Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Alexander Farnerud

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Alexander Farnerud
Alexander Farnerud bei einem Testspiel in Wernau.JPG
Dati biografici
Nazionalità Svezia Svezia
Altezza 181 cm
Peso 72 kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Centrocampista
Squadra Torino Torino
Carriera
Giovanili
1997-2001 Landskrona BoIS Landskrona BoIS
Squadre di club1
2001-2004 Landskrona BoIS Landskrona BoIS 75 (13)
2004-2006 Strasburgo Strasburgo 80 (6)
2006-2007 Stoccarda II Stoccarda II 4 (1)
2006-2008 Stoccarda Stoccarda 20 (0)
2008-2011 Brondby Brøndby 73 (18)
2011-2013 Young Boys Young Boys 82 (16)
2013- Torino Torino 44 (5)
Nazionale
1999-2000
2001
2001-2002
2002-2006
2003-2010
Svezia Svezia U-16
Svezia Svezia U-18
Svezia Svezia U-19
Svezia Svezia U-21
Svezia Svezia
16 (7)
5 (2)
6 (3)
35 (12)
8 (2)
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 6 maggio 2015

Alexander Farnerud (IPA: [alɛksandɛr farnɛrʉːd]; Landskrona, 1º maggio 1984) è un calciatore svedese, centrocampista del Torino.[1]

Suo fratello Pontus è anch'egli un calciatore professionista, di ruolo centrocampista.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Centrocampista centrale di grande sostanza e qualità, è mancino naturale. È stato spesso impiegato anche come trequartista[2].

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Inizi in Svezia e a Strasburgo[modifica | modifica wikitesto]

Inizia la sua carriera nel Landskrona BoIS, club della sua città d'origine. Nel 2001 conquista la promozione in Allsvenskan, e nel 2002, a 18 anni, è titolare fisso della formazione. Con il Landskrona BoIS totalizza complessivamente 75 presenze e 13 reti in due stagioni e mezzo.

Il 15 novembre 2003 viene ufficializzato il suo passaggio dal 1º gennaio 2004 ai francesi dello Strasburgo[3], con cui debutta in Ligue 1 il 10 gennaio nella gara interna contro il Guingamp, subentrando a Yacine Abdessadki[4]. A fine stagione colleziona 16 partite, senza alcuna rete.

Confermato per la stagione 2004-2005, il 21 agosto 2004 realizza il suo primo gol con il club francese nel pareggio esterno per 1-1 contro il Saint-Étienne[5]. Va a segno ancora il 29 gennaio contro il Lens e nell'ultima giornata, il 28 maggio, contro i corsi del Bastia. Grazie anche alle sue 32 presenze e 3 reti il club termina il campionato all'undicesimo posto, ma la vittoria in Coppa di Francia ne determina la qualificazione per i preliminari di UEFA Europa League.

Rimane anche per il campionato seguente, dove si conferma titolare inamovibile del centrocampo della squadra. Il 15 e il 29 settembre 2005, in occasione del doppio incontro contro gli austriaci del Grazer AK, è protagonista sia all'andata, dove è autore di entrambi gli assist per i gol di Mickaël Pagis e Guillaume Lacour, sia al ritorno, in cui segna il secondo gol del 5-0 finale[6][7]. Gioca poi tutte le partite del girone, in cui il club si classifica in ultima posizione, e in campionato, nonostante 30 presenze e 3 reti, non riesce ad evitare la retrocessione della squadra in Ligue 2.

Stoccarda[modifica | modifica wikitesto]

Il 3 luglio 2006 passa ai tedeschi dello Stoccarda per 2 milioni di euro. Il 26 agosto, in occasione della partita persa 3-1 in casa contro il Borussia Dortmund, riporta un infortunio che ne compromette il resto della stagione.[senza fonte] A fine anno sono 9 le presenze in prima squadra, vincendo la Bundesliga.

Confermato per la stagione seguente, il 2 ottobre 2007 debutta in UEFA Champions League nel 2-0 casalingo contro il Barcellona. La stagione termina con 15 presenze e una rete.

Brøndby[modifica | modifica wikitesto]

L'8 luglio 2008, non confermato dal club tedesco, firma un quadriennale con i danesi del Brøndby[8][9] Il 17 luglio gioca l'andata dei preliminari di Coppa UEFA contro i faroesi del B36 Tórshavn e il successivo primo turno contro il Rosenborg, mentre in campionato segna due doppiette contro Sønderjysk e Vejle BK. La prima stagione termina con 32 presenze e 10 gol.

Confermato anche per la stagione successiva, gioca e segna in due partite di preliminare di UEFA Europa League contro gli estoni del Flora Tallinn e i polacchi del Legia Varsavia, mentre in campionato ottiene 29 presenze e 6 reti.

