Clarence (serie animata)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Clarence
serie TV d'animazione
Clarence (2014) logotype.svg
Logo della serie
Titolo orig.Clarence
Lingua orig.inglese
PaeseStati Uniti
AutoreSkyler Page
StudioCartoon Network Studios
ReteCartoon Network
1ª TV14 aprile 2014 – 24 giugno 2018
Episodi130 (completa)
Durata ep.11 min
Rete it.Cartoon Network, Boing
1ª TV it.22 settembre 2014[2] – 29 marzo 2019[3]
Episodi it.130 (completa)
Generecommedia[1]

Clarence è una serie animata statunitense, creato da Skyler Page, autore di alcuni storyboard di Adventure Time, prodotta da Cartoon Network Studios. È andato in onda per la prima volta negli Stati Uniti il 14 aprile 2014, mentre in Italia è andato in onda per la prima volta a partire dal 22 settembre 2014.

Il 4 aprile 2017 Spencer Rothbell, doppiatore di Clarence, ha annunciato che la terza stagione sarebbe stata l'ultima[4].

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Lo spettacolo si concentra sulla vita quotidiana di Clarence Wendle, un ragazzo divertente, stupido e spiritoso, e dei suoi migliori amici: Jeff, che è il tipo più intellettuale, e Sumo, che spesso usa misure drastiche per risolvere i problemi.

Clarence vive con la madre divorziata Mary e il suo fidanzato Chad nella città immaginaria di Aberdale, Arizona, vicino a Phoenix. Ogni episodio si concentra sulle situazioni di vita quotidiana e sui problemi che Clarence e i suoi amici incontrano, e sulle loro avventure quotidiane e le loro esperienze di vita da bambini.

Altri personaggi includono studenti e docenti della scuola elementare di Aberdale, la scuola di Clarence. Alcuni episodi si concentrano sulla vita dei personaggi di supporto, come i cittadini di Aberdale e i compagni di classe di Clarence.

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

Principali[modifica | modifica wikitesto]

È il protagonista della serie, bambino di 10 anni, cicciottello e amico di Jeff e Sumo. Adora il cibo e ama divertirsi con i suoi amici all'aperto. È un bambino tonto, pigro, ingenuo, ma simpatico, socievole e sensibile con una grande immaginazione. È sempre disposto ad aiutare il prossimo e a far sentire tutti a loro agio, tanto da rinunciare alla sua cena e a premiare gli altri.
  • Ryan "Sumo" Sumouski: uno dei principali amici di Clarence. È un bambino di 10 anni basso, pelato e dall'atteggiamento scontroso ma di buon cuore. Non ha i capelli, perché nel loro primo incontro, per gioco, se li fa rasare da Clarence. Ha un comportamento da bulletto e vive con i suoi numerosi fratelli e i genitori, che si comportano tutti come lui. Il suo comportamento scontroso deriva infatti dall'esempio ricevuto in famiglia. Come Clarence, spesso evita di lavarsi le mani prima di mangiare, ciò fa andare su tutte le furie Jeff. È molto furbo e piuttosto istintivo. Inoltre, non si fa mettere i piedi in testa da nessuno. Doppiato da Jason Marsden (ep 0), Tom Kenny (ep 1+) (originale), Davide Garbolino (italiano).
  • Jeffrey "Jeff" Randell: amico di Clarence e Sumo. È un bambino di 10 anni, intelligente, permettono, pignolo, gentile e sensibile. Tuttavia, si adira se non riesce ad essere il migliore in qualsiasi competizione ed è ossessionato dalla pulizia e dall'ordine. È anche innamorato di Malessica, che ricambia i sentimenti, anche se non avrà mai il coraggio di dirglielo. Ha sei dita su un piede, il che è causa inizialmente di imbarazzo. Doppiato da Sean Giambrone (da giovane), Phil LaMarr (da vecchio, originale), Antonella Baldini (italiano).
  • Belson Noles: amico, ma più spesso nemesi di Clarence, Jeff e Sumo. Dice di odiare Clarence ma in realtà è solo geloso; ma non lo ammette mai. È un bambino di 11 anni bassetto, ricco, con un naso a patata ed e un musone, spesso cerca di mettersi al centro dell'attenzione fallendo miseramente. Doppiato da Jason Marsden (ep 0), Roger Craig Smith (ep 1+) (originale), Davide Lepore (italiano). Il suo nome, con le iniziali invertite, deriva da quello di Nelson Boles, sceneggiatore della serie.
  • Mary Wendle e Chad: sono la madre e il patrigno di Clarence. Mary è una donna di 37 anni parrucchiera, madre responsabile, mentre Chad ha 39 anni ed è piuttosto caotico, non ci sono riferimenti ad un suo eventuale impiego. Doppiati da Katie Crown (originale), Francesca Guadagno (italiano) (Mary), Eric Edelstein (originale), Emiliano Reggente (italiano) (Chad).
  • Signorina Melanie Baker, Signor Reese e Signorina Shoop: sono il personale della scuola. La prima è la maestra, il secondo il preside e la terza la sorvegliante del cortile. La prima è una donna di 31 anni con un carattere protettivo, tuttavia irritabile a causa della sua pessima vita amorosa. Il secondo è un uomo sui 56 anni piuttosto burbero e la terza è una donna sui 59 anni spietata, severa e del tutto egoista. Doppiati da Katie Crown (originale), Antonella Alessandro (italiano) (Melanie Baker), Skyler Page (St. 1), Donovan Patton (St. 2) (originale), Alan Bianchi (1° voce), Fabrizio Russotto (2°voce) (italiano) (Signor Reese), ? (Originale), Germana Savo (1^ voce), Antonella Alessandro (2^ voce) (italiano), Francesca Guadagno (un episodio) (Signorina Shoop).

