Commissione Prodi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Commissione Prodi
Romano Prodi in Moscow 29 May 2002-1.jpg
OrganizzazioneUnione europea Unione europea
PresidenteItalia Romano Prodi
(ELDR)
VicepresidenteNeil Kinnock
Loyola de Palacio
CoalizionePPE, PSE, ELDR, FEPV
LegislaturaV legislatura
In caricadal 16 settembre 1999 al 31 ottobre 2004
Left arrow.svg Marín Barroso I Right arrow.svg

La Commissione Prodi è stata la Commissione europea in carica dal 16 settembre 1999 (dopo le dimissioni della precedente Commissione Santer, il cui presidente, Jacques Santer, venne sostituito dal vicepresidente Manuel Marín con l'incarico ad interim di presidente nella Commissione Marín) fino al 31 ottobre 2004, termine naturale del suo mandato; la durata della Commissione è stata in seguito prorogata fino al 21 novembre dello stesso anno, a causa della mancata approvazione, da parte del Parlamento Europeo, della prima lista di commissari proposta dal successore José Manuel Durão Barroso.

Inizialmente composta da venti esponenti, la Commissione si è arricchita, a partire dal 1º maggio 2004, di dieci nuovi membri provenienti dai dieci paesi dell'Europa centrale e orientale accedenti all'Unione europea in tale data.

Presidente[modifica | modifica wikitesto]

Già Presidente del Consiglio Italiano e nuovamente capo del governo dal 2006 al 2008 alla testa di coalizioni raggruppanti le forze progressiste (cattolici di centro-sinistra, partiti socialisti e comunisti, verdi, alcuni partiti liberali).

Composizione politica[modifica | modifica wikitesto]

Partito europeo Numero di commissari
Partito Popolare Europeo (PPE)
6 / 19
Partito del Socialismo Europeo (PSE)
7 / 19
Alleanza dei Democratici e dei Liberali per l'Europa (ALDE)
4 / 19
Federazione Europea dei Partiti Verdi (FEPV)
1 / 19

Componenti della Commissione[modifica | modifica wikitesto]

Legenda:   [     ] Sinistra/Socialisti - [     ] Destra/Conservatori - [     ] Liberali - [     ] Verdi

Commissario Nazionalità Incarico Competenze Partito europeo Partito nazionale
Romano Prodi Italia Italia Presidente ELDR Dem.
Neil Kinnock Regno Unito Regno Unito Vicepresidente Riforma amministrativa PSE Lab.
Loyola de Palacio Spagna Spagna Vicepresidente Relazioni con il Parlamento, trasporti ed energia PPE PP
Pedro Solbes Spagna Spagna Commissario Questioni economiche e monetarie PSE PSOE
Joaquín Almunia[1]
Michel Barnier Francia Francia Commissario Politica regionale PPE UMP
Jacques Barrot[2]
Frits Bolkestein Paesi Bassi Paesi Bassi Commissario Mercato interno, fiscalità e unione doganale ELDR VVD
Philippe Busquin Belgio Belgio Commissario Ricerca PSE PS
Louis Michel[3] ELDR MR
David Byrne Irlanda Irlanda Commissario Sanità e protezione dei consumatori AEN FF
Anna Diamantopoulou Grecia Grecia Commissario Occupazione e affari sociali PPE ND
Stavros Dimas[4]
Franz Fischler Austria Austria Commissario Agricoltura, sviluppo rurale e pesca PPE ÖVP
Pascal Lamy Francia Francia Commissario Commercio PSE PS
Erkki Liikanen Finlandia Finlandia Commissario Imprese e società dell'informazione PSE SDP
Olli Rehn[5] ELDR SK
Mario Monti Italia Italia Commissario Concorrenza - -
Poul Nielson Danimarca Danimarca Commissario Sviluppo e aiuto umanitario PSE SD
Chris Patten Regno Unito Regno Unito Commissario Relazioni esterne DE Cons.
Viviane Reding Lussemburgo Lussemburgo Commissario Istruzione e cultura PPE CSV
Michaele Schreyer Germania Germania Commissario Bilancio FEPV Grünen
Günter Verheugen Germania Germania Commissario Allargamento PSE SPD
António Vitorino Portogallo Portogallo Commissario Giustizia e affari interni PSE PS
Margot Wallström Svezia Svezia Commissario Ambiente PSE SAP

Con l'allargamento del 1º maggio 2004 dell'Unione europea, la Commissione si arricchì di dieci nuovi commissari provenienti dai nuovi stati membri. Per i pochi mesi rimanenti prima della scadenza del mandato della Commissione, ciascuno dei nuovi commissari andò ad affiancare un commissario già in carica.

Commissario Nazionalità Incarico Competenze Partito europeo Partito nazionale
Péter Balázs Ungheria Ungheria Commissario Politica regionale - -
Joe Borg Malta Malta Commissario Sviluppo e aiuto umanitario PPE NP
Ján Figeľ Slovacchia Slovacchia Commissario Imprese e società dell'informazione PPE KDH
Dalia Grybauskaitė Lituania Lituania Commissario Istruzione e cultura - -
Danuta Hübner Polonia Polonia Commissario Commercio PPE PO
Siim Kallas Estonia Estonia Commissario Questioni economiche e monetarie ELDR ER
Sandra Kalniete Lettonia Lettonia Commissario Agricoltura, sviluppo rurale e pesca - -
Markos Kyprianou Cipro Cipro Commissario Bilancio ELDR DK
Pavel Telička Rep. Ceca Rep. Ceca Commissario Sanità e protezione dei consumatori - -
Janez Potočnik Slovenia Slovenia Commissario Allargamento ELDR LDS

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dopo le dimissioni di Solbes, Almunia gli subentrò il 26 aprile 2004.
  2. ^ Dopo le dimissioni di Barnier, Barrot gli subentrò il 1º aprile 2004.
  3. ^ Dopo le dimissioni di Busquin, Michel gli subentrò il 18 luglio 2004.
  4. ^ Dimas subentrò a Diamantopoulou nel marzo 2004.
  5. ^ Rehn subentrò a Liikanen l'11 luglio 2004.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Precedente Commissione europea Successivo
Commissione Marín 16 settembre 1999 - 21 novembre 2004 Commissione Barroso I