Camposanto

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando il cimitero storico di Pisa, vedi Camposanto monumentale.
Camposanto
comune
Camposanto – Stemma Camposanto – Bandiera
Camposanto – Veduta
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Emilia-Romagna-Stemma.svg Emilia-Romagna
Provincia Provincia di Modena-Stemma.png Modena
Amministrazione
Sindaco Antonella Baldini (Lista civica di centrosinistra "Sviluppo e Solidarietà") dal 15/04/2008
Territorio
Coordinate 44°47′00″N 11°08′00″E / 44.783333°N 11.133333°E44.783333; 11.133333 (Camposanto)Coordinate: 44°47′00″N 11°08′00″E / 44.783333°N 11.133333°E44.783333; 11.133333 (Camposanto)
Altitudine 21 m s.l.m.
Superficie 22,71 km²
Abitanti 3 229[2] (31-12-2012)
Densità 142,18 ab./km²
Frazioni Bosco, Bottegone, Cabianca, Cadecoppi, Ghirone, Gorzano, Passo, Passovecchio, Sant'Anna, Tre Case[1]
Comuni confinanti Bomporto, Crevalcore (BO), Finale Emilia, Medolla, Ravarino, San Felice sul Panaro, San Prospero
Altre informazioni
Cod. postale 41031
Prefisso 0535
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 036004
Cod. catastale B566
Targa MO
Cl. sismica zona 3 (sismicità bassa)
Nome abitanti camposantesi
Patrono San Nicola di Bari
Giorno festivo 6 dicembre
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Camposanto
Posizione del comune di Camposanto all'interno della provincia di Modena
Posizione del comune di Camposanto all'interno della provincia di Modena
Sito istituzionale

Camposanto (Campsànt in dialetto modenese, Campsènt nella variante locale) è un comune italiano di 3.229 abitanti della provincia di Modena, in Emilia-Romagna, situato a nord-est del capoluogo.

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

Il territorio di Camposanto appartiene alla bassa pianura modenese. Confina a nord con San Felice sul Panaro e Medolla, a est con Finale Emilia, a sud con Crevalcore, Ravarino e Bomporto, ad ovest con San Prospero.

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Stazione meteorologica di Modena.

Camposanto gode di un tipico clima temperato continentale della pianura padana e delle medie latitudini. Come nel resto della pianura circostante, gli inverni sono moderatamente rigidi, poco piovosi e con giornate di nebbia; le estati sono calde ed afose nei mesi di luglio e agosto, con temperature che possono salire oltre i 35º e con precipitazioni a carattere temporalesco; le primavere e gli autunni sono generalmente piovosi. In primavera e in autunno il clima è più mite e più umido.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La posizione sul Panaro assegnò a Camposanto un ruolo strategico quando papato e impero cercarono, in occasione della guerra di Parma, tra l'estate del 1551 e la primavera del 1552, di eliminare il fastidioso contrafforte alle proprie spalle costituito da Mirandola, che grazie alle formidabili fortificazioni realizzate da Galeotto Pico con il denaro assicurato da Francesco di Francia e da suo figlio Enrico resistette a forze dieci volte superiori fino all'uccisione del nipote del papa, che convinse il vecchio Giulio III ad abbandonare l'impresa[5]. I rifornimenti per il grande esercito acquartierato tra forti e trincee venivano da Crevalcore e San Giovanni in Persiceto passando su ponti tra Camposanto e Solara.

Camposanto fu teatro poi di una battaglia (8 febbraio 1743), che si svolse nel contesto della Guerra di successione Austriaca, fra l’esercito spagnolo, agli ordini del generale J.B. Gages, e l’esercito Austro-Piemontese, comandato dal Feldmaresciallo austriaco Otto Ferdinando von Traun. La battaglia, piuttosto aspra, si concluse con la ritirata delle truppe spagnole sconfitte.

Nel 1866 cedette la frazione di Solara al comune di Bomporto[6].

Camposanto è stato colpito dai terremoti dell'Emilia del 2012, in particolare dai sismi del 20 e del 29 maggio 2012, che hanno comportato numerose lesioni alle costruzioni più antiche e crolli nelle campagne, con seri danni all'attività agricola. Il 27 gennaio 2013, in occasione della Giornata della Memoria, il sindaco del paese Antonella Baldini è stata ricoverata in ospedale dopo essere stata colpita al volto da un uovo scagliato durante una contestazione al Presidente del Consiglio Mario Monti, che si era recato nella vicina Mirandola in ricordo delle vittime del terremoto.[7]

Origine del nome[modifica | modifica wikitesto]

La prima citazione ufficiale conosciuta del toponimo (Campus Sanctus) risale al 1445. L'origine del nome, qui si vuole sfatare un'inveterata quanto errata credenza, nulla ha a che fare con eventi drammatici o con fantomatici luoghi di sepoltura. In mancanza di ulteriori elementi probanti si deve accettare l'ipotesi più plausibile: cioè la correlazione del nome del paese con quello dei Santi, nobile famiglia ferrarese che, sul finire del secolo XIV, ottenne dagli Este (Signori di Modena e Ferrara) vaste investiture di terreno nel modenese.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[8]


I figli illustri[modifica | modifica wikitesto]

Il figlio più illustre di questa terra è certamente Pietro Giannone (Camposanto 1791 - Firenze 1872), eroe, poeta ed esule del nostro Risorgimento Nazionale, ma una menzione meritano anche Mons. Luigi Spinelli (Cabianca 1891 - Modena 1982), fondatore delle prime "scuole scuole serali gratuite per i figli del popolo" e Maria Barbara Tosatti (Cabianca 1891 - Roma 1934), poetessa di buona fama.

Etnie e minoranze straniere[modifica | modifica wikitesto]

Gli stranieri residenti nel comune sono 504, ovvero il 15,7% della popolazione. Di seguito sono riportati i gruppi più consistenti[9]:

  1. Marocco Marocco, 211
  2. Turchia Turchia, 93
  3. India India, 24
  4. Cina Cina, 24
  5. Romania Romania, 22

Lingua e dialetti[modifica | modifica wikitesto]

Oltre alla lingua italiana, a Camposanto è utilizzato il locale camposantese, una variante dell'emiliano.

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Stemma usato dal comune
Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
2008 2013 Antonella Baldini Lista civica di centrosinistra Sindaco
2013 in carica Antonella Baldini Lista civica di centrosinistra Sindaco

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Stazione di Camposanto.

Il paese è servito da una propria fermata ferroviaria ubicata sulla ferrovia Verona-Bologna.

Il proprietario della stazione è Rete Ferroviaria Italiana mentre le imprese ferroviarie che effettuano il servizio sono Trenitalia e Ferrovie Emilia Romagna.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Comune di Camposanto - Statuto.
  2. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2012.
  3. ^ Classificazione sismica e climatica, Tuttitalia.it. URL consultato il 3 giugno 2012.
  4. ^ Classificazione sismica e climatica, Tuttitalia.it. URL consultato il 3 giugno 2012.
  5. ^ L'attività diplomatica precedente l'assedio e le fasi dell'assedio, con la costruzione di un imponente accerchiamento di forti, sono stati ricostruiti, sulla base delle cronache coeve, da Antonio Saltini, in un romanzo storico titolato L'assedio della Mirandola. Vita, guerra e amore al tempo di Pico e di papa Giulio, Diabasis, Reggio Emilia 2004
  6. ^ Regio Decreto n° 3360 del 22 novembre 1866, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del Regno d'Italia n° 348 del 19 dicembre 1866
  7. ^ Monti contestato e fischiato. Un uovo ferisce il sindaco Baldini.
  8. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  9. ^ Bilancio Demografico e popolazione residente straniera al 31 dicembre 2010 per sesso e cittadinanza, ISTAT. URL consultato il 21 febbraio 2013.
Emilia Portale Emilia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Emilia