Leone il cane fifone

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Leone il cane fifone
serie TV cartone
Leonecanefifone.png
Marilù, Leone e Giustino nell'episodio "La palla della vendetta"
Titolo orig. Courage the Cowardly Dog
Lingua orig. inglese
Paese Stati Uniti
Autore John R. Dilworth
Soggetto John R. Dilworth
Studio Stretch Films, Wang Film Productions, Cuckoo's Nest Studios, Hanna-Barbera (episodio pilota durante il What A Cartoon!)
Rete Cartoon Network
1ª TV 12 novembre 1999 – 22 novembre 2002
Episodi 52 (completa) 4 stagioni
Durata 22 minuti
Durata ep. 10 minuti
Reti it. LA 7, Cartoon Network
1ª TV it. 2001
Episodi it. 52 (completa)
Durata ep. it. 22 minuti
Dialoghi it. Emilio Schroeder, Ilaria Giorgino, Susanna Piferi, Maria Agnese Franco, Monica di Fonzo (ep. 40-52)
Studio dopp. it. Dubbing Brothers International Italia (con la partecipazione della MAR International)
Dir. dopp. it. Elena Federico, Teo Bellia (ep. 40-52)
Generi Humor Nero, Commedia horror

Leone il cane fifone (Courage the Cowardly Dog) è un cartone animato statunitense creato e diretto da John R. Dilworth, prodotto da Stretch Films e Cartoon Network e trasmesso sulla stessa rete. La serie è stata trasmessa in prima visione dal 12 novembre 1999 al 22 novembre 2002. Sono stati realizzati in totale 52 episodi, della durata di 22 minuti; inoltre sono stati realizzati due episodi musicali mai trasmessi in Italia. In origine questa serie è basata su un corto che è stato nominato per un Academy Award. Nel 2013 è stato prodotto anche un corto in CGI dedicato alla serie ed intitolato in originale "The Fog of Courage", ma al momento il corto è stato mostrato solo nelle convention.

La serie è diventata molto popolare in Italia, ed è andata in onda in prima visione sul territorio italiano su La 7 a partire da giugno 2001 che l'ha trasmessa a cadenza settimanale e parzialmente, durante i week-end in contemporanea con Cartoon Network che ne ha favorito invece la prima visione assoluta di tutte le stagioni. In seguito, la serie animata cominciò a essere trasmessa in replica per intero, da Boing a partire dal novembre 2004, periodo, tra l'altro in cui l'emittente aveva appena iniziato le proprie trasmissioni; inoltre dal 29 febbraio 2016 anche l'emittente televisiva Boomerang ha iniziato a riproporre la serie animata in replica.

L'episodio pilota è andato in onda nel 1996.[1]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

« Stupido cane. »
(Frase tipica di Giustino.)

La serie narra le peripezie di Leone, un cane timido e coraggioso rimasto orfano e adottato dalla gentile Marilù (Muriel) e dal burbero Giustino (Eustace) Bagge, una coppia di anziani agricoltori che vivono in una fattoria isolata, nelle vicinanze della pericolosa e fittizia città di Altrove (the City of Nowhere nella versione originale, lett. "la città di nessun luogo/nessuna parte"), in Kansas. In questo strano luogo il povero cane rimane costantemente vittima di avvenimenti ai limiti dell'assurdo. Ha a che fare con creature folli e spesso crudeli, che coinvolgono quasi sempre Marilù a causa del suo candore e della sua bontà, ma Leone riesce sempre a salvarla.

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Personaggi di Leone il cane fifone.
  • Leone: (Courage nella versione originale) È un cagnetto rosa molto buono e premuroso. Venne separato dai suoi genitori quando era ancora un cucciolo, a causa di un veterinario (in realtà uno scienziato pazzo), che li spedì su un altro pianeta con un razzo. È timoroso, ma sa dimostrarsi incredibilmente coraggioso quando la sua padrona Marilù finisce puntualmente in grossi guai. Si spaventa facilmente con reazioni fisiche spettacolari tipiche dei cartoni animati, portate al parossismo, e vede giustamente molti pericoli in anticipo, appena si presentano. È anche molto abile e creativo nel mimare il pericolo imminente con trasformazioni incredibili che riproducono fedelmente quello che vorrebbe far capire (abilità simile a quella di Scooby-Doo), ma nonostante ciò raramente viene compreso. Ha anche incredibili risorse che tira fuori da tasche che non dovrebbe avere ma che lo rendono simile a Eta Beta, come attrezzi, esplosivi, fiamma ossidrica (usate per esempio per liberarsi dal guinzaglio, senza peraltro riuscirci) e altro, compresa persino una carta di credito. A volte, in caso non sappia come affrontare il mostro di turno, Leone si rivolge al proprio Computer per chiedere spiegazioni e scoprire come allontanare l'essere. Nonostante il Computer spesso lo prenda in giro arrivando in qualche rara occasione a sfottere il cagnolino rosa per la sua cattiva grammatica o per la sua fifa, da sempre a Leone ciò che cerca cavandolo d'impaccio.