Secondari[modifica | modifica wikitesto]

  • Chelsea Keezheekoni: è una bambina di 11 anni dall'enorme capigliatura riccia e folta, legati in una coda di cavallo, e porta l'apparecchio. È un vero maschiaccio, nulla la disgusta ed ha una cotta per Sumo anche se non lo ammette. Doppiata da Grace Kaufman (originale), Francesca Teresi (italiano).
  • Breenh: è un compagno di classe di Clarence, che teme solo i suoi genitori. È un bambino di 9 anni molto intelligente e preciso, ma certe volte un po' scarso. Doppiato da Joshua Rush (originale), Francesca Teresi (1° voce), Ughetta d'Onorascenzo (2° voce).
  • Brady: è un bambino di 9 anni basso e insicuro, con gli occhiali. È innamorato di Erica, una ragazzina dai capelli rossi, ma quando provò a parlare con lei, divenne troppo timida e scappò via. Sembra sia affetto dalla Sindrome di Asperger. Doppiato da Daniel DiMaggio (originale), Maura Cenciarelli (italiano).
  • Mavis: una bambina di 9 anni dai capelli rossi disegnata senza il naso. Sempre sorridente, ha l'abitudine di bere l'acqua dall'idrante e ha sempre avuto spazio negli episodi come comparsa (circa in dieci episodi della serie) e in uno solo ha parlato: nel l'episodio "viaggio verso casa" quando Brady parlò con lei. È molto emotiva ma piuttosto taciturna a causa della sua timidezza e della sua debolezza, anche se sembra che ami un altro bambino, ma di cui non viene mai fatto il nome
  • Gilben:Un bambino che appare nel compleanno di Jeff. Ha la forma di un manichino,non parla,(non ha mai parlato) e ha sempre la bocca aperta. Ma è apparso anche in uno dei corti,"L'amico silenzioso".
  • Malessica: è una bambina di 10 anni molto carina, è innamorata di Jeff, ma non avrà mai il coraggio di dirglielo perché pensa di non piacergli.
  • Nathan: è un amico di Belson e un compagno di classe di Clarence. A scuola prende sempre brutti voti o dimentica il quaderno a casa per poi prendere un altro brutto voto. È enorme, con la testa quadrata, le lentiggini e pochissimi capelli in testa. Doppiato da Skyler Page (1° voce), Damian C. Haas (2° voce), Peter Browngardt (3° voce) (originale), Paolo Vivio (italiano).
  • Percy: è un compagno di classe di Clarence, che assomiglia tanto a una pallina da baseball. È scarsissimo a scuola, ha pochissimi capelli in testa ed è molto goffo e insicuro. Doppiato da Roger Craig Smith (originale), Monica Bertolotti (italiano).
  • Amy Gillis: È una ragazzina di 11 anni che appare nell'episodio "Nuove amicizie". Fa amicizia con Clarence invitandolo ad una gita in bicicletta riuscendo così a trovare un masso enorme nel mezzo del bosco. È doppiata da Ava Acres (originale)

Altri[modifica | modifica wikitesto]

  • Joshua "Josh" Maverick: un adolescente che odia (e altrettanto teme) Clarence e Sumo per quello che ha passato con loro. Si può dire che è un personaggio secondario di 26 anni, ma in verità è intervenuto molte volte nella serie. Doppiato da Brent Popolizio (originale), Daniele Giuliani (italiano).
  • Sig.or Noles: il padre di Belson. È sempre in viaggio e nella serie appare solo una volta, nell'episodio "Il dirigente d'azienda".Ha comprato la casa di Charlmes Santiago, l'ex vicino di casa di Clarence, dove ora vive Belson.
  • Chalmers Santiago: l'ex vicino di casa di Clarence, un dipendente del padre di Belson. Non si è mai visto né sentito ma ha lasciato segni della sua presenza.