Resta in Danimarca anche per l'annata 2010-2011, e il 5 dicembre mette a segno una doppietta nella gara in trasferta contro il Silkeborg IF[10], in quella che sarà l'ultima partita con la maglia gialloblu.

Young Boys[modifica | modifica wikitesto]

Il 18 gennaio 2011 passa agli svizzeri dello Young Boys, con cui si accorda fino al 2014[11][12]. Il 5 febbraio fa il suo debutto in Super League contro il Bellinzona[13], e nella partita successiva realizza una doppietta nel 4-2 interno contro lo Zurigo. Il 16 maggio, nella vittoria casalinga per 3-1 contro il Lucerna, realizza due assist e un gol[14], mentre il 16 aprile successivi mette a segno la sua seconda doppietta stagionale nel 4-0 contro il Bellinzona. Termina la stagione con 17 presenze e 5 reti, contribuendo al terzo posto finale in classifica.

Dopo aver rinnovato in ottobre il contratto fino al 2016[15], si conferma titolare del centrocampo svizzero; l'11 settembre 2011 è ancora autore di due reti contro il Losanna, e il team termina ancora una volta in terza posizione.

Nella stagione 2012-2013 in campionato va a segno contro Servette, Zurigo e Lucerna, mentre in Europa League gioca sia il doppio incontro preliminare vinto contro il Midtjylland (nel quale segna anche una rete) sia tutte le partite del girone, realizzando anche un gol dalla distanza, l'8 novembre, contro l'Udinese[16]. Nonostante l'eliminazione in Europa e il settimo posto in campionato, riesce comunque a collezionare 48 presenze e 11 reti totali.

Torino[modifica | modifica wikitesto]

Il 19 giugno 2013 passa a titolo definitivo alla società italiana del Torino[17][18], che lo acquista per 1,8 milioni di euro, facendogli sottoscrivere un contratto triennale[19]. Esordisce con la maglia granata il 17 agosto 2013 nella partita di Coppa Italia Torino-Pescara, conclusasi con una sconfitta interna per 1-2. Il 20 ottobre 2013 segna il suo primo gol in Serie A, portando la sua squadra in vantaggio per una rete a zero nel pareggio interno per 3-3 ottenuto contro l'Inter.
Dopo un inizio stagione difficile, che lo vede spesso relegato in panchina, presto torna ai suoi livelli consoni e diventa una colonna della squadra[20]; va a segno di nuovo al 14º turno contro il Genoa[21] e due giornate dopo contro l'Udinese[22]. Il 6 aprile segna il suo quarto goal stagionale ai danni del Catania, siglando la rete del momentaneo pareggio per 1-1 nella vittoria sui siciliani per 2-1.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver compiuto tutte le trafile giovanili, è stato un inamovibile punto di riferimento della Nazionale Under-21 svedese con cui ha partecipato agli Europei di categoria nel 2004 in Germania.

Il 16 febbraio 2003, a 19 anni, ha debuttato in Nazionale maggiore, in occasione dell'incontro di King's Cup contro il Qatar. Il 20 marzo 2003 ha segnato il primo gol in Nazionale nella gara contro la Thailandia.

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 6 maggio 2015.

Stagione Squadra Campionato Coppa nazionale Coppe europee Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2001 Svezia LandskronaBoIS S1 24 0 CS  ?  ? - - - 24+ 0+
2002 A 25 8 CS  ?  ? - - - 26+ 5+
2003 A 26 5 CS  ?  ? - - - 26+ 5+
Totale LandskronaBoIS 75 13  ?  ? 75+ 13+
gen.-giu. 2004 Francia Strasburgo L1 18 0 CF+CdL 0 0 - - - 18 0
2004-2005 L1 32 3 CF+CdL 1+5 0+4 - - - 38 7
2005-2006 L1 30 3 CF+CdL 1+0 2+0 CU 8 1 39 6
Totale Strasburgo 80 6 7 6 8 1 95 13
2006-2007 Germania Stoccarda BL 9 0 CG 0 0 - - - 9 0
2007-2008 BL 11 0 CG 0 0 UCL 4 0 15 0
Totale Stoccarda 20 0 0 0 4 0 24 0
2008-2009 Danimarca Brøndby SL 27 9 CD 4 1 CU 2[23] 0 33 10
2009-2010 SL 29 6 CD 2 1 UEL[24] 6 2 37 9
2010-2011 SL 17 3 CD 1 0 - - - 18 3
Totale Brøndby 73 18 7 2 8 2 88 22
gen.-giu. 2011 Svizzera Young Boys ASL 17 5 CS 1 1 UEL 0 0 18 6
2011-2012 ASL 31 5 CS 3 1 UEL[24] 4 2 38 8
2012-2013 ASL 34 6 CS 3 3 UEL 11[25] 2[26] 48 11
Totale Young Boys 82 16 7 5 15 4 104 25
2013-2014 Italia Torino A 23 4 CI 1 0 - - - 24 4
2014-2015 A 21 1 CI 1 0 UEL 4 0 26 1
Totale Torino 44 5 2 0 4 0 50 5
Totale 374 58 23+? 13+? 39 7 436+? 78+?

