Università degli Studi di Parma

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Università degli Studi di Parma
Unipr.png
Stato Italia Italia
Città Parma
Nome latino Alma Universitas Studiorum Parmensis
Fondazione 1117
Tipo statale
Rettore Loris Borghi
Studenti 24 956 (09-10-2014 [1])
Dipendenti 2 147 (2007)
Sport CUS Parma
Sito web www.unipr.it
 

L'Università degli Studi di Parma fu fondata nel XII secolo ed oggi conta circa 30.000 studenti iscritti. Importanti corsi di studio sono presenti nella città di Parma già da tempi molto lontani. Infatti documenti risalenti ai secoli XI e XII testimoniano la presenza in città di scuole istituzionalizzate e di maestri di spicco soprattutto in materie giuridiche. Lo studio universitario in Parma ha attraversato tutti secoli più importanti della storia della città senza mai perdere il suo ruolo fondamentale di formazione culturale e professionale. È una delle Università più antiche del mondo. È nel 1859 che l'Università assume una nuova fisionomia e da quel periodo comincia a crescere e svilupparsi fino a raggiungere i livelli odierni.

Organizzazione[modifica | modifica wikitesto]

L'Università degli Studi di Parma si articola in 18 Dipartimenti, in sostituzione delle precedenti 12 facoltà (Agraria, Architettura, Economia, Farmacia, Giurisprudenza, Ingegneria, Lettere e Filosofia, Medicina e Chirurgia, Medicina Veterinaria, Psicologia, Scienze MM.FF.NN. e Scienze Politiche), soppresse con Decreto rettorale n. 565 del 25 luglio 2012. L'offerta formativa dell'Università di Parma presenta: 35 corsi di laurea triennale, 39 corsi di laurea magistrale e 5 corsi di laurea magistrale a ciclo unico. I nuovi Dipartimenti sono:

Campus[modifica | modifica wikitesto]

Dipartimento di Ingegneria

L'Università di Parma è una delle poche università in Italia che vanta un Campus. Esso rappresenta il polo scientifico dell'Università degli Studi di Parma. Appare con grandi spazi erbosi, strutture sportive e spazi liberi. Le ex facoltà ora incardinate nei rispettivi Dipartimenti facenti parte del Campus sono Agraria, Architettura, Farmacia, Ingegneria, Fisica, Chimica e Matematica. L'ex facoltà di Architettura si distribuisce tra le aule degli altri corsi presenti anche nel resto della città.

I lavori di costruzione di un edificio al posto di un campo inutilizzato all'ingresso della area campus che doveva ospitare, fra l'altro, le lezioni della Facoltà di Architettura sono stati al momento bloccati dopo che l'azienda costruttrice ha rinunciato (a lavori iniziati).[3] Tra il 2012 e il 2013 i lavori vengono ripresi ed ultimati: parte dell'edificio viene adibito a centro congressi.

Dipartimento di matematica

Facoltà di Medicina e Chirurgia[modifica | modifica wikitesto]

La Facoltà suddetta si trova nella città di Parma e nelle seguenti sedi:

DIPARTIMENTO DI MEDICINA CLINICA E SPERIMENTALE, DIPARTIMENTO DI SCIENZE BIOMEDICHE, BIOTECNOLOGICHE E TRASLAZIONALI - S.BI.BI.T., DIPARTIMENTO DI SCIENZE CHIRURGICHE si trovano presso l'Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma in Via Gramsci 14

DIPARTIMENTO DI NEUROSCIENZE si trova in Via Volturno 39 

Lauree honoris causa[modifica | modifica wikitesto]

  1. Materie Letterarie: Attilio Bertolucci (15.11.84)
  2. Pedagogia: Don Egidio Viganò (25.3.88)
  3. Scienze Biologiche: Prof. Ganapati Parashuram Patil (17.12.88)
  4. Chimica: Prof. Herbert A. Hauptman (11.1.89)
  5. Giurisprudenza: S. E. Card. Agostino Casaroli (27.2.90)
  6. Medicina e Chirurgia: Prof. Donnal Thomas (28.9.92)
  7. Economia e Commercio: Pierre Carniti (27.11.92)
  8. Economia e Commercio: Calisto Tanzi (27.11.92)
  9. Giurisprudenza: Prof. Patricio A.Azocar (4.5.94)
  10. Medicina Veterinaria: Prof. Paolo Maria Fasella (14.9.95)
  11. Medicina Veterinaria: Maestro Luciano Pavarotti (14.9.95)
  12. Medicina Veterinaria: Lauro Ferrarini (16.10.96)
  13. Economia Aziendale: Franco Arquati (14.4.97)
  14. Medicina e Chirurgia: Lewis E. Braverman (17.11.97)
  15. Scienze Ambientali: Franco Bernabè (28.11.97)
  16. Giurisprudenza: Prof. Jaques Van Compernolle (3.2.98)
  17. Matematica: Prof. Alexandre V. Bobylev (6.5.98)
  18. Fisica: Prof. George E. Andrews (6.5.98)
  19. Agraria: Prof. Louis Malassis (16.11.98)
  20. Chimica e Tecnica Farmaceutiche: Prof. Jean Testa (13.10.99)
  21. Farmacia: Prof. Nikolaos Peppas (13.10.99)
  22. Scienze Geologiche: Prof. Klaus Joachim Reutter (6.3.2000)
  23. Scienze Geologiche: Licinio Ferretti (6.3.2000)
  24. Medicina e Chirurgia: Maria New (24.3.2000)
  25. Lettere: Prof. Jacques Le Goff (19.10.2000)
  26. Psicologia: Prof. Marta Montanini (02.12.2003)
  27. Marketing: Marco Brunelli (20.05.2004)
  28. Marketing: Marco Rosi (20.05.2004)
  29. Medicina e Chirurgia: Biagio Agnes (04.10.2004)
  30. Medicina e Chirurgia: Alain Mèrieux (04.10.2004)
  31. Ingegneria Meccanica: Camillo Catelli (12.10.2004)
  32. Ingegneria Informatica: Andrea Pontremoli (12.10.2004)
  33. Economia Politica: Fabio Salviato (20.10.2004)
  34. Economia e Finanza: Gino Trombi (20.10.2004)
  35. Ingegneria Meccanica: Renato Casappa (14.02.2005)
  36. Ingegneria Civile: Augusto Rizzi (14.02.2005)
  37. Giurisprudenza: Alexander McCall Smith (17.05.2005)
  38. Economia politica: Irma Adelman (26.05.2005)
  39. Economia politica: Fabrizio Barca (26.05.2005)
  40. Medicina e Chirurgia: Gerd Huber (13.12.2005)
  41. Ecologia: Luigi Luca Cavalli Sforza (30.11.2006)
  42. Chimica: David Nicolaas Reinhoudt (12.10.2007)
  43. Ingegneria Gestionale: Aldo Brachetti Peretti (6.10.2009)
  44. Scienze Gastronomiche: Gualtiero Marchesi (10.10.2012)
  45. International Business and Development: S.E. Card. Óscar Andrés Rodríguez Maradiaga (10.05.2013)

Rettori[modifica | modifica wikitesto]

Orchestra, Coro e Quintetto di fiati dell'Università degli Studi di Parma[modifica | modifica wikitesto]

  • Orchestra Filarmonica dell'Università degli Studi di Parma

Culturalmente legata alla Facoltà di Musicologia e Storia della Musica, l'Orchestra dell'Ateneo Parmigiano inizialmente composta da sole sezioni di archi è stata fondata nel 2000, suo Direttore Musicale, nonché fondatore è il Professor Luca Aversano, violinista e pianista; presso l'Università "La Sapienza" di Roma Docente di Storia del Melodramma. L'attività concertistica dell'Istituzione Musicale si svolge presso le Facoltà Universitarie Italiane, i Teatri, gli Auditorium e le Chiese della Regione Emilia-Romagna, Lombardia fino alla Nazioni Europee nordiche quali Svizzera, Francia, Germania e Norvegia, oltre a una tournée annuale svolta a Tropea nel mese di settembre e occasionali concerti tenuti all'estero. Il repertorio spazia dall'operistico italiano e straniero, al sinfonico classico e contemporaneo, a quello classico-concertistico, sacro fino alla musica cinematografica. Collaborazioni stabili si hanno con il Coro delle Università di Parma, Reggio Emilia e Modena, il Teatro Regio di Parma, l'Auditorim del Carmine(Parma); con cantanti e strumentisti solisti, con il pianista Emilio Aversano e con il celebre virtuoso violinista Salsese Luca Fanfoni. Il 24 febbraio 2011 ha partecipato in qualità di orchestra accompagnatrice nella Rassegna "Dive" sui film muti d'autore svoltasi a Parma al Cinema-Teatro "Cinghio Edison".

Direttori Musicali-Maestri Preparatori

  • Professor Luca Aversano, 2000-in attività
  • Collaboratori Artistici

Luca Fanfoni(violino), Mirco Ghirardini(clarinetto) Sebastiano Airoldi(viola), Roberto Ilacqua(viola)

Organico orchestrale: l'orchestra ha attivo un numero di orchestrali che va dai 35 a ai 40 componenti, solitamente suddivisi in 10 violini primi, 8 violini secondi, 4 viole, 2 violoncelli, 1 contrabbasso, 2 flauti, 2 oboi, 2 clarinetti, 2 fagotti, 2 trombe, 2 corni, 1 bassotuba, 2 percussioni e timpani, 1 pianoforte.

  • Orchestrali:
  • Violini Primi: +Luca Fanfoni, Antonella Tanetti, Marina Mammarella, Gabriele Toscani, Giulia Cerra, Nicolò Mazzali, Lillian Comuzzo, Marie Comuzzo, Anna Maria Nagy
  • Violini Secondi: Denis Zannani, Matilde Di Taranto, Daniele Fanfoni, Ferenc Vojnity Hayduk, Mara Conti
  • Viole: Sebastiano Airoldi, Kristina Vojnity Hayduk, Roberto Ilacqua, Sayu Aino, Barbara Dell'Aquila
  • Violoncelli: Gioele Gusperti, Enrico Cocco, Chafik Hashizume
  • Contrabbassi: *Carlo Maldotti
  • Flauti: *Barbara Antoniazza(obb. ottavino), Claudia Turillazzi
  • Oboi: *Bernardo Pinardi, Maria Chiara Arigò
  • Clarinetti: *Raffaele Ametrano, Leonardo Pontremoli
  • Fagotti: *Giulio Alessandro Bocchi, Alessandra Catelli
  • Trombe: Matteo Sassi, Donato Ciarfaglia, Niccolò Maria Marino
  • Corni: Andras Balla, Tea Pagliarini, Abele Zani
  • Bassotuba: Nilo Bertolotti
  • Percussioni e Timpani: Federico Zammarini
  • Pianoforte e tastiere: Sara Dieci
  • Quintetto di fiati dell'Università degli Studi di Parma

Sempre dipendente dall'Ateneo e dalla sua Orchestra, nel 2009 è nato il quintetto di fiati Universitario. Formato da cinque strumentisti di professione, il quintetto svolge la propria attività musicale in tutta Italia.

Organico del quintetto: Flauto traverso: Barbara Antoniazza, Oboe: Emanuel Tagliaferri, Clarinetto: Raffaele Ametrano, Corno: Andras Balla, Fagotto: Giulio Alessandro Bocchi.

Criticità[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2009 il MIUR valuta negativamente l'Università di Parma esprimendo un giudizio non positivo sulla qualità della didattica e dell'attività di ricerca, diminuendo di conseguenza le risorse destinate all'ente.[4]

Nel gennaio 2011 il settimanale “il Nuovo di Parma” rende pubblico un reportage da esso fatto in cui, a suo parere, emerge una vera e propria “dinasty universitaria”, ossia una famiglia importante di Parma avrebbe una corsia preferenziale nelle assunzioni presso l'ateneo. Secondo il giornale le carriere e i percosi di studio nell'università sareberro viziati da forme di nepotismo. L'università dal canto sua ha smentito ogni addebbito giornalistico.[5]

Nel 2012 l'ateneo perde svariate posizioni nella classifica realizzata da Il Sole 24 ore (sui dati Miur - ufficio statistica, Almalaurea, Stella e Istat), e diventa il fanalino d di coda delle università dell'Emilia Romagna. Rispetto alle altre università del nord Italia si piazza al quart'ultimo posto.[6]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ [=iscr&filtra-anno-accademico=2013&filtra-tipo-laurea=&filtra-area=&filtra-classe=&filtra-regione-univ=8&filtra-universita=21&filtra-facolta=&filtra-regione-sede=&filtra-provincia-sede=&filtra-comune-sede=&filtra-cittadinanza=&filtra-tipo-nazionalita=&filtra-regione-res=&filtra-provincia-res=&filtra-tipo-diploma=&filtra-fascia-voto-diploma=&filtra-anno-diploma=&filtra-fascia-eta=&filtra-sesso=&filtra-anno-corso=&filtra-parola-chiave=&module=Anagrafe&action=Risultati&gruppo[]=anno-accademico&gruppo[]=universita&gruppo[]=classe&gruppi_js=anno-accademico%3Auniversita%3Aclasse Anagrafe studenti]
  2. ^ Al Dipartimento di Giurisprudenza afferiscono anche i Corsi di Laurea facenti capo all'ex Facoltà di Scienze politiche.
  3. ^ Giacomo Talignani, Francesco Nani, Polo scientifico fermo da anni bloccato dalla mano della camorra, Parma la Repubblica.it, 13 maggio 2009. URL consultato il 6 aprile 2013.
  4. ^ La Gazzetta di Parma - Università: fondi in base alla qualità. Parma sarà penalizzata
  5. ^ ParmaOggi - L’inchiesta: affari di famiglia all’Università di Parma
  6. ^ ParmaToDay - Classifica delle Università, Parma scende al 23esimo posto: ultima in Emilia-Romagna“

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]