Adobe Illustrator

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Adobe Illustrator
Logo
Screenshot di Illustrator CS4
Screenshot di Illustrator CS4
Sviluppatore Adobe Systems
Ultima versione CC 2014 (18.0.0) (18 giugno 2014)
Sistema operativo Mac OS X
Microsoft Windows
Linguaggio C++
Genere Computer grafica
Licenza Proprietario
(Licenza chiusa)
Sito web Homepage di Adobe Illustrator

Adobe Illustrator è un software per l'elaborazione di illustrazioni e per la grafica vettoriale prodotto da Adobe Systems Incorporated.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La prima release 1.0 si ha nel dicembre 1986 (ufficiale gennaio 1987) per Apple Macintosh e aggiornata fino alla 1.6, nel 1988 la versione 1.7 venne nominata "Illustrator 88".La prima versione per Windows risale al 1989 ed è la 2.0 ma non ebbe successo, anche perché assomigliava più alle versioni precedenti di Adobe Illustrator per Apple Macintosh che a quella equivalente, o ai corrispettivi programmi di grafica vettoriale nativi per l'ambiente Microsoft Windows come, ad esempio Corel Draw.Attualmente, oltre ad essere venduto da solo, Adobe Illustrator è inserito nella Adobe Creative Suite.

È opportuno notare che con l'acquisizione di Macromedia avvenuta nel 2005[1][2], Adobe ha deciso di continuare ad implementare il solo Adobe Illustrator e non più lo storico concorrente di grafica vettoriale della Macromedia, Freehand.

Funzionalità[modifica | modifica wikitesto]

Adobe Illustrator permette di costruire immagini vettoriali attraverso forme geometriche o attraverso degli strumenti di tracciatura fondamentali per ritoccare con le dita o con un pennino in ambiente touch. Dalla versione CC è disponibile il nuovo strumento curvatura che permette di posizionare semplicemente i punti dove creare angoli per linee rette senza utilizzare punti di ancoraggio e maniglie. Si possono ricostruire loghi da scansioni attraverso il sistema di tracciatura automatica (nella versione CS2) o manualmente. I lavori più sviluppati attraverso Illustrator sono: costruzione di loghi, prodotti pubblicitari (biglietti da visita, cartellonistica, scritte) o anche layout per siti web. La gestione degli effetti di trasparenza consente, tra l'altro, di esportare progetti grafici nativi in formati di file che normalmente non gestiscono la trasparenza (come ad esempio WMF ed EMF) usufruendo di appositi strumenti di conversione. In più le cornici di testo si ridimensionano automaticamente durante l'aggiunta o la modifica di un testo. Nelle ultime versioni del prodotto sono state aggiunte varie migliorie per perfezionare e migliorarne l'efficienza, tra cui la possibilità di ridimensionare le tavole di disegno e controllare i riempimenti nel pannello campioni, cursori per regolare l'opacità e tanto altro ancora.

Versioni[modifica | modifica wikitesto]

(linea temporale basata sulle date di distribuzione inglesi)

  • Illustrator 1.0 rilasciata nel 1987.
  • Illustrator 1.1 rilasciata il 19 marzo del 1987.
  • Illustrator 88 rilasciata nel 1988.
  • Illustrator 2.0 rilasciata nel 1989.
  • Illustrator 3.0 rilasciata nel 1990.
  • Illustrator 3.5 rilasciata nel 1991.
  • Illustrator 4.0 rilasciata nel 1992.
  • Illustrator 5.0 rilasciata nel 1993.
  • Illustrator 5.5 rilasciata nel 1994.
  • Illustrator 6.0 rilasciata nel 1996.
  • Illustrator 7.0 rilasciata nel 1997.
  • Illustrator 8.0 rilasciata nel 1998.
  • Illustrator 9.0 rilasciata nel 2000.
  • Illustrator 10.0 rilasciata nel 2001.
  • Illustrator CS (11) rilasciata nel 2003.
  • Illustrator CS2 (12) rilasciata nel 2005.
  • Illustrator CS3 (13) rilasciata nel 2007.
  • Illustrator CS4 (14) rilasciata nel 2008.
  • Illustrator CS5 (15) rilasciata nel 2010.
  • Illustator CS6 (16) rilasciata nel 2012.
  • Illustrator CC (17) rilasciata nel 2013-2014.

Per confrontare le differenze tra le varie versioni di Adobe Illustrator consultate questo link.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Macromedia - Comunicati Stampa
  2. ^ Adobe - Comunicati Stampa

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]