Università degli Studi di Foggia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Università degli Studi di Foggia
Università degli Studi di Foggia logo.jpg
Stato Italia Italia
Città Foggia
Altre sedi San Severo, San Giovanni Rotondo, Lucera e Barletta
Nome latino Universitas Studiorum Foveae
Soprannome Unifg
Motto La scelta che ti rende unico
Fondazione 1999
Tipo Università statale
Dipartimenti Agraria; Economia; Giurisprudenza; Ingegneria; Lettere e Filosofia; Medicina e Chirurgia; Scienze della formazione
Rettore Maurizio Ricci
Studenti 10,189 (4-10-2013[1])
Affiliazioni UNIMED
Sport CUS Foggia
Sito web www.unifg.it
 

L'Università degli Studi di Foggia (UniFg) è un'università statale italiana fondata nel 1999 a Foggia.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Sede Largo Giovanni Paolo II

Come in altre città della Capitanata (in particolare Lucera e San Severo), dal Settecento furono attive a Foggia alcune cattedre di tipo universitario, segnatamente di umanità e retorica, filosofia e legge, istituite dal locale decurionato per offrire ai giovani della città dei percorsi formativi superiori. Nell'Ottocento fu istituita la cattedra di fisica e agricoltura che, con decreto reale del 30 novembre 1819, fu trasformata in cattedra di economia rurale. Contemporaneamente si istituirono gli insegnamenti di filosofia e matematica, retorica, umanità e grammatica. Nel 1858 furono avviate anche le cattedre di diritto e procedura civile, diritto e procedura penale, scienze naturali e chimica, anatomia umana comparata e fisiologia. Dopo l'Unità d'Italia, col riordino del sistema nazionale dell'istruzione, tutte le cattedre furono soppresse.

L'università è stata istituita il 5 agosto 1999 per mezzo del decreto emesso in quella data dal ministero dell'università e della ricerca scientifica e tecnologica[2]. Foggia, tuttavia, era sede di polo dell'Università di Bari "Aldo Moro" già dall'anno accademico 1990-1991, con le facoltà gemmate di Giurisprudenza, Economia e Agraria, e nell'anno accademico 1993/94 era stato attivato anche il corso di laurea in Medicina e Chirurgia.

Ottenuta la piena autonomia nel 1999, nel 2000 è stata istituita la facoltà di Lettere e Filosofia. In seguito è stata istituita anche la facoltà di Scienze della formazione. Dal 1999 al 2008 è stato Rettore Antonio Muscio, ordinario di zootecnia, dal 2008 al 2013 Giuliano Volpe, ordinario di archeologia e dal novembre 2013 Maurizio Ricci.

Le sedi delle varie facoltà sono dislocate in tutto il territorio cittadino. La localizzazione delle strutture didattiche e di ricerca è, infatti, organizzata per poli. Il polo direzionale, ove ha sede il Rettorato e tutta l'Amministrazione Centrale, è ubicato in zona Fiera ove sono presenti altri importanti Enti pubblici come la Questura e il Comune. Il polo economico-giuridico trovasi nei pressi della Villa Comunale e non lontano dalla Stazione Ferroviaria. Più precisamente, la presidenza della Facoltà di Giurisprudenza è ubicata in un palazzo di stile neoclassico che sorge al centro della città (Largo Papa Giovanni Paolo II) e che fu sede del Palazzo di Giustizia. La sede centrale e la presidenza di Economia si integrano con il complesso dell'IRIP (Istituto di Incremento Ippico) in Via Caggese, non lontano dalla Facoltà di Giurisprudenza. Il polo umanistico è situato nella parte più antica della città. Più precisamente, la sede centrale e la presidenza di Lettere sono ubicate presso l'ex ospedale Maternità in Via Arpi mentre nelle loro vicinanze (Largo Civitella) è anche ubicata la Facoltà di Scienze della Formazione. Il polo scientifico è nella zona di Via Napoli ove è ubicata la sede centrale e la presidenza di Agraria nonché la sede centrale e la presidenza di Medicina che si integrano con gli Ospedali Riuniti. Il corso di laurea in Scienze Motorie si svolge in un complesso più vicino, in linea d'aria, al polo direzionale che alla Facoltà di Medicina.

Anche le città di San Severo, San Giovanni Rotondo, Lucera, Cerignola, Manfredonia e Barletta sono state sedi dell'università e hanno ospitato diversi corsi di laurea: quattro a San Severo (afferenti alle facoltà di Economia, Medicina e Agraria), due a San Giovanni Rotondo (Medicina), uno a Lucera (Lettere), uno a Cerignola (Agraria), uno a Manfredonia (Economia) e uno a Barletta (Medicina). Complessivamente questi comuni hanno contribuito in misura notevole all'implementazione dell'università foggiana e, non a caso, la prima denominazione proposta per l'ateneo è stata Università degli studi di Capitanata, a sottolineare la diffusione dell'istituzione nel territorio provinciale e la pluralità dei comuni che ne avevano sponsorizzata la nascita. Di recente, a seguito del processo di razionalizzazione dell'offerta formativa, la maggior parte delle attività formative ordinarie dell'università si svolgono a Foggia, riservandosi alle città succitate solo alcune attività di alta formazione o corsi di laurea in professioni sanitarie.

Il 15 giugno 2006 viene conferita la laurea honoris causa in giurisprudenza all'attivista antimafia, presidente dell'associazione Libera e sacerdote don Luigi Ciotti.

Nel 2008 viene varato un progetto che non ha precedenti tra le università italiane: l'adozione della collezione di un privato, servita a costituire il primo fondo di letteratura italiana tradotta in altre lingue[3]. Il progetto si è chiuso nel 2010.

In data 29 giugno 2011, il Senato Accademico dell'Università di Foggia ha approvato il nuovo Statuto[4] così come prescritto dalla Legge di riforma del sistema universitario. Il nuovo Statuto è stato pubblicato sul n. 1 del 2 gennaio 2012 della gazzetta Ufficiale.

L'11 gennaio 2012 entra a far parte della rete eduroam. Ciò permette agli studenti e al personale, docente e non, di accedere alle reti wireless di tutti gli istituti federati, sia in Italia che all'estero[5].

Nel marzo 2012 nasce il Comitato per l'istituzione della Facoltà di ingegneria. Esso è composto dagli studenti della sede di Foggia del Politecnico di Bari[6].

Il 13 giugno 2012 il Senato accademico dell'ateneo delibera il conferimento della laurea honoris causa in Filologia, letterature e storia a Dario Fo[7].

Il 20 settembre 2013 viene inaugurato il nuovo Polo Bio-Medico dell'ateneo in Via Napoli[8], con la presidente della Camera dei Deputati Laura Boldrini e il presidente della Regione Puglia Nichi Vendola[9].

Il 30 settembre 2013 invece viene inaugurato il Polo Umanistico, situato in un antico complesso risalente al XVI secolo, alla presenza del ministro Massimo Bray e, nuovamente, del governatore Vendola[10].

Il 30 ottobre 2013 viene inaugurata la nuova residenza universitaria intitolata a Francesco Marcone[11] (funzionario di Stato foggiano ucciso dalla criminalità organizzato). L'inaugurazione, alla presenza di don Luigi Ciotti, ha rappresentato anche l'ultima uscita pubblica da rettore dell'ateneo di capitanata di Giuliano Volpe (il cui mandato si è concluso il giorno successivo).

Il 13 novembre 2013 il Senato accademico, su proposta del rettore Ricci, conferisce il sigillo dell'ateneo a Maria Falcone, sorella di Giovanni Falcone morto nella strage di Capaci.

L'8 gennaio 2014 il MIUR colloca l'Università di Foggia al secondo posto tra tutti gli atenei italiani nella classifica per l'attribuzione delle "quote premiali" nell'ambito del FFO (Fondo di finanziamento ordinario). La quote premiali vengono attribuite in misura maggiore a quegli atenei che hanno operato in modo eccellente nel campo della ricerca scientifica e della sperimentazione.[12][13]

Il 24 gennaio 2014 l'ateneo ufficializza l'inserimento nella propria offerta formativa della Laurea in Ingegneria dei sistemi logistici nel settore agroalimentare, istituendo così la facoltà di ingegneria.

Organizzazione[modifica | modifica sorgente]

Facoltà[modifica | modifica sorgente]

Questi sono i sette dipartimenti in cui l'università è divisa:

Corpo accademico[modifica | modifica sorgente]

Il corpo accademico è composto da 376 unità (92 professori ordinari, 98 professori associati e 186 ricercatori). Il personale tecnico e amministrativo consta di pari unità (4 collaboratori linguistici, 2 dirigenti e 37 elevate professionalità e 333 unità nelle altre qualifiche). L'Ateneo dauno ha, come si evince dall'undicesimo rapporto sullo stato del sistema universitario nazionale[14] elaborato dal CNVSU, una delle percentuali più alte, a livello nazionale e la più alta in rapporto alle altre cinque università del costituendo sistema federativo universitario pugliese, lucano e molisano, di docenti/ricercatori con meno di 35 anni (il 14,2% a fronte del 5,5 dell'Università di Bari, 7,0 dell'Università del Salento, 3,5 del Politecnico di Bari, del 5,2 dell'Università della Basilicata e del 1,1 dell'Università del Molise) e con età tra i 36 e i 45 anni (il 42,6% a fronte del 39,3 di Università del Salento, 35 dell'Università del Molise, 34,3 del Politecnico di Bari, 28,5 dell'Università di Bari e 27,7 dell'Università della Basilicata).

Edifici[modifica | modifica sorgente]

Polo Bio-Medico[modifica | modifica sorgente]

La struttura è articolata in tre blocchi, ponti aerei ai piani primo e secondo, destinati rispettivamente alla ricerca, alla didattica e all’amministrazione. L’edificio, architettonicamente innovativo, si sviluppa su di una superficie complessiva di circa m2 10.800 distribuita su cinque livelli (un piano seminterrato, un piano rialzato e tre piani fuori terra) e contiene 47 laboratori (didattici, scientifici ed informatici), 68 studi ed uffici, 18 aule di diversa dimensione con una capienza complessiva di oltre 700 posti a sedere, locali accessori (depositi, locali frigo, locali tecnici, sala destinata a mensa), uno stabulario e la biblioteca. Il complesso è destinato a divenire ancora più grande, infatti sono iniziati i lavori di ampliamento.

Rettori[modifica | modifica sorgente]

Formazione Post-laurea[modifica | modifica sorgente]

L'università tra la sua offerta formativa post- laurea annovera master di I e II livello nonché dottorati di ricerca.

Scuole di specializzazione[modifica | modifica sorgente]

L'ateneo possiede una Scuola di specializzazione per le professioni legali e una Scuola di specializzazione di area medica.

CUS Foggia[modifica | modifica sorgente]

Il Centro Universitario Sportivo dell'Università degli Studi di Foggia (conosciuto come CUS Foggia) è la polisportiva che fa capo all'ateneo della città pugliese[15].

È nato formalmente nel 2003, ma sin dal 2001 partecipa ai Campionati Nazionali Universitari[16].

Ha tre sezioni che partecipano a campionati federali: atletica leggera, rugby e pallacanestro[17].

Valutazioni e classifiche[modifica | modifica sorgente]

In base al rapporto di valutazione della qualità della ricerca VQR dell'ANVUR, per il periodo 2004-2010 (disposto dal MIUR) l’Università di Foggia si colloca nella graduatoria nazionale al 12º posto tra le strutture universitarie sottoposte a valutazione e di medie dimensioni.[18]

Rispetto invece alle altre università pugliesi si colloca al 1º posto.[19]

Attività di ricerca[modifica | modifica sorgente]

L'ateneo è sede dell'HR Excellence in Resarch. Il titolo viene attribuito alle università europee che abbiamo sistematizzato processi trasparenti per la valorizzazione della ricerca.

Riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

  • Nel novembre 2011 l'Università di Foggia vince il Nokia University Program 2011 con il progetto E-School , battendo la concorrenza di altri 50 atenei italiani[20].
  • Il 22 novembre 2011 l'ateneo foggiano riceve un ulteriore riconoscimento. A Palazzo Chigi vengono premiate le migliori 10 "idee per il Paese" dall'associazione ItaliaCamp, tra i progetti premiati c'è anche quello dell'Università di Foggia. Il progetto selezionato ha come scopo quello di realizzare un centro studi e analisi sui Confidi[21].
  • Nel 2012 viene menzionata dall'ANCSA nella assegnazione del prestigioso Premio Gubbio per aver dato l'input ad una metamorfosi della città.[22]

La Fondazione Apulia Felix[modifica | modifica sorgente]

La fondazione legata all'ateneo è la Fondazione Apulia Felix, essa è nata, nel 2012, con lo scopo di perseguire fini di utilità sociale nei settori della ricerca scientifica, dell'istruzione, dell'arte, della sanità, dell'assistenza alle categorie sociali deboli, della valorizzazione dei beni e delle attività culturali nonché dei beni ambientali con il compito di favorire e promuovere il territorio di Capitanata con particolare riferimento all'Unifg. Presidente della stessa è Giuliano Volpe.

Altre informazioni[modifica | modifica sorgente]

  • Da segnalare, il progetto Cicloattivi , finanziato dalla Regione Puglia, che mette a disposizione degli studenti dell'ateneo delle biciclette per una mobilità sostenibile[23].

Persone legate all'ateneo[modifica | modifica sorgente]

  • Luigi Ciotti (laurea honoris causa in Giurisprudenza)[24]
  • Dario Fo (laurea honoris causa in Filologia, letterature e storia)[25]
  • Marco Olivetti (docente diritto costituzionale presso l'ateneo foggiano e membro Commissione riforme costituzionali nominata dal governo Letta)[26]
  • Maria Falcone (detentrice del sigillo dell'Unifg)[27]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Studenti - MIUR
  2. ^ Il testo del decreto
  3. ^ La Gazzetta del Mezzogiorno - Cultura e Spettacoli
  4. ^ Il nuovo Statuto
  5. ^ DauniaNews - Foggia, l'Unifg aderisce all'Eduroam
  6. ^ TeleRadioErre - Nasce il Comitato per l'istituzione della facoltà di ingegneria
  7. ^ Ansa - Universita': laurea honoris causa Foggia a Dario Fo
  8. ^ Foggia si fa grande, Boldrini inaugura il polo Bio-Medico: "Per me è un grande onore" in Foggiatoday, 20 settembre 2013. URL consultato il 20 ottobre 2013.
  9. ^ «Qualità e innovazione per la ripresa». Boldrini inaugura il Polo biomedico in Corriere del Mezzogiorno, 20 settembre 2013. URL consultato il 20 ottobre 2013.
  10. ^ Foggiatoday, 30 settembre 2013, http://www.foggiatoday.it/cronaca/ministro-bray-foggia-inaugurazione-polo-umanistico-universita-30-settembre-2013.html . URL consultato il 20 ottobre 2013.
  11. ^ Riparte il futuro - Francesco Marcone
  12. ^ Stato quotidiano - Miur ridetermina FFO; seconda UniFg per “quote premiali”
  13. ^ Stato quotidiano - Rideterminato fondo finanziamento ordinario, UniFoggia II in Italia (Ft)
  14. ^ Undicesimo rapporto del CNVSU sul sistema universitario nazionale
  15. ^ Sito ufficiale
  16. ^ Campionati Nazionali Universitari su cus.unifg.it
  17. ^ Attività agonistica su cus.unifg.it
  18. ^ Rapporto ANVUR
  19. ^ Stato quotidiano
  20. ^ Daunia News - Per la Nokia la migliore è l'UniFg
  21. ^ Il Grecale - ItaliaCamp, premiato il progetto dell'Università di Foggia
  22. ^ http://www.ancsa.org/admin/contents/it/premio-gubbio/edizione-2012/doc4.pdf
  23. ^ Corriere del Mezzogiorno - Università di Foggia, tutti in bicicletta
  24. ^ Unifg
  25. ^ FoggiaToday -Università di Foggia, laurea honoris causa al Nobel Dario Fo
  26. ^ FoggiaToday - Commissione per le riforme: Letta sceglie i 35 saggi, c’è il prof. Marco Olivetti
  27. ^ FoggiaCittàAperta - L'Ateneo di Foggia dona il proprio sigillo a Maria Falcone, sorella del giudice Giovanni

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]