Doppiaggio[modifica | modifica wikitesto]

Personaggio Doppiatore originale Doppiatore italiano[5]
Clarence Wendle Skyler Page (ep.0-32, 35-36)
Spencer Rothbell (ep.33-34,37+)
Nick Pitera (canto)
Federico Bebi (voce)
Mirko Fabbreschi (canto)
Ryan "Sumo" Sumouski Jason Marsden (ep.0)
Tom Kenny (ep.1+)
Davide Garbolino
Jeffrey "Jeff" Randell Sean Giambrone (da giovane)
Phil LaMarr (da anziano)
Antonella Baldini
Mary Wendle Katie Crown Francesca Guadagno
Chad Eric Edelstein Emiliano Reggente
Joshua "Josh" Maverick Brent Popolizio Daniele Giuliani
Melanie Baker Katie Crown Antonella Alessandro
Signor Reese Skyler Page (St.1)
Donovan Patton (St.2)
Alan Bianchi
Fabrizio Russotto
Percy Roger Craig Smith Monica Bertolotti
Amy Gillis Ava Acres
Belson Noles Jason Marsden (ep.0)
Roger Craig Smith (ep.1+)
Davide Lepore
Dustin Kyle Arem Gaia Bolognesi
Nathan Skyler Page
Damian C. Haas
Peter Browngardt
Paolo Vivio
Chelsea Keezheekoni Grace Kaufman Francesca Teresi
Brady Daniel DiMaggio Maura Cenciarelli
Simone Veltroni
Clarence "Larry" Mario Zucca
Mario Bombardieri
Breehn Joshua Rush Francesca Teresi
Ughetta d'Onorascenzo
Nonna June Squibb Gilberta Crispino

Sigla italiana[modifica | modifica wikitesto]

La sigla italiana è cantata Raggi Fotonici su base originale.[5]

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

All'inizio del 2013, Clarence è stato annunciato insieme a varie altre serie.[6] La serie è stata creata da Skyler Page, ex storyboard artist di Adventure Time e revisionista di Secret Mountain Fort Awesome.[7] È il quarto creatore sul canale che si è laureato al California Institute of the Arts,[8] e a 24 anni è anche il più giovane.[9] Come parte del loro programma di sviluppo di cortometraggi nel 2012, la serie è stata sviluppata presso i Cartoon Network Studios; anche altri quattro, Steven Universe, Over the Garden Wall, We Bare Bears e Long Live the Royals sono venuti da questa iniziativa.[10]

Page, insieme al direttore creativo Nelson Boles, ha ideato la mostra al CalArts. È stato ulteriormente considerato quando Page è stato assunto presso i Cartoon Network Studios. Una troupe di due o tre ha lucidato l'episodio pilota; dopo che era stato raccolto, una troupe di 30-35 scrittori, storyboard artist, revisionisti, coloristi e designer sono stati assunti. Nel frattempo, l'animazione viene esternalizzata in Corea del Sud attraverso la Saerom Animation. Page ha spiegato che la parte più difficile della produzione era tenere il passo, soprattutto dove, una volta che un episodio è stato completato, si deve ricominciare da capo. Lo ha definito "eccitante", ma "molto impegnativo".[11]

Secondo lo scrittore Spencer Rothbell, lo spettacolo è stato creato con un tono naturalistico, simile ai cartoni animati degli anni '90, combinato con una sensazione più moderna. Grazie a questo naturalismo, gli scrittori possono fare riferimento a opere che hanno ispirato per loro o che si adattano al genere di un episodio. Alla fine ha pensato che si trattava di "dare potere ai bambini e divertirsi".[12] Rothbell evita anche il "piccione" in un tipo di storia, e che mentre alcune trame sono per lo più guidate dai personaggi, altre sono "basate su un'idea che pensiamo sia davvero divertente".[13] L'ispirazione è venuta anche dagli spettacoli che Page ha visto da bambino, che ha invocato situazioni più toccanti e relazionabili. Nonostante questo, sono ammessi elementi di fantasia, e che trasmettere entrambi incongrui l'uno all'altro era una tecnica che gli piaceva particolarmente. Boles ha osservato che l'art direction ha richiesto un design di carattere incoerente per evitare di dover adattare perfettamente il foglio di modello con l'universo, risultato di quello che lui chiama l'effetto Simpson. L'attenzione è rivolta anche ai personaggi di sfondo, al fine di espandere la varietà nella sua trama e nel suo universo.[11]

Licenziamento di Page[modifica | modifica wikitesto]

Nel luglio 2014, Skyler Page è stato licenziato da Cartoon Network Studios a causa di casi di molestie sessuali.[14][15][16] Un portavoce di Cartoon Network ha confermato che la serie continuerà nonostante la sua assenza. Spencer Rothbell divenne in seguito il capo della storia e la voce di Clarence.

