Università degli Studi di Brescia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Università degli Studi di Brescia
Logo unibs.gif
Stato Italia Italia
Città Brescia
Nome latino Universitas Studiorum Brixiae
Fondazione 1982
Tipo Statale
Facoltà Economia - Giurisprudenza - Ingegneria - Medicina e Chirurgia
Rettore Sergio Pecorelli
Studenti 14 165[1] (2010)
Sport CUS Brescia
Sito web www.unibs.it
 
La facoltà di Economia
L'edificio principale della facoltà di Ingegneria
La facoltà di Medicina

L'Università degli Studi di Brescia è stata fondata nel 1982. Sono attive quattro facoltà: Economia, Giurisprudenza, Ingegneria e Medicina.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'Università degli studi di Brescia nacque il 14 agosto 1982 con la legge 590/82.

Nel gennaio del 1983 il Presidente dell'Eulo Bruno Boni sottoscriveva l'atto formale di intesa con la nuova Università degli studi di Brescia, impegnandosi ad anticipare le spese di gestione e di investimento necessarie. L'Ateneo era nell'occasione rappresentato da Attilio Gastaldi, presidente del Comitato tecnico amministrativo che reggerà l'Ateneo fino al dicembre 1983, prima di essere sostituito dal Consiglio di amministrazione (la cui prima seduta si terrà nel febbraio 1984).[2]

Il 7 novembre 1983 fu nominato il primo rettore, Augusto Preti, che mantenne l'incarico per 27 anni. L'opzione per la sede bresciana di alcuni docenti ordinari provenienti da Parma e da Milano aveva permesso subito l'avvio autonomo delle Facoltà di Medicina e Ingegneria. La Facoltà di Economia venne retta invece per circa due anni da un Comitato ordinatore presieduto dal professor Innocenzo Gasparini.

Nel 1996 fu istituita la facoltà di Giurisprudenza.

Il 31 ottobre 2010, subentrò nell'incarico di rettore il professor Sergio Pecorelli che fu eletto al ballottaggio al quarto scrutinio, il 15 luglio 2010, con 209 voti (46,5% degli aventi diritto) contro i 162 del Prof. Giancarlo Provasi[3].

Sedi[modifica | modifica wikitesto]

In accordo con il comune di Brescia si è scelto di posizionare le sedi di Medicina e Ingegneria a nord della città, presso gli Spedali Civili, in nuovi edifici costruiti appositamente. La sede della Facoltà di Medicina e Chirurgia si trova in Viale Europa, 11.

Alla Facoltà di Medicina e Chirurgia afferiscono due biblioteche che sono, in realtà, in comune con la Facoltà di Ingegneria. L'una si trova presso la sede della Facoltà di Medicina e Chirurgia in Viale Europa, 11, mentre l'altra si trova presso la sede della Facoltà di Ingegneria in Via Branze, 38.

Economia e Giurisprudenza sorgono invece in centro città, nell'area dell'ex convento di San Faustino, oggi sede degli uffici generali di segreteria.

La facoltà di Economia sorge dal 2001 negli edifici del complesso di S. Chiara, e dal 2006 nell'ex cinema Brixia.

La facoltà di Giurisprudenza si trova, dal 1999, nel palazzo Calini ai Fiumi. La Scuola di Specializzazione per le Professioni Legali (SSPL) si trova presso il Palazzo del Mercato in via Mameli.

Nel 2007 è stata inaugurata la nuova biblioteca interfacoltà (per Economia e Commercio e Giurisprudenza) in vicolo dell'anguilla, presso la zona del Carmine. Nello stesso anno si è attivata la rete wireless per studenti all'interno di tutte le sedi dell'ateneo.


Numeri[modifica | modifica wikitesto]

L'Università bresciana conta circa 14.000 iscritti, per un corpo docenti di 568 professori[senza fonte]. Ecco i dati dell'anno accademico 2011:[4] 4 Facoltà, 24 Corsi di Laurea triennale, 4 Corsi di Laurea magistrale a ciclo unico, 15 Corsi di Laurea magistrale, 3 Master, 26 Scuole di specializzazione come sede di esame di ammissione, 23 Dottorati di ricerca con sede amministrativa, 15 Dipartimenti, 36 Centri di Studio, 125 Aule, 13.167 posti aula, 465 computer in rete disponibili per gli studenti, 568 professori di I fascia, II fascia e ricercatori, 196 iscritti ai dottorati di ricerca, 278 assegni di ricerca banditi, 532 personale tecnico amministrativo, 14.165 iscritti per l'a.a. 2010-2011, 3.244 studenti iscritti al primo anno lauree triennali e a ciclo unico per l'a.a. 2010-11, 500 studenti iscritti al primo anno lauree magistrali per l'a.a. 2010-11.

Secondo la classifica del Il Sole 24 Ore nel 2008 l'Università di Brescia si posiziona 33ª nella classifica di 60 università italiane.[5]

Facoltà[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito, i corsi di laurea triennali e magistrali attivi delle rispettive facoltà:

  • Medicina e Chirurgia
    • Corso di Laurea specialistica in Medicina e Chirurgia
    • Corso di Laurea specialistica in Odontoiatria e Protesi Dentaria
    • Corso di Laurea in Biotecnologie
    • Corso di Laurea in Scienze motorie
    • Corso di Laurea in Infermieristica
    • Corso di Laurea in Ostetricia
    • Corso di Laurea in Educazione Professionale
    • Corso di Laurea in Fisioterapia
    • Corso di Laurea in Tecnica della riabilitazione psichiatrica
    • Corso di Laurea in Dietistica
    • Corso di Laurea in Igiene Dentale
    • Corso di Laurea in Tecniche di laboratorio biomedico
    • Corso di Laurea in Tecniche di radiologia medica, per immagini e radioterapia
    • Corso di Laurea in Assistenza sanitaria
    • Corso di Laurea in Tecniche delle prevenzione nell'ambiente e nei luoghi di lavoro
    • Corso di Laurea in Scienze Infermieristiche e Ostetriche
    • Corso di Laurea in Biotecnologie Mediche
    • Corso di Laurea in Scienze e Tecniche delle Attività Motorie Preventive e Adattative
  • Ingegneria
    • Corso di Laurea in Ingegneria Informatica
    • Corso di Laurea in Ingegneria Elettronica e Telecomunicazioni
    • Corso di Laurea in Ingegneria per l'Ambiente e il Territorio
    • Corso di Laurea in Ingegneria Meccanica e dei Materiali
    • Corso di Laurea in Ingegneria Civile
    • Corso di Laurea in Ingegneria dell'Automazione Industriale
    • Corso di Laurea in Ingegneria Gestionale
    • Corso di Laurea a ciclo unico in Ingegneria Edile-Architettura
    • Corso di Laurea magistrale in Land and Environmental Engineering
    • Corso di Laurea magistrale in Comunication Technologies and Multimedia
  • Economia
    • Corso di laurea in Banca e Finanza
    • Corso di laurea in Economia
    • Corso di laurea in Economia e gestione aziendale
    • Corso di laurea magistrale in Consulenza aziendale e Libera Professione
    • Corso di laurea magistrale in Management
    • Corso di laurea magistrale in Moneta, finanza e Risk Management
  • Giurisprudenza
    • Corso di Laurea Magistrale a ciclo unico in Giurisprudenza
    • Corso di Laurea per Consulenti del lavoro e delle relazioni industriali
    • Corso di Laurea per Operatore Giuridico d'Impresa

Rettori[modifica | modifica wikitesto]

Rappresentanza Studentesca[modifica | modifica wikitesto]

L'università degli Studi di Brescia dal 2007 al 2010 ha eletto, per la prima volta nella sua storia, un rappresentante degli studenti in CNSU (Consiglio Nazionale degli Studenti Universitari)[6]: Francesco Esposto, prese 841 preferenze personali e fu il secondo più votato della Lista Unione degli Universitari-Liste di Sinistra-Liste democratiche per il Collegio elettorale II distretto (Lombardia, Piemonte, Liguria, Valle d'Aosta).[7].

[modifica | modifica wikitesto]

Il logo dell'Università di Brescia è di forma circolare, con al suo interno l'immagine della città medievale su cui spicca la figura del castello cittadino. Nella parte superiori del logo e seguendo la forma circolare è riportata la denominazione ufficiale in lingua latina dell'università Universitas·Studiorum·Brixiæ

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Ateneo in cifre | Portale di Ateneo - Unibs.it
  2. ^ La storia dell'Ateneo di Brescia
  3. ^ Proclamazione del Rettore sul sito dell'Università degli Studi di Brescia
  4. ^ L'ateneo in cifre
  5. ^ Wikinotizie:Università: la classifica 2008 de Il Sole 24 Ore
  6. ^ Cnsu
  7. ^ Dati elezioni CNSU 2007