Cronologia presenze e reti in Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in Nazionale - Svezia Svezia
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
16-2-2003 Bangkok Qatar Qatar 2 – 3 Svezia Svezia King's Cup -
20-2-2003 Bangkok Thailandia Thailandia 1 – 4 Svezia Svezia King's Cup 1
22-2-2003 Bangkok Corea del Nord Corea del Nord 0 – 4 Svezia Svezia King's Cup -
8-6-2005 Solna Svezia Svezia 2 – 3 Norvegia Norvegia Amichevole -
23-1-2009 Carson Stati Uniti Stati Uniti 3 – 2 Svezia Svezia Amichevole -
29-1-2009 Oakland Messico Messico 0 – 1 Svezia Svezia Amichevole 1
20-1-2010 Mascate Oman Oman 0 – 1 Svezia Svezia Amichevole -
23-1-2010 Damasco Siria Siria 1 – 1 Svezia Svezia Amichevole -
Totale Presenze 8 Reti 2

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Strasburgo: 2004-2005
Stoccarda: 2006-2007

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Farnerud, Alexander — svenskfotboll.se
  2. ^ Alexander Farnerud, Transfermarkt.it, 15 novembre 2003. URL consultato il 22 ottobre 2013.
  3. ^ (EN) Strasbourg swoop for Farnerud, Uefa.com, 15 novembre 2003. URL consultato il 22 ottobre 2013.
  4. ^ Guingamp-Strasburgo 3-2, Transfermarkt.it, 10 gennaio 2004. URL consultato il 22 ottobre 2013.
  5. ^ Saint-Etienne-Strasburgo 1-1, Transfermarkt.it, 21 agosto 2004. URL consultato il 22 ottobre 2013.
  6. ^ Grazer AK-Strasburgo 0-2, Transfermarkt.it, 15 settembre 2004. URL consultato il 22 ottobre 2013.
  7. ^ Strasburgo-Grazer AK 5-0, Transfermarkt.it, 29 settembre 2004. URL consultato il 22 ottobre 2013.
  8. ^ (DA) FBM 15/2008: Alexander Farnerud til Brøndby IF, Brondby.com, 8 luglio 2008. URL consultato il 22 ottobre 2013.
  9. ^ Ufficiale: Alexander Farnerud al Brondby, Tuttomercatoweb.com, 8 luglio 2008. URL consultato il 22 ottobre 2013.
  10. ^ Silkeborg IF-Brondby IF 2-2, Transfermarkt.it, 5 dicembre 2010. URL consultato il 22 ottobre 2013.
  11. ^ (DE) Alexander Farnerud wechselt zu YB, sport.ch, 18 gennaio 2011. URL consultato il 22 ottobre 2013.
  12. ^ (DA) Farnerud skifter til Young Boys, Brondby.com, 18 gennaio 2011. URL consultato il 22 ottobre 2013.
  13. ^ AC Bellinzona-Young Boys 1-5, Transfermarkt.it, 5 febbraio 2011. URL consultato il 22 ottobre 2013.
  14. ^ Young Boys-FC Luzern 3-1, Transfermarkt.it, 16 maggio 2011. URL consultato il 22 ottobre 2013.
  15. ^ Ufficiale: YB Berna, Farnerud rinnova, Tuttomercatoweb.com, 20 ottobre 2011. URL consultato il 22 ottobre 2013.
  16. ^ Udinese-Young Boys 2-3, Transfermarkt.it, 16 maggio 2011. URL consultato il 22 ottobre 2013.
  17. ^ Torino, arriva lo svedese Farnerud, repubblica.it, 17 giugno 2013. URL consultato il 22 ottobre 2013.
  18. ^ Farnerud zu Torino, Bscyb.ch, 19 giugno 2013. URL consultato il 22 ottobre 2013.
  19. ^ Toro, preso il jolly svedese Farnerud. A un passo il riscatto di Rodriguez, Lastampa.it. URL consultato il 22 ottobre 2013.
  20. ^ Farnerud, l'alfiere indispensabile di Ventura, Calciomercato.com
  21. ^ Genoa-Torino (1-1), il gol è di Farnerud, Libero.it
  22. ^ Udinese-Torino 0-2. Gol di Farnerud e Immobile, Gazzetta.it
  23. ^ 1 presenza nei turni preliminari.
  24. ^ a b Turni preliminari.
  25. ^ 6 presenze nei turni preliminari.
  26. ^ 1 rete nei turni preliminari.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]