Autorità Monnet

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Autorità Monnet
DBP 1977 926 Jean Monnet.jpg
OrganizzazioneFlag of the European Coal and Steel Community 6 Star Version.svg Comunità europea del carbone e dell'acciaio
PresidenteFrancia Jean Monnet
VicepresidenteFranz Etzel
Albert Coppé
In caricadal 10 agosto 1952 al 9 giugno 1955
Mayer Right arrow.svg

L'Autorità Monnet fu la prima Alta autorità della Comunità europea del carbone e dell'acciaio. Rimase in carica dal 10 agosto 1952 al 9 giugno 1955, quando il presidente Jean Monnet si dimise per il fallimento del progetto della Comunità Europea di Difesa[1].

Componenti[modifica | modifica wikitesto]

Benché un accordo informale prevedesse che, dei nove membri dell'autorità, ne spettassero due a ciascuno degli stati più grandi della Comunità (Francia, Germania e Italia) e uno a ciascuno stato minore, nell'Autorità Monnet c'erano due componenti del Belgio e un solo italiano.

Legenda:   [     ] Sinistra/Socialisti - [     ] Destra/Conservatori - [     ] Liberali

Membro Nazionalità Incarico Competenze
Jean Monnet Francia Francia Presidente
Franz Etzel Germania Germania Vicepresidente Mercati, accordi, trasporti
Albert Coppé Belgio Belgio Vicepresidente Politiche di lungo periodo
Paul Finet Belgio Belgio Membro Affari sociali ed amministrativi
Dirk Spierenburg Paesi Bassi Paesi Bassi Membro Relazioni esterne
Léon Daum Francia Francia Membro Finanza, investimenti, produzione e gruppo di istruzioni
Enzo Giacchero Italia Italia Membro Stampa ed informazione
Heinz Potthof Germania Germania Membro
Albert Wehrer Lussemburgo Lussemburgo Membro

Note[modifica | modifica wikitesto]