Palagano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Palagano
comune
Palagano – Stemma Palagano – Bandiera
Dati amministrativi
Stato Italia Italia
Regione Regione-Emilia-Romagna-Stemma.svg Emilia-Romagna
Provincia Provincia di Modena-Stemma.png Modena
Sindaco Fabio Braglia (lista civica di centro-destra) dal 16/05/2011
Territorio
Coordinate 44°19′18″N 10°38′49″E / 44.321667°N 10.646944°E44.321667; 10.646944 (Palagano)Coordinate: 44°19′18″N 10°38′49″E / 44.321667°N 10.646944°E44.321667; 10.646944 (Palagano)
Altitudine 703 m s.l.m.
Superficie 60,40 km²
Abitanti 2 311[1] (31-12-2012)
Densità 38,26 ab./km²
Frazioni Boccassuolo, Costrignano, Monchio, Savoniero, Susano
Comuni confinanti Frassinoro, Lama Mocogno, Montefiorino, Polinago, Prignano sulla Secchia, Riolunato, Toano (RE)
Altre informazioni
Cod. postale 41046
Prefisso 0536
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 036029
Cod. catastale G250
Targa MO
Cl. sismica zona 3 (sismicità bassa)
Cl. climatica zona F, 3 186 GG[2]
Nome abitanti palaganesi
Patrono san Giovanni
Giorno festivo 27 dicembre
Localizzazione
Mappa di localizzazione: Italia
Palagano
Posizione del comune di Palagano all'interno della provincia di Modena
Posizione del comune di Palagano all'interno della provincia di Modena
Sito istituzionale

Palagano (Palaghen in dialetto frignanese) è un comune di 2.311 abitanti della provincia di Modena. Fa parte dell'Unione di Comuni Montani Valli Dolo, Dragone e Secchia, che ha sede a Montefiorino.

Geografia fisica[modifica | modifica sorgente]

Il territorio comunale, compreso nella valle del torrente Dragone, affluente del fiume Secchia, è prevalentemente di natura collinare; l'altimetria varia da circa 300 metri ai 1450 metri. L'utilizzo del suolo è in prevalenza agricolo, sono inoltre presenti ampie zone boschive a roveri, querce e castagni specialmente fitte all'innalzarsi dell'altezza.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Palagano

Il nome del paese si ritiene derivi dal latino palaga, che significa "pepita d’oro"; non si hanno notizie di ritrovamenti nel passato di tale metallo prezioso. La zona però, specialmente vicino alla frazione di Boccassuolo, è stata oggetto nei secoli scorsi di scavi per l’estrazione di rame, calcopirite e ferro.

La prima volta che la località viene citata è in un antico rogito del 1144, quando Palagano era uno dei più popolosi villaggi delle Terre della Badia di Frassinoro. Nel 1197 si costituì comune autonomo e figurava fra i principali del territorio amministrato dall’abbazia. Con il decadere della Badia, tutto il territorio a destra del Dragone passò sotto il controllo diretto dei modenesi; si susseguirono i conti di Gombola ed entrò poi nel feudo di Medola, assoggettato ai Montecuccoli, nel 1321. Il duca di Modena Alfonso I d'Este nel 1534 investì i Mosti di Ferrara che mantennero il dominio per 2 secoli dando il nome di 'contea di Rancidoro' al territorio. Nel 1741 la contea passò ai Sabbatini di Fanano, i quali rimasero sino alla rivoluzione francese ed alla soppressione dei privilegi feudali. Dopo l’ingresso nel Regno d'Italia, nel 1869 il comune venne soppresso e passò amministrativamente sotto Montefiorino. Nel 1957 fu ricostituito comune autonomo.

Durante la seconda guerra mondiale il territorio comunale fu teatro di violenti scontri tra partigiani e nazifascisti, culminati nella strage di Monchio, Susano e Costrignano dove, il 18 marzo 1944, furono trucidati per rappresaglia 136 civili inermi dall'esercito tedesco. Tutto il territorio ha successivamente fatto parte della Repubblica partigiana di Montefiorino.

Evoluzione demografica[modifica | modifica sorgente]

Abitanti censiti[3]

Associazioni[modifica | modifica sorgente]

In questo comune a dispetto dei soli 2500 abitanti vi sono un gran numero di associazioni, comitati e circoli culturali, volontariato e sportivi, come la Corale Palaganese, l'Avis, l'AVAP, la Luna-nuova o il "Palagano Fuoristrada Club" nato nel 1982 e proprietario della "pista internazionale permanente di fuoristrada Dragone". In questo impianto si svolgono ogni anno eventi di livello nazionale come il CIVF, Campionato Italiano Velocità Fuoristrada o il "Master by F.i.F." che mette a confronto i migliori equipaggi selezionati tra i club di tutte le regioni italiane. Oltre alle manifestazioni agonistiche durante l'estate molte sono le case automobilistiche che noleggiano la pista del dragone per collaudare prototipi o vetture di nuova immissione, sono anche presenti svariati corsi di guida fuoristrada da giugno a settembre. Nella frazione di Savoniero il primo venerdì di agosto ha luogo il Savoniero Country festival, un ponte musicale tra l'Italia ed il Texas un'occasione per ascoltare dal vivo le novità di questo genere musicale. Altra associazione importante è il Comitato Contrada Aravecchia che organizza da 21 anni la tradizionale Festa dei Matti che si svolge dal 12 al 15 agosto di ogni anno.

Economia[modifica | modifica sorgente]

Amministrazione[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2012.
  2. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Ente per le Nuove Tecnologie, l'Energia e l'Ambiente, 1 marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012.
  3. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Galloni A., Braglia S., Ricchi B.. Palagano (Pepita d'oro?). Toschi, Modena, 1986
  • Marra D., Casinieri L., Martelli F., Bertugli M., Fiorenzi E., Braglia S., Ricchi B., Molinari A., Ricchi C.. Palagano e le sue frazioni. Mille anni di storia, Cinquant'anni di vita, 1957 - 2007. Golinelli Editore, Formigine, 2007

Città gemellate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]