McLaren M29

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
McLaren M29
McLaren M29.jpg
Descrizione generale
Costruttore bandiera  McLaren
Categoria Formula 1
Progettata da Gordon Coppuck
Sostituisce McLaren M28
Sostituita da McLaren M30
Descrizione tecnica
Meccanica
Motore Ford Cosworth DFV
Dimensioni e pesi
Passo 2.870 mm
Risultati sportivi
Debutto Gran Premio di Gran Bretagna 1979

La McLaren M29 fu una vettura di Formula 1 progettata da Gordon Coppuck in monoscocca d'alluminio e spinta dal tradizionale propulsore Ford Cosworth DFV. La M29 venne utilizzata nel corso della seconda parte della stagione 1979 e nella stagione seguente. Era gommata dalla Goodyear.

La vettura fece il suo debutto in gara nel Gran Premio di Gran Bretagna, nona gara stagionale, per sostituire la deludente M28. Guidata dal solo John Watson, ottenne un buon settimo posto in griglia e un quarto in gara. Nella parte restante della stagione ottenne altri tre piazzamenti nei punti (un quinto e due sesti) sempre col pilota nordirlandese.

Nella stagione 1980 conquistò due quarti posti (sempre con Watson), un quinto (con Alain Prost) e due sesti (sempre con Prost). Non si qualificò in due occasioni (una con Watson e una con Stephen South). Nella parte terminale della stagione fu sostituita dalla McLaren M30. Nella stagione 1981 Watson giunse quinto nel controverso Gran Premio del Sud Africa, boicottato dalle scuderie legate alla FISA e poi dichiarato non valido per il mondiale.

M29F[modifica | modifica sorgente]

Nel 1981 la scuderia britannica decise di riutilizzare, per alcune gare, la M29 nella versione denominata F. Venne guidata per 5 gran premi, ottenendo un punto con Andrea De Cesaris nel Gran Premio di Imola. In questa stagione la vettura fu gommata Michelin.

British Formula One Championship[modifica | modifica sorgente]

Una McLaren M29 venne utilizzata nel campionato britannico di Formula 1 del 1982, dal pilota australiano Arnold Glass, che ottenne un secondo posto (nel Caribbean Airways Trophy 1) e un terzo (nel Rivet Supply Trophy).

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Formula 1 Portale Formula 1: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Formula 1