andrà a trovare Bloo tutti i giorni.

Episodi[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Episodi de Gli amici immaginari di casa Foster.
Stagione Episodi Prima TV USA Prima TV Italia
Prima stagione 13 2004 2005
Seconda stagione 13 2005 2006
Terza stagione 14 2005-2006 2007
Quarta stagione 13 2006 2008
Quinta stagione 13 2007-2008 2009
Sesta stagione 13 2008-2009 2010

Personaggi e doppiatori[modifica | modifica wikitesto]

Personaggi principali[modifica | modifica wikitesto]

Il protagonista della serie, un bambino di 8 anni affezionato al suo amico immaginario Bloo.

Un amico immaginario di colore blu (da cui deriva il nome), nonché il migliore amico di Mac. Nonostante a volte si comporti in maniera egoista e possessiva, dimostra comunque di essere molto affezionato al suo creatore.

Un amico immaginario molto alto, di colore rosso con un occhio storto e un braccio tagliato a metà (a causa di un incidente durante una partita di basket con il suo creatore). È vestito con una divisa di basket (perché ne è appassionato), e diventerà uno dei migliori amici di Bloo e Mac. È sempre gentile e disponibile verso tutti. All'inizio non si sa chi l'ha immaginato, ma durante un episodio speciale si scopre che è stato un bambino che poi è diventato un giocatore di basket famoso.

  • Eduardo (stagioni 1-6), voce originale di Tom Kenny, italiana di Michele Di Mauro.

Un amico immaginario robusto, peloso, con delle corna da toro e i denti appuntiti. Dall'aspetto sembrerebbe un mostro spaventoso, ma invece è lui ad aver sempre paura di tutto. Il suo carattere cambia radicalmente se vede uno dei suoi amici in pericolo, quindi affronta ogni situazione a testa bassa con sangue freddo. La sua creatrice, ora adulta, è una poliziotta ispano-americana dalla multa facile.

  • Coco (stagioni 1-6), voce originale di Candi Milo, italiana di Andrea Zalone.

Un'amica immaginaria dallo strano aspetto: è una gallina con un corpo da aeroplano e una palma come testa, che per parlare ripete sempre "coco" (nonostante questo sembra che tutti capiscano ciò che dice), e depone uova dove si trovano degli oggetti. Nessuno sa chi l'abbia immaginata: è stata scoperta in una foresta tropicale da due ricercatori di nome Adam e Douglass.

La governante di casa e nipote di Madame Foster. È considerata da tutti gli ospiti della casa come una sorella maggiore.

  • Mr. Herriman (stagioni 1-6), voce originale di Tom Kane, italiana di Adolfo Fenoglio.

Un amico immaginario creato da Madame Foster e direttore di Casa Foster, un coniglio gigante dai modi formali. Stabilisce regole molto severe che ogni amico immaginario (Bloo in particolare) finisce prima o poi per violare.

  • Madame Foster (stagioni 1-6), voce originale di Candi Milo, italiana di Sonia Mazza.

La proprietaria di Casa Foster, una vecchietta dal carattere eccentrico.

Personaggi ricorrenti[modifica | modifica wikitesto]

  • Duchessa (stagioni 1-6), voce originale di Candi Milo, italiana di Anna Lana.

Una degli amici immaginari di Casa Foster. È pomposa, antipatica, arrogante, egoista e si considera superiore a tutti. Parla con un accento tedesco.

Il fratello maggiore di Mac, un bullo di 13 anni. Nella serie svolge principalmente il ruolo di antagonista ed escogita di tutto pur di eliminare Bloo.

Premi[modifica | modifica wikitesto]

La serie è stata nominata quattro volte nel 2005, cinque volte nel 2006, cinque volte nel 2007 ed una volta nel 2008 agli Annie Awards, vincendo in totale cinque Annie Awards. Inoltre, in totale, la serie ha vinto sei Emmy Award.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Casa Foster film, attori, attrici, registi, film in sala, anteprime, esclusive, anticipazione, interviste, recensioni, classifiche, box office, su web.archive.org, 27 maggio 2005. URL consultato il 15 aprile 2021 (archiviato dall'url originale il 27 maggio 2005).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Animazione Portale Animazione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di animazione