Diffusione[modifica | modifica wikitesto]

Clarence è stato originariamente presentato in anteprima al San Diego Comic-Con International di 2013.[17] Cartoon Network aveva commissionato dodici episodi di un quarto d'ora, con l'episodio pilota in onda dopo lo spettacolo Hall of Game Awards il 17 febbraio 2014.[10] Il primo episodio, trasmesso il 14 aprile 2014, è stato accolto con una stima di 2,3 milioni di telespettatori, superando gli spettacoli nella sua stessa fascia oraria demografica per percentuali a due e tre cifre.[18]

Clarence è stato trasmesso per la prima volta in Canada su Teletoon il 4 settembre 2014.[19] In Australia, la serie ha debuttato il 6 ottobre 2014.[20] La serie ha debuttato nel Regno Unito il 3 novembre 2014.[21] Clarence ha debuttato in India il 1º giugno 2015.[22]

Episodi[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Episodi Prima TV USA Prima TV Italia
Prima stagione 51 2014-2015 2014-2016
Seconda stagione 39 2016-2017 2016-2017
Terza stagione 40 2017-2018 2017-2019
Corti 13 2015-2017 2015-TBA

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Archived copy, su amazon.com. URL consultato il 21 gennaio 2018 (archiviato dall'url originale il 23 gennaio 2019).
  2. ^ Cartoon Network: HighLights Settembre 2014, su movietele.it. URL consultato il 13 maggio 2019.
  3. ^ Boing - novità di marzo 2019, su cartonionline.com. URL consultato il 13 maggio 2019.
  4. ^ Clarence: Ending; No Season Four for Cartoon Network TV Series, su srothbell.com.
  5. ^ a b "Clarence", su antoniogenna.net. URL consultato il 13 maggio 2019.
  6. ^ Clarence Gets in Front of the Upfront, su businesswire.com. URL consultato il 13 maggio 2019.
  7. ^ Cartoon Network Greenlights Clarence, su animationmagazine.net. URL consultato il 13 maggio 2019.
  8. ^ Cartoon Network Orders Clarence, su cartoonbrew.com. URL consultato il 13 maggio 2019.
  9. ^ Cartoon Network US & UK announce 2014 slates, su kidscreen.com. URL consultato il 13 maggio 2019.
  10. ^ a b Cartoon Network Orders 1/4-Hour Animated Series Clarence, su deadline.com. URL consultato il 13 maggio 2019.
  11. ^ a b CN's New Bundle of Joy, su animationmagazine.net. URL consultato il 13 maggio 2019.
  12. ^ Cartoon Network's Clarence Finds Joy in the Ordinary, su tvguide.com. URL consultato il 13 maggio 2019.
  13. ^ Behind the Scenes of Clarence, su cartoonnetwork.com. URL consultato il 13 maggio 2019.
  14. ^ Cartoon Network Fires Creator of ‘Clarence’ Amid Sexual Assault Allegations, su variety.com. URL consultato il 13 maggio 2019.
  15. ^ ‘Clarence’ Creator-Star Out At Cartoon Network Following Sexual Assault Allegations, su deadline.com. URL consultato il 13 maggio 2019.
  16. ^ The Creator Of "Clarence" On Cartoon Network Has Been Fired After Allegations Of Sexual Assault, su buzzfeed.com. URL consultato il 13 maggio 2019.
  17. ^ CN Sneak Peeks Rebecca Sugar's Steven Universe, su awn.com. URL consultato il 13 maggio 2019 (archiviato dall'url originale il 15 luglio 2014).
  18. ^ 'Clarence' Is Cartoon Network's Most Watched Series Premiere to Date in 2014, su tvbythenumbers.zap2it.com. URL consultato il 13 maggio 2019.
  19. ^ Gotta Gotta See It: TELETOON Launches 2014 Fall Slate, su corusent.com. URL consultato il 13 maggio 2019.
  20. ^ See the world through the eyes of Clarence, a boy excited by life, su eckfactor.com. URL consultato il 13 maggio 2019.
  21. ^ Everyone's new best friend is coming to Cartoon Network!, su turnermediainnovations.com. URL consultato il 13 maggio 2019 (archiviato dall'url originale il 12 giugno 2018).
  22. ^ Cartoon Network launches new show 'Clarence', su timesofindia.indiatimes.com. URL consultato il 13 maggio 2019.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Animazione Portale Animazione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di animazione