Doppiato da Oreste Baldini nel doppiaggio italiano.

  • Marilù: (Muriel nella versione originale) È un'anziana signora dall'animo ingenuo e gentile che vuole molto bene a Leone. È un'ottima cuoca, il suo ingrediente preferito è l'aceto e ama suonare il sitar. Marilù è estremamente dolce e per questo commette l'errore di vedere, anche nel più orrido individuo, qualcosa di buono. Ha per Leone un affetto materno e quando Giustino cerca di spaventarlo con maschere e altri trucchetti, lei puntualmente lo punisce colpendolo in testa con un mattarello. In una puntata in cui lei torna bambina, si vede però che in passato era una vera peste. Ha una notevole predisposizione nell'attirare l'attenzione di tutte le creature pericolose di Altrove e dintorni a causa della sua ingenuità. In una puntata si scopre che Marilù ha una zia deceduta di nome Geltrude e ha una sorella di nome Dorothy. Il suo gruppo sanguigno è ABXYZ.

Doppiata da Paila Pavese nel doppiaggio italiano.

  • Giustino: (Eustace Bagge nella versione originale) È il contadino marito di Marilù; è estremamente brontolone, sgarbato, egoista, possessivo, testardo, venale, geloso e insensibile. Ripete spesso la frase "Stupido cane!" riferendosi a Leone, a volte anche senza motivo, e si diverte a spaventarlo utilizzando una maschera verde grottesca o più raramente degli occhialini con occhi che escono fuori dalle orbite, accompagnando la scena col verso "Bula bula bula!". Nonostante i modi scortesi, Leone si presta ad aiutarlo quando è in difficoltà, anche se ovviamente non con la stessa abnegazione riservata alla sua cara padrona. Giustino manca totalmente di pollice verde ed è mediocre nell'aggiustare qualsiasi cosa, ha pure una madre piuttosto cinica e affarista che si vede in alcune puntate. Giustino non dimostrerà mai a Leone un pizzico di gratitudine e non riuscirà mai a trattarlo bene, infatti nell'undicesimo episodio della quarta (ed ultima) stagione, intitolato "Una cura coraggiosa/La palla della vendetta", arriva addirittura sul punto di radunare i peggiori nemici di Leone per liberarsene, nonostante proprio da alcuni di essi sia stato in passato tratto in salvo. Giustino pensa spesso e volentieri ai soldi e fa di tutto per guadagnarli. Odia il fratello per il fatto che è diventato famoso e lui no, suo padre si chiamava Ikit ed era praticamente uguale a lui, tranne per la barba bianca.

Doppiato da Mino Caprio nelle prime tre stagioni e da Luigi Ferraro nell'ultima, nel doppiaggio italiano.

Luoghi[modifica | modifica wikitesto]

Quasi tutti gli episodi iniziano e si svolgono nella casa di Leone, Giustino e Marilù, anche se alcuni episodi sono ambientati in luoghi differenti, come Parigi, il Polo Nord la giungla e perfino altri pianeti del sistema solare.

Doppiaggio[modifica | modifica wikitesto]

Personaggio Doppiatori originali Doppiatori italiani
Leone Marty Grabstein Oreste Baldini
Marilù Thea White Paila Pavese
Giustino Lionel G. Wilson (ep 1-33)
Arthur Anderson (ep 34-52)
Mino Caprio (st 1-3)
Luigi Ferraro (st.4)
Gatti, il felino truffatore Paul Schoffler Massimo Bitossi (st 1-3
Roberto Certomà (st.4)
Le Quack, il papero truffatore Nanni Baldini (st 1-3)
Teo Bellia (st.4)
dottor Vindaloo Vittorio Amandola
generale dell'esercito Vittorio Amandola
esploratore Vittorio Amandola
capo della polizia Vittorio Amandola
sindaco di Altrove Gino Donato
uomo anziano con i capelli diradati Dante Biagioni
Madre di Giustino Billie Lou Watt Lorenza Biella
computer Simon Prebble Alessandro Quarta
Fred, lo strambo Pino Insegno
Teo Bellia (ep. 52)
Fusilli, l'alligatore marionettista Raffaele Uzzi
Quasimodo, il gobbo Stefano Onofri
1° papero alieno Fabrizio Mazzotta
2° papero alieno Davide Lepore
3° papero alieno Nanni Baldini
cuoco che vuol cucinare uno dei paperi Silvio Anselmo
sorelle Stich, le streghe siamesi Graziella Polesinanti
alluce del piede di Giustino Roberto Stocchi
mignolo del piede di Giustino Monica Bertolotti
Benton Tarantella, il regista zombie Bruno Alessandro (st.1)
Luigi Ferraro (st.3)
cervello alieno Massimo Gentile
anziano capo delle banane Dante Biagioni
banana col cappello Luigi Ferraro
Horst, fratello deceduto di Giustino Enrico Maggi
Shirley la medium Claudia Razzi
il violinista imprigionato nella sua casa stregata Stefano Mondini
scienziato pazzo che spedisce i genitori di Leone nello spazio Teo Bellia
Bushwick, lo scarafaggio Luigi Ferraro
spaventapasseri pauroso Stefano Mondini
Curculionide Battista, il maggiordomo tafano Francesco Prando
Dilung, il ragazzo con gli occhiali da sole Roberto Certomà
Bobby caponata, capo delle melanzane cattive Roberto Stocchi
detonatore della carota gigante Oliviero Dinelli
demone del materasso stregato Gino Donato
spirito del plenilunio autunnale Pietro Biondi
La regina della pozzanghera nera Emanuela Rossi
ombra malefica multiforme Luigi Ferraro
L'Abominevole Mino Caprio
medico alieno-piovra Teo Bellia
generale alieno-piovra Stefano Mondini
Maria Manuels, la truffatrice Franca Lumachi
Jambon, il maiale ristoratore/macellaio Vittorio Amandola
Rumpledkiltskin, il basso uomo scozzese Teo Bellia
Oca divina innamorata del furgone di Giustino Christian Iansante
Mustafa Al Bacterius, virus del cervello Roberto Certomà
Lo strabiliante Mondo Francesco Prando
ulcera del comico Stefano Mondini
virus del computer Roberto Certomà
Conwey, il pilota trasandato che trasforma la fattoria in una discarica Roberto Certomà

I titoli degli episodi sono letti spesso da Marco Guadagno e Stefano Mondini.

Episodi[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Episodi Prima TV USA Prima TV Italia
Prima stagione 13 1999-2000 2001
Seconda stagione 13 2000-2001 2001
Terza stagione 13 2001-2002 2002
Quarta stagione 13 2002 2002

Episodio speciale[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2013 è stato sviluppato, in CGI, uno speciale televisivo della serie, dalla durata di 7 minuti, intitolato The Fog of Courage (traducibile in italiano come "La Nebbia di Leone"). Negli Stati Uniti è stato presentato esclusivamente in convention private, per poi essere trasmesso pubblicamente su Cartoon Network il 31 ottobre 2014 in occasione della festa di Halloween.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Leone sta scavando davanti alla sua casa, in cerca di un attrezzo in grado di aiutare Marilù (che sta cercando di recuperare una fotografia di lei e Leone, riposta però in una mensola troppo alta). Quando Leone termina la ricerca, trova un medaglione d'oro, e decide di portarlo a casa. Quando lo mostra a Giustino, quest'ultimo se ne impadronisce, intento a venderlo in città. Giustino quindi sale in auto, ma non si accorge che della folta nebbia fantasma si sta imbattendo contro alla fattoria. Leone riesce a salvarlo in tempo, e lo riporta in casa. Intanto scopre, tramite una ricerca al computer, che il medaglione apparteneva ad una donna che, dopo la morte fu separata dal marito che, per sentirla ancora accanto a se, custodì il medaglione. Leone capisce quindi che deve restituire l'oggetto alla nebbia fantasma, ma Giustino non ne vuole sapere. Quando la nebbia è ormai riuscita a entrare in ogni stanza della casa, Leone, Marilù e Giustino sono costretti a salire sul tetto e, quando stanno per essere assaliti dalla nebbia, Leone riesce a rubare il medaglione a Giustino, restituendolo al fantasma, che se ne va. L'episodio termina con Leone e Marilù, tranquillamente seduti nel portico della casa, intenti a fissare Giustino, che scavando, trova di nuovo il medaglione (ciò comporta infatti il ritorno del fantasma).

Distribuzione home video in Italia[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2013 VideoDelta Srl acquisisce i diritti per la distribuzione in esclusiva sul territorio italiano. Nel mese di Giugno 2013 vengono pubblicati tre DVD con i primi episodi della prima stagione.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ https://www.youtube.com/watch?v=oL4hcM61Nw4

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]