Adobe After Effects

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Adobe After Effects
software
Logo
GenereComputer grafica
SviluppatoreAdobe
Data prima versionegennaio 1993
Ultima versione22.5 (CC 2022) (giugno 2022; 2 mesi fa)
Sistema operativomacOS
Microsoft Windows
LinguaggioC++
LicenzaProprietario
(licenza non libera)
Sito webAdobe After Effects

Adobe After Effects è un software di animazione grafica, animazione, compositing e montaggio video di livello professionale con funzionalità avanzate, come l'utilizzo di JavaScript ed espressioni per ottenere regolarità dei movimenti e il supporto per livelli (2D e 3D) ed effetti personalizzabili. Viene utilizzato per realizzare titoli animati, dissolvenze tra immagini, correzione colore, effetti speciali di varia natura, stabilizzazione dell'immagine.

Basato sulla tecnologia OpenGL, è disponibile nelle versioni Standard e Professional, con prezzi e disponibilità di strumenti diverse.

Fa parte del pacchetto Adobe Creative Suite Production Studio che a seconda del tipo di release (Premium o Standard) contiene anche Premiere Pro, Photoshop, Encore DVD, Illustrator, Dynamic Link, Bridge e Audition.

esiste attualmente una versione 32 bit.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

After Effects è stato originariamente creato da David Herbstman, David Simons, Daniel Wilk, David M. Cotter, and Russell Belfer[1] presso la Company of Science and Art (CoSA) in Providence (Rhode Island), dove sono state rilasciate le prime due versioni del software: 1.0 (Gennaio 1993)[2] e 1.1. CoSA, il cui CEO era William J. O'Farrell, è stata acquistata con After Effects dalla Aldus Corporation a luglio 1993 che a sua volta è stata acquistata da Adobe nel 1994. La prima release di After Effects da parte di Adobe è stata la versione 3.0.

Prodotti simili[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ AE Codenames & Credits, su cosa.com. URL consultato il 14 marzo 2019.
  2. ^ David Simons, Adobe After Effects Turns 20, in Computer Graphics World, vol. 36, n. 3, 2013. URL consultato il 26 dicembre 2018.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Informatica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di informatica