Libera Università Mediterranea

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Libera Università Mediterranea
Lumlogo.jpg
Stato Italia Italia
Città Casamassima
Fondazione 1995
Tipo privata
Facoltà Economia; Giurisprudenza
Rettore Emanuele Degennaro
Preside Antonio Salvi
Studenti 1 194[1] (2013)
Sito web www.lum.it
 

La Libera Università Mediterranea - LUM Jean Monnet, è un'università privata promossa dall'Associazione per la Libera Università Mediterranea e dalla Fondazione "Caterina Degennaro", fondata nel 1995 dall'imprenditore e politico Giuseppe Degennaro.

La sede principale dell'Università si trova a Casamassima, in provincia di Bari presso il complesso commerciale e direzionale "il Baricentro".

Una succursale, riservata alla Scuola di Specializzazione per le Professioni Legali e alla Scuola di Management, si trova a Gioia del Colle mentre a partire dal primo Settembre 2012 è operativa a Trani una sede di tutoraggio.

Alcuni servizi per studenti sono ubicati presso il campus universitario, che sorge nel complesso residenziale Barialto, pure a Casamassima.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La LUM Jean Monnet è stata istituita con decreto ministeriale nel 1999[2], mentre lo statuto e il regolamento didattico di ateneo sono stati approvati dal Ministero dell'Università il 10 aprile del 2000, con la costituzione delle due facoltà Economia e Giurisprudenza. Nel 2004 nasce la Scuola di Management dell'Università LUM, con percorsi formativi post-lauream, e nello stesso anno segue l'istituzione della Scuola di Specializzazione per le Professioni Legali.

Offerta didattica[modifica | modifica wikitesto]

Facoltà di Economia[modifica | modifica wikitesto]

  • Laurea in Economia e Organizzazione Aziendale (Classe L18)
  • Laurea Magistrale in Economia e management (Classe LM77)

Facoltà di Giurisprudenza[modifica | modifica wikitesto]

  • Laurea Triennale in Diritto dell'Impresa
    • percorso in Giurista d'impresa (LGI)
    • percorso in Esperto in Pubblica Amministrazione (LEPA)
  • Laurea Magistrale in Giurisprudenza

Formazione post-lauream[modifica | modifica wikitesto]

  • Master Universitari di I livello
    • Auditing e Controllo interno (MAC)
    • General Management (MIGEM)
    • Master in Corporate and Real Estate Finance (MACREF)
    • Master in Retail & Marketing Management (MIREM2)
    • Master in Management e Coordinamento per le Professioni Sanitarie (MACOPS) in e-learning)
  • Master Universitari di II livello
    • Diritto dell'ambiente (MADA)
    • Dirigente scolastico (MADIS)
    • Diritto, economia e Management delle Aziende sanitarie (DEMAS)
  • Corsi di formazione manageriale
    • Sales Manager (SM)
    • Management dello sport (CAMAS)
    • Mediatori Professionisti
  • Scuola di Specializzazione per le Professioni legali
  • Dottorati di Ricerca
    • Dottorato Internazionale di Ricerca in "The Economics and Management of Natural Resources"
    • Dottorato in "Teoria generale del processo: Amministrativo, Civile, Penale e Tributario"

Valutazioni e classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Secondo le edizioni 2011-2012 e 2012-2013 della Grande Guida all'Università edita da la Repubblica in collaborazione con il Censis, le valutazioni delle facoltà di Economia e Giurisprudenza della LUM erano tra le migliori del Mezzogiorno[3][4].

Secondo l'edizione 2014 della classifica delle migliori università italiane de Il Sole-24 Ore, la Libera Università Mediterranea è al 65º posto su 77 atenei pubblici e privati.

Criticità[modifica | modifica wikitesto]

L'inchiesta sui concorsi personale docente[modifica | modifica wikitesto]

Nell'ottobre 2013 l'ateneo viene coinvolto[è un coinvolgimento dell'ateneo o di singoli docenti?] nell'inchiesta della Procura di Bari denominata Do ut des, inchiesta che riguarda presunte irregolarità nei concorsi pubblici per docenti di prima e seconda fascia di diritto ecclesiastico, costituzionale e pubblico comparato e vede coinvolte anche altre università: Trento, Milano-Bicocca, Roma Tre, Roma Europea e Bari.[5][6]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Anagrafe nazionale studenti - MIUR
  2. ^ Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, d.m. 513 del 21/06/1999. URL consultato il 4 febbraio 2010.
  3. ^ a cura di Aurelio Magistà, Grande Guida Università 2011-2012, Roma, La Repubblica, 2011, p. 671.
  4. ^ Corriere del Mezzogiorno, Lum, primato per Legge ed Economia. L'ateneo si piazza in testa nel Sud Italia. URL consultato il 4 agosto 2012.
  5. ^ Università di Bari: i concorsi truccati sono solo l’ultimo scandalo di un Ateneo corrotto. Ecco la vera storia | Storie
  6. ^ http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/10/06/scandalo-universita-denuncia-del-commissario-ocse-concorsi-in-mano-a-comitato-occulto/734542/

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Università Portale Università: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Università