Pedace

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Pedace
comune
Pedace – Stemma Pedace – Bandiera
Dati amministrativi
Stato Italia Italia
Regione Coat of arms of Calabria.svg Calabria
Provincia Provincia di Cosenza-Stemma.png Cosenza
Sindaco Stanislao Martire (Pedace democratica) dal 2009
Territorio
Coordinate 39°16′00″N 16°20′00″E / 39.266667°N 16.333333°E39.266667; 16.333333 (Pedace)Coordinate: 39°16′00″N 16°20′00″E / 39.266667°N 16.333333°E39.266667; 16.333333 (Pedace)
Altitudine 598 m s.l.m.
Superficie 51 km²
Abitanti 2 004[1] (30-04-2012)
Densità 39,29 ab./km²
Frazioni Lorica
Comuni confinanti Aprigliano, Casole Bruzio, Cosenza, Pietrafitta, San Giovanni in Fiore, Serra Pedace, Spezzano Piccolo
Altre informazioni
Cod. postale 87050
Prefisso 0984
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 078095
Cod. catastale G400
Targa CS
Cl. sismica zona 1 (sismicità alta)
Nome abitanti pedacesi
Patrono Madonna Addolorata
Giorno festivo terza domenica di settembre
Localizzazione
Mappa di localizzazione: Italia
Pedace
Posizione del comune di Pedace all'interno della provincia di Cosenza
Posizione del comune di Pedace all'interno della provincia di Cosenza
Sito istituzionale

Pedace è un comune di 2.004 abitanti della provincia di Cosenza. Il paese è di grande interesse storico ed architettonico.

Geografia[modifica | modifica sorgente]

Il paese si colloca alle pendici del Monte Stella, comunemente conosciuto con il nome dialettale di "timpune e Stilla". Si affaccia sulla sottostante valle del Fiume Cardone. La superficie del territorio comunale è di 51,47 km² e si estende fino all'Altopiano Silano. Pedace è posto ad un'altitudine che oscilla tra i 450 e i 700 m s.l.m. per quanto riguarda il paese, mentre la frazione Lorica è alla quota del Lago Arvo, pari a 1280 s.l.m. La cima più elevata è Botte Donato.

Storia[modifica | modifica sorgente]

È un paese che si colloca alle pendici del Monte Stella, comunemente conosciuto con il nome dialettale di "timpune e Stilla". Si affaccia sulla sottostante valle del Fiume Cardone. La superficie del territorio comunale è di 51,47 km² e si estende fino all'Altopiano Silano. Pedace è posto ad un'altitudine che oscilla tra i 450 e i 700 m s.l.m. per quanto riguarda il paese mentre tocca l'altitudine di 1929 m s.l.m. considerando anche la frazione Lorica. Le origini del nome di Pedace per alcuni deriva dal pedaggio che gli stranieri erano obbligati a pagare per attraversare il suo territorio. Faceva parte dell'antica Universitas Casalium.

Monumenti[modifica | modifica sorgente]

Chiesa Santi Apostoli Pietro e Paolo[modifica | modifica sorgente]

È la chiesa principale, edificata nel XVI secolo. La facciata principale è caratterizzata dalla presenza di un rosone centrale che sormonta il portale d'ingresso, e due rosoncini nello stile del '600. La chiesa parrocchiale conserva la porta laterale con decorazione in pietra del 1580. L'interno, ricco di stucchi e intagli barocchi, è costituito da tre ampie navate. Nella piazza che ospita la chiesa si trova l'imponente campanile che si eleva su quattro livelli e che è stato restaurato nel 1800 e negli anni 2000.

Convento di San Francesco di Paola[modifica | modifica sorgente]

Costruito nel 1617 sui resti del cenobio della confraternita di Santa Maria della Pietra. Il complesso architettonico ha subito nel tempo ingenti danni. Ristrutturato di recente. È stato destinato a centro culturale per ospitare eventi culturali, concerti, rappresentazioni teatrali, convegni, meeting e cerimonie private. Il convento ospita la Biblioteca comunale di Cosenza.

Frazioni[modifica | modifica sorgente]

Lorica[modifica | modifica sorgente]

La frazione di Lorica, ricadente nel territorio comunale di San Giovanni in Fiore e Pedace, si affaccia sul lago Arvo ed è dotata di impianti di risalita e piste da sci che, unite allo spettacolare paesaggio che la circonda, ne fanno una delle mete turistiche più frequentate della Calabria, durante tutte le stagioni dell'anno. La località fa parte del Parco Nazionale della Sila.

Chiesa di San Francesco alla Verna[modifica | modifica sorgente]

Nella frazione è presenta la parrocchia “S. Francesco alla Verna”, eretta il 26 dicembre 1972 da S.E. l’Arcivescovo di Cosenza Enea Selis e affidata ai Frati Minori. Si trova in un fitto bosco di pini e abeti. La facciata, con le caratteristiche pietre a vista, è sormontata da un timpano triangolare su cui poggia il campanile.

Archeologia[modifica | modifica sorgente]

Nel territorio di Lorica è attestato un importantissimo sito archeologico del Paleolitico inferiore. Si tratta di un'area con tracce di attività dell'Homo erectus, la più antica specie umana che ha abitato il continente europeo. La scoperta si deve al paleontologo Italo Biddittu. Ricerche archeologiche sono in corso, dal 2004, a cura della Soprintendenza per i Beni Archeologici della Calabria .

Perito[modifica | modifica sorgente]

Perito è situato nella parte più in basso rispetto al paese ed era anticamente casale autonomo. Il suo nome deriva dai tanti frutteti di pere che occupavano la parte pianeggiante del suo territorio (anche se alcuni pensano che significhi luogo franato). Anticamente era casale autonomo come Iotta. Aveva come stemma un sole splendente su una campagna bianca.

Chiesa di Santa Maria Assunta[modifica | modifica sorgente]

La sua costruzione è probabilmente del XVII secolo. La facciata principale, scandita da alte lesene, è dotata di tre portali di simile fattura, ma di diverse dimensioni. L'edificio ha annessa una torre campanaria a base quadrangolare che si eleva su tre livelli. I restauri sono stati completati nel 2013.

Curiosità’[modifica | modifica sorgente]

Le origini del nome “Pedace” sono incerte, per alcuni deriva dal pedaggio che gli stranieri erano obbligati a pagare per attraversare il suo territorio, ma è una supposizione che non trova riscontri oggettivi anche perché facendo parte dell'antica Universitàs Casalium pare strano godesse essa sola di tale privilegio. Altri pensano che il nome derivi da un antico cognome greco: Λδιδαχις.[2] La parte superiore del paese, chiamata Iotta, anticamente era una frazione; il nome della zona potrebbe derivare dall'antica famiglia Iocca, molto influente, che vi dimorava. Iotta aveva infatti sul suo antico stemma una "J" in campo bianco. Un'altra versione indica come origine del nome la lettera greca "J", riferendosi allo sviluppo delle case che assume la forma della lettera.

Persone legate a Pedace[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Evoluzione demografica[modifica | modifica sorgente]

Abitanti censiti[3]

Amministrazione[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 30 aprile 2012.
  2. ^ G. Rohlfs. Dizionario toponomastico ed onomastico della Calabria. Longo Ravenna 1974 p.232
  